mercoledì, Dicembre 7, 2022

Andrea Schiavone

Andrea Schiavone, appassionato di cinema ha deciso di intraprendere studi universitari in ambito cinematografico. Laureatosi in Arti e Scienze dello Spettacolo alla Sapienza di Roma ed attualmente studente magistrale in Cinema, Televisione e New Media alla IULM di Milano.
Advertismentspot_img

Il fidanzato di mia sorella di Tom Vaughan: la recensione

In sala da domani 22 luglio 2015 il fidanzato di mia sorella, la commedia di Tom Vaughan. La recensione

Babadook di Jennifer Kent: la recensione

Babadook è l'horror dell'australiana Jennifer Kent. Ispirato in parte al cinema di Méliès e a quello di Mario Bava, sfrutta il dispositivo della paura per raccontare i confini di un incubo famigliare. In sala da oggi 15 luglio

In the box di Giacomo Lesina: la recensione

Efficace e ben elaborato esempio di luogo-trappola, in questo film a basso costo di Giacomo Lesina

La vita oscena di Renato De Maria: la recensione

La recensione del film di Renato de Maria, in sala dall'11 giugno 2015

Il Racconto dei Racconti di Matteo Garrone: la recensione

Dopo il crudo realismo di Gomorra e il grottesco e surreale Reality, Il Racconto dei Racconti è quel tassello mancante ad un percorso creativo versatile: un puro abbandono al trascinante fiume dell’immaginazione. La recensione del nuovo film di Matteo Garrone

Le streghe son tornate di Álex de la Iglesia: la recensione

Le streghe son tornate è esilarante dall'inizio alla fine; sospeso tra comico, grottesco e vita quotidiana esce in sala il prossimo 30 aprile, leggi la recensione in anteprima

Short Skin di Duccio Chiarini: la recensione

Short Skin di Duccio Chiarini è un film sul passaggio all'età adulta. Il sesso affrontato con un'anomalia del prepuzio, ostacolo fisico che coincide con i dubbi le paure e le incertezze tipiche dell'adolescenza. Dopo Biennale College a Venezia 71 e la sezione Generation della Berlinale, il film di Duccio Chiarini esce il 23 aprile nelle sale Italiane

Black Sea di Kevin Macdonald: la recensione

Il grasso dei motori, la ruggine delle lamiere, la forza corrosiva delle acque, gli ambienti bui e sudici: tutto concorre a scandire la progressiva emersione di un'identità corrotta nel nuovo film di Kevin Macdonald, claustrofobico e inesorabile come l'angelo sterminatore Bunueliano

Andrea Schiavone

Andrea Schiavone, appassionato di cinema ha deciso di intraprendere studi universitari in ambito cinematografico. Laureatosi in Arti e Scienze dello Spettacolo alla Sapienza di Roma ed attualmente studente magistrale in Cinema, Televisione e New Media alla IULM di Milano.
spot_img