giovedì, Gennaio 21, 2021
Home festivalcinema Berlinale-69

Berlinale-69

Erde (Earth) di Nikolaus Geyrhalter – Berlinale 69 – Forum: recensione

Nikolaus Geyrhalter dirige Erde, analisi terminale sullo stato della terra

So Long, My Son (Di Jiu Tian Chang) di Wang Xiaoshuai – Berlinale 69 – Concorso: recensione

vSo long My son è un lavoro coraggioso che riesce a coniugare epos familiare e critica sociale

Die Kinder der Toten di Kelly Copper e Pavol Liška – Berlinale 69 – Forum: recensione

Copper e Pavol Liška prodotti da Ulrich Seidl compiono uno sforzo sovrumano per adattare il capolavoro di Elfriede Jelinek

Synonymes di Nadav Lapid – Berlinale 69 – Concorso: recensione

Parigi è il teatro di una bizzarra flânerie sotto il segno dell’assimilazione. Synonymes è un film bizzarro, un po’ ondivago ma estremamente vivo, guascone, salutare. La recensione dell'Orso d'oro a Berlino 2019

Acid di Alexander Gorchilin – Berlinale 2019 – Panorama: recensione

Con "Acid" Il giovane regista russo si tiene lontano dal maledettismo di un genere che è divenuto in alcuni casi tale e racconta, con la furia delle opere prime, quel senso di spossessamento anche "narrativo" che attraversa le notti e i giorni della generazione Z

La paranza dei Bambini di Claudio Giovannesi – Berlinale 69 – Concorso: recensione

Senza patetismi, senza voyeurismo, senza eccessi, ma invece con un incredibile controllo dell’estensione di senso dell’immagine, "La paranza dei Bambini" riesce a riscoprire la scioccante realtà psicologica della vicenda criminale. Il film di Claudio Giovannesi non sbaglia mai la misura della distanza di osservazione.

Der Boden unter den Füßen (The Ground beneath My Feet) di Marie Kreutzer – Berlinale 69 – Concorso: recensione

Un film misterioso che si fa strada nello spettatore come un tarlo gentile. The Ground beneath My Fee dell'austriaca Marie Kreutzer in concorso a Berlino 69

Der goldene Handschuh di Fatih Akin – Berlinale 69 – Concorso: recensione

Akin porta sullo schermo le malefatte di un serial killer amburghese come se fosse un plastico 1:1. In concorso a Berlino 69. La recensione

Grâce à Dieu di François Ozon – Berlinale 69 – Concorso: recensione

Ozon ricostruisce diligentemente il caso (ancora aperto) di un prete pedofilo a Lione. Grâce à Dieu in concorso a Berlino 69. La recensione

Ordet di Carl Theodor Dreyer – Berlinale Classics 2019: la recensione

Ordet, capolavoro di Dreyer del 1955, sarà presentato nella sezione Berlinale Classics, alla 69ma edizione del Berlin International Film Festival, per la prima volta restaurato digitalmente

Rebels of the neon god di Tsai Ming-liang – Berlinale 2019 – Panorama 40: la recensione

Panorama 40, la sezione celebrativa curata da Wieland Speck in seno alla cornice "Panorama" ospita anche il primo film di Tsai Ming Liang, Rebels of the neon god. La recensione

HOME VIDEO