giovedì, Febbraio 25, 2021

Dedicata a Mae West, Rosalind Russell e Carole Lombard, la retrospettiva della Berlinale 71

Mae West. Rosalind Russell e Carole Lombard. Tre identità attoriali capaci di sovvertire le regole censorie del codice Hays. A loro è dedicata la retrospettiva di Berlino 71, curata dal direttore della Deutsche Kinemathek, Rainer Rother.

No Angels – Mae West, Rosalind Russell & Carole Lombard” è il titolo che il curatore Rainer Rother, direttore della Deutsche Kinemathek, ha assegnato alla retrospettiva allestita per la 71/ma Berlinale. Tre attrici americane al centro, insieme ad un focus specifico sul Motion Picture Production Code che dal 1934 mise a dura prova in modo ancora più pesante le produzioni statunitensi. Il cosiddetto codice Hays era un sistema volontario che spingeva le produzioni hollywoodiane ad adottare un codice di autoregolamentazione morale, per evitare le forbici della censura. Con l’intenzione di proibire allusioni esplicite al sesso e a situazioni promiscue si indica una via, che puntualmente sarà disattesa dai ruoli e dalla filmografia di tre donne alla ricerca della propria identità attoriale, capace di sovvertire le regoline del codice.
La retrospettiva comprende alcune produzioni realizzate tra il 1932 e il 1943, nel pieno fulgore della screwball comedy. Motti di spirito, dialoghi al fulmicotone, apparente ingenuità e senso del ritmo.
Inaugura la retrospettiva il primo ruolo affidato a Mae West nel film diretto da Archie Mayo nel 1932 e intitolato Night After Night.

Mae West, Rosalind Russell, e Carole Lombard – ha dichiarato Rainer Rother – hanno qualcosa da raccontare al pubblico odierno su quello che sta accadendo proprio adesso. Esplorano argomenti e questioni senza tempo, come l’amore, la carriera e la complicità, mentre affrontano la propria personale identità ed energia sessuale. Nei loro film, queste tre attrici esprimono tutto questo in modo meraviglioso

Capaci di sovvertire le forme binarie del desiderio, le tre attrici contribuiscono a cambiarne ruoli e codici che regolano il matrimonio, la legittimazione, la determinazione oltre ad altri aspetti, come la relazione tra piccoli e grandi centri, la vita della campagna e quella della grande città.

Necessario ricordare che nel 1936 Carole Lombard diventa una vera e propria libera professionista, Rosalind Russell lavora liberamente per molti studios e la West continua a provocare il codice Hays con ruoli e attitudini, se si considera la mobilitazione massiva della censura contro i film da lei interpretati.

La retrospettiva, che sarà mostrata durante i due eventi della Berlinale, online e la Special Summer Edition, sarà accompagnata da un prezioso volume pubblicato dalla Deutsche Kinemathek e scritto dallo stesso Rainer Rother. Il volume ha il titolo della stessa retrospettiva, ovvero “No Angels – Mae West, Rosalind Russell & Carole Lombard” e sarà pubblicato in lingua Tedesca e Inglese durante il maggio 2021 al costo di 15 euro.

(La foto principale dell’articolo è: Rosalind Russell, Brian Aherne, in Hired Wife di William A. Seiter, USA 1940 – Fonte: British Film Institute, Courtesy of UNIVERSAL Studios Licensing, LLC)

No Angels, Mae West, Rosalind Russell & Carole Lombard, i film della retrospettiva della 71/ma Berlinale

  • Night After Night, USA 1932, di Archie Mayo
    con George Raft, Constance Cummings, Wynne Gibson, Mae West
  • No Man of Her Own, USA 1932, di Wesley Ruggles
    con Clark Gable, Carole Lombard, Dorothy Mackaill, Grant Mitchell
  • I’m No Angel, USA 1933, di Wesley Ruggles
    con Mae West, Cary Grant, Gregory Ratoff, Edward Arnold
  • She Done Him Wrong, USA 1933, di Lowell Sherman
    con Mae West, Cary Grant, Owen Moore, Gilbert Roland
  • Belle of the Nineties, USA 1934, di Leo McCarey
    con Mae West, Roger Pryor, Johnny Mack Brown, John Miljan
  • Lady by Choice, USA 1934, di David Burton
    con Carole Lombard, May Robson, Roger Pryor, Walter Connolly
  • Twentieth Century, USA 1934, di Howard Hawks
    con John Barrymore, Carole Lombard, Walter Connolly, Roscoe Karns
  • Goin’ to Town, USA 1935, di Alexander Hall
    con Mae West, Paul Cavanagh, Gilbert Emery, Marjorie Gateson
  • Hands Across the Table, USA 1935, di Mitchell Leisen
    con Carole Lombard, Fred MacMurray, Ralph Bellamy, Astrid Allwyn
  • Go West Young Man, USA 1936, di Henry Hathaway
    con Mae West, Warren William, Randolph Scott, Alice Brady
  • Klondike Annie, USA 1936, di Raoul Walsh
    con Mae West, Victor McLaglen, Philip Reed, Helen Jerome Eddy
  • My Man Godfrey, USA 1936, di Gregory La Cava
    con William Powell, Carole Lombard, Alice Brady, Gail Patrick
  • Nothing Sacred, USA 1937, di William A. Wellmann
    con Carole Lombard, Frederic March, Charles Winniger, Walter Connolly
  • True Confession, USA 1937, di Wesley Ruggles
    con Carole Lombard, Fred MacMurray, John Barrymore, Una Merkel
  • Every Day’s a Holiday, USA 1938, di A. Edward Sutherland
    con Mae West, Edmund Lowe, Charles Butterworth, Charles Winninger
  • Four’s a Crowd, USA 1938, di Michael Curtiz
    con Errol Flynn, Olivia de Havilland, Rosalind Russell, Patric Knowles
  • The Women, USA 1939, di George Cukor
    con Norma Shearer, Joan Crawford, Rosalind Russell, Mary Boland
  • Hired Wife, USA 1940, di William A. Seiter
    con Rosalind Russell, Brian Aherne, Virginia Bruce, Robert Benchley
  • His Girl Friday, USA 1940, di Howard Hawks
    con Cary Grant, Rosalind Russell, Ralph Bellamy, Gene Lockhart
  • My Little Chickadee, USA 1940, di Edward F. Cline
    con Mae West, W. C. Fields, Joseph Calleia, Dick Foran
  • Design for Scandal, USA 1941, di Norman Taurog
    con Rosalind Russell, Walter Pidgeon, Edward Arnold, Lee Bowman
  • Mr. & Mrs. Smith, USA 1941, di Alfred Hitchcock
    con Carole Lombard, Robert Montgomery, Gene Raymond, Jack Carson
  • This Thing Called Love, USA 1941, di Alexander Hall
    con Rosalind Russell, Melvyn Douglas, Binnie Barnes, Allyn Joslyn
  • My Sister Eileen, USA 1942, di Alexander Hall
    con Rosalind Russell, Brian Aherne, Janet Blair, George Tobias
  • Take a Letter, Darling, USA 1942, di Mitchell Leisen
    con Rosalind Russell, Fred MacMurray, Macdonald Carey, Constance Moore
  • To Be or Not to Be, USA 1942, di Ernst Lubitsch
    con Carole Lombard, Jack Benny, Robert Stack, Felix Bressart
  • What a Woman!, USA 1943,di Irving Cummings
    con Rosalind Russell, Brian Aherne, Willard Parker, Alan Dinehart
Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. È un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Si è occupato di formazione. Ha pubblicato volumi su cinema e new media. Produce audiovisivi

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertisment

FESTIVAL

ValdarnoCinema, Paolo Minuto è il nuovo direttore

Paolo Minuto è stato nominato Direttore Artistico della 39° edizione di ValdarnoCinema Film Festival storico evento dedicato al cinema indipendente che si tiene da 39 anni nella città di San Giovanni Valdarno (Ar).

My French Film Festival, grande successo con 13 milioni di views

Lo splendido Adolescentes di Sébastien Lifshitz vince il My French Film Festival. Grande successo per l'inziativa Unifrance con più di tredicimila visualizzazioni

Bruno Bozzetto, la rassegna online della Cineteca di Milano

Preziosa collaborazione tra la Bozzetto film e la Cineteca di Milano. Da domani fino al 24 di Febbraio, una rassegna del cinema d'animazione del grande Bruno Bozzetto. Tre lungometraggi, alcuni corti e un rarissimo documentario del 1961.

Luis Buñuel, l’omaggio streaming della cineteca di Milano

Dal 18 Febbraio, la cineteca di Milano propone una rassegna online dedicata al grande Luis Buñuel, di cui ricorre l'anniversario della nascita il prossimo 22 Febbraio

JFF Plus: il cinema giapponese in streaming gratuito

JFF Plus, festival online di cinema giapponese completamente gratuito e promosso in Italia da Istituto Giapponese di Cultura. Lo streaming comincia dal 26 febbraio 2021 ed è necessario registrarsi sul sito internazionale di The Japan Foundation.

ECONTENT AWARD 2015