lunedì, Settembre 28, 2020

Apu, il restauro della trilogia di Satyajit Ray: l’edizione Blu Ray Criterion per il mercato europeo

La Trilogia di Apu di Satyajit Ray. L’incendio e i negativi danneggiati

Nel Luglio del 1993 nei laboratori londinesi della Hendersons Film, scoppiò un incendio. Un brutto incidente che danneggiò anche i film della trilogia di Apu diretta dal regista indiano Satyajit Ray tra il 1955 e il 1959, appena arrivati dall’India e pronti per il trasferimento a Los Angeles, dove sarebbero stati conservati. Anche se erano bruciati in forma molto pesante, l’Academy decise di farsi spedire comunque il materiale, conservandolo nei loro archivi per i vent’anni successivi.

La Trilogia di Apu, il restauro di Criterion

In quegli anni, Lee Kline, direttore tecnico della Criterion, lavorava alla Sony Studios Colorworks di Culver City e ebbe l’opportunità di esaminare il materiale insieme a tutto lo staff tecnico. Per quanto fosse danneggiata in modo severo, l’immagine era ancora di buona qualità. Con avanzati strumenti tecnici di scansionamento della pellicola, dopo alcuni passaggi, l’equipe riuscì ad ottenere un’immagine ottima di “Aparajito”, il secondo titolo della trilogia. Gli anni successivi, dopo le prime prove, sono stati i più difficili. Kline ha lavorato a fianco dei tecnici de L’Immagine ritrovata della Cineteca di Bologna, il cui contributo è stato fondamentale. Furono eseguiti interventi di idratazione della pellicola, per renderlo meno fragile, riparazione delle giunzioni, rimozione di colla e residui causati dall’incendio. Un processo che li ha impegnati nel restauro dei negativi, fino a dove era possibile. Dove non era possibile, Kline è ricorso ad alcune alternative, tra cui copie del film conservate altrove, per effettuare un assemblaggio completo. Peggiori le condizioni di “Pather Panchali”, primo film della trilogia, dove la cera protettiva applicata sul negativo, si era fusa con esso a causa dell’incendio. Il restauro è stato difficilissimo e del negativo originale è stato utilizzato solamente il 40%, il resto del materiale proviene da altre copie ed è quindi di qualità inferiore, in termini di resa. Il film più danneggiato era il terzo della trilogia, “Apur Sansar”, dove i negativi si sono rivelati inutilizzabili. La stampa 35mm utilizzata era comunque in ottime condizioni e ha consentito a Criterion un restauro eccellente.

La Trilogia di Apu, il cofanetto Criterion Collection / Blu Ray, finalmente disponibile per il mercato europeo

Il cofanetto della Trilogia di Apu sarà disponibile in Blu Ray per il mercato europeo, attraverso la versione britannica dell’edizione Criterion.

Criterion da quattro anni a questa parte, pubblica anche per il mercato britannico DVD e Blu Ray Regione 2 / PAL, quindi compatibili con i lettori del vecchio continente  e venduti ad un prezzo più accessibile rispetto alle edizioni statunitensi, dove i costi complessivi possono lievitare considerevolmente a causa dei controlli doganali.

I prodotti Criterion UK sono disponibili su diversi store europei e consentono di acquistare le nuove pubblicazioni destinate al mercato Regione 2, che include anche l’Italia.

Il racconto di formazione di Apu, dall’infanzia nella rurale Bengai fino alla trasformazione in cittadino del mondo, sarà pubblicato da Criterion il prossimo 25 Maggio. “The Apu Trilogy”, oltre ai tre film di Satyajit Ray ispirati a due libri di Bibhutibhusan Banerjee, ovvero Pather Panchali (1955), Aparajito (1956) e Apur Sansar (1959), include numerosi contenuti speciali

  • Le nuove versioni restaurate in 4K, realizzate in collaborazione con L’Academy Film Archive della Academy of Motion Pictures Arts and Sciences, Il laboratorio L’Immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna.
  • Colonna sonora mono, non compressa. 
  • Registrazioni audio del regista Satyajit Ray (1958) mentre legge il suo saggio “A Long Time on The Little Road” e conversa con lo storico del cinema Gideon Bachmann
  • Nuove interviste con gli attori Soumitra Chatterjee, Shampa Srivastava e Sharmila Tagore
  • Intervista con l’assistente operatore Soumendu Roy
  • Intervista con lo sceneggiatore Ujjal Chakraborty
  • Il Making della Trilogia di Apu: un video saggio curato da Andrew Robinson, biografo di Ray
  • “La Trilogia di Apu”: A Closer Look, video saggio del produttore e insegnante Mamoun Hassan
  • Estratti dal documentario del 2003 “The Song of the Little Road”, con interventi del compositore e musicista Ravi Shankar
  • The Creative Person: “Satyajit Ray,”documentario di mezz’ora realizzato nel 1967 da James Beveridge, con interviste insieme a Ray, gli attori della trilogia e i membri del suo team creativo, oltre ad una conversazione con il critico cinematografico Chidananda Das Gupta
  • Alcune immagini di Ray mentre riceve l’Oscar nel 1992
  • Il film include una nuova sottotilozione in lingua inglese un booklet ricco di dettagli con i saggi dei critici Terrence Rafferty e Girish Shambu, oltre ad una selezione di storyboard realizzati da Ray per la produzione di Pather Panchali

Il Box Blu Ray “The Apu Trilogy” di Criterion Collection UK si può già pre-ordinare anche attraverso lo shop del British Film Institute

 

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertisment

FESTIVAL

Careless Crime di Shahram Mokri: recensione

Dopo due film tanto simili sembrava che Mokri avesse trovato il proprio personalissimo sistema di fare cinema e che fosse intenzionato a portarlo ancora avanti. Careless Crime però è diverso, ma allontanandosene ricorre alla riflessione sul tempo e lo spazio per trasformarsi in una dichiarazione d’intenti. La recensione di Careless Crime

Ca’ Foscari Short Film Festival 2020: Un festival diffuso

Dario Argento, Pino Donaggio, Lorenzo Mattotti gli ospiti speciali del Ca' Foscari Short. Festival "diffuso" tra location fisiche e web

The Flood Won’t Come di Marat Sargsyan: recensione

The Flood Won't Come, una decostruzione dell'aura sacrale che circonda l'odore della guerra. Visto alla SIC di Venezia 77, la recensione

Lucca Film Festival 2020: un festival diffuso

Lucca Film Festival e Europa Cinema, dal 25 settembre al 4 ottobre a Lucca e Viareggio. I concorsi e gli eventi speciali. Tutti i dettagli

Amedeo Nazzari, ritratto d’attore: la mostra a Roma dal 21 Settembre

Amedeo Nazzari, ritratto d'attore. La mostra fotografica dedicata al grande interprete, dal 21 settembre al 18 ottobre alla Casa Del Cinema di Roma

ECONTENT AWARD 2015