Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Bella come un falso botticelli (Boss) 

Di

Nel film più delirante, cinico e ipertrofico di Jean Luc Godard, intitolato Detective, sorta di anti-omaggio alla cinefilia sclerotizzata, il boss mafioso interpretato da Alain Cuny si rivolge a Nathalie Baye con lo stessa ferocia distruttiva che Godard destina agli ultimi rantoli del cinema di genere. Françoise Chenal, il personaggio interpretato dalla Baye, squinzia del produttore Jim Fox Warner (Johnny Hallyday), viene congelata dal boss in quest’immagine spietata “Bella come un falso botticelli“.