venerdì, Febbraio 23, 2024

Marco Pini

Marco Pini si occupa di Web marketing, sviluppo web e web 2.0 da più di un decennio
Advertismentspot_img

Hungry Hearts di Saverio Costanzo la conferenza stampa a Venezia 71

Hungry Hearts, il nuovo film di Saverio Costanzo a Venezia 71, la conferenza stampa

Senza nessuna pietà di Michele Alhaique la conferenza stampa a Venezia 71

Senza nessuna pietà racconta la storia di Mimmo (interpretato da Pierfrancesco Favino) che ama costruire case e nella sua vita vorrebbe fare soltanto il muratore. Ma il mondo in cui vive è pieno di violenza, ed ha regole feroci e Mimmo non può sottrarsi alla realtà.

She’s Funny That Way di Peter Bogdanovich la conferennza stampa a Venezia 71 (film fuori concorso)

“Amo sentir ridere la gente, ricordo Cary Grant quando un giorno mi disse di andare al Music Hall, di salire in galleria e di mettermi semplicemente ad ascoltare le persone che ridevano, perché ridere fa bene al cuore” – Peter Bogdanovich - racconta il suo ritorno al cinema in conferenza stampa a Venezia 71

These are the rules (Takva su pravila) di Ognjen Svilicic la conferenza stampa a Venezia 71 (Orizzonti)

"These are the rules" (Takva Su Pravila) racconta la storia di una coppia di genitori (Ivo e Maja) la cui vita viene sconvolta dal violento pestaggio che il loro unico figlio subisce durante una notte in un quartiere popolare di Zagabria.

Ghesseha (Tales) di Rakhshan Banietemad la conferenza stampa a Venezia 71

Ghesseha (Tales) è ambientato nell'Iran contemporaneo, dove la regista Rakhshan Bani-Etemad ci racconta le passioni, gli amori, i sentimenti degli iraniani, in particolare delle donne e della loro costanza e resistenza nell'affrontare le difficoltà quotidiane e nel vincere le battaglie della vita, raccontandoci dal profondo, i sentimenti, le speranze e la vita del suo popolo

Reality di Quentin Dupieux la conferenza stampa a Venezia 71 (Orizzonti)

Reality di Quentin Dupieux racconta le vicende di un semplice cameramen, Jason, che intende realizzare un film horror. Per portare a temine quest'impresa, deve trovare qualcuno disposto a finanziare il suo primo film. Jason riesce nell'impresa, ed incontra un ricco produttore disposto a sostenere economicamente il progetto, ma solo ad una condizione, il regista dovrà trovare l'urlo migliore di tutta la storia del cinema.

The look of silence di Joshua Oppenheimer la conferenza stampa a Venezia 71

The Look of Silence è un documentario che racconta le vicende di un uomo (Adi Rukun) e della sua decisione di incontrare gli assassini responsabili della morte del fratello, una delle tante vittime della repressione anticomunista operata dalla giunta militare indonesiana negli anni '60. Il film è di fatto il seguito di The act of killing, il primo documentario realizzato da Oppenheimer ad essere dedicato al genocidio Indonesiano.

Marco Pini

Marco Pini si occupa di Web marketing, sviluppo web e web 2.0 da più di un decennio
spot_img