Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Con l'idea di portare cibo di qualità accessibile a tutti per le strade di Berlino, viene annunciata la missione di Kulinarisches Kino, la selezione di film legati al Cibo in seno alla Berlinale, che per l'edizione 64 unirà Slow Food a Street Food in collaborazione con Markthalle Neun e Slow Food Berlin 

Di

È dal 2007 che la Berlinale allestisce un evento dedicato alla stimolante relazione tra Cinema e Cibo attraverso la sezione chiamata “Kulinarisches Kino” che tradotto in modo del tutto diretto e “barbaro” significa “Cinema Culinario”.  Bilanciata tra la passione per la cucina e aspetti più squisitamente politico-ecologici, la sezione prende vita usualmente dopo gli screening ufficiali del programma principale, dove alcuni Chef si prodigano nella realizzazione di piatti ispirati dai titoli stessi e preparati secondo una filosofia completamente Slow Food che è quella della qualità e sopratutto della trasparenza nell’utilizzo delle materie prime.
Per l’immininente Berlinale 64, “Kulinarisches Kino” arriverà dritta nelle strade, grazie ad una stretta collaborazione con Markthalle Neun e Slow Food Berlin, due associazioni tra le più importanti del territorio Berlinese tra quelle votate alla missione del “mangiar bene”, che al motto di “Gut, sauber und fair!” scenderanno tra le vie della città offrendo “Street Food”; per l’occasione, durante il festival, sei furgoni di grandi dimensioni somministreranno cibo all’angolo tra Alte Potsdamer Straße e Varian-Fry-Straße.

Berlino, città apolide dove si incrociano le tradizioni gastronomiche di paesi molto diversi tra di loro, è probabilmente la piazza più importante e vitale per iniziative di questo tipo; negli ultimi decenni, le continue migrazioni di gruppi etnici hanno generato una fusione di tradizioni gastronomiche talmente ramificata da modificare il gusto dei nativi.  Un potenziale già sperimentato sul campo da  Markthalle Neun che lo scorso Aprile ha organizzato un evento di Street Food chiamato “Street Food Thursday”, idea che ha consentito all’associazione Berlinese di ottenere il prestigioso premio “Gastronomic Innovator 2013”  dalla rinomata giuria dei Master Chefs Berlinesi.

Un premio che ha fatto gioire anche il direttore del festival di Berlino, Dieter Kosslick, per il supporto che la Berlinale ha offerto negli anni ad una realtà come Markthalle Neun fin dalla sua fondazione: “Adesso la cucina legata allo “Street Food” offirà ai frequentatori del festival e agli appassionati di Cinema in visita a Berlino, alternative di qualità e assolutamente salutari”

Bernd Maier di Markthalle Neun ha dichiarato di essere molto eccitato dalla possibilità di mettere insieme la filosofia Slow Food con quella di un pubblico abituato alla casualità dello Street Food: “Offriremo un range Culinario molto vasto, toccando regioni del mondo che vanno dalla Corea fino al sud della Germania; ottima qualità accessibile a tutti”