Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Nona edizione per il Lucca Film Festival dal 23 al 27 settembre come al solito all'insegna del cinema sperimentale e di qualità, tra gli ospiti più importanti di questa edizione, Peter Greenaway e la prima retrospettiva italiana completa del cinema di Benedek Flieagauf, presente a Lucca per presentare le sue opere 

Di

Nona edizione per il Lucca Film Festival, manifestazione internazionale di Cinema da sempre attenta alla sperimentazione e ai formati ec-centrici del Cinema; quest’anno in programma dal 23 al 27 settembre nella città che lo accoglie da nove anni presso il cinema Centrale, l’auditorium della Fondazione Bml e Cinema Italia.

Come tutti gli anni l’organizzazione è a cura dell’associazione Vi(s)tanova e sponsorizzata dal Comune e Provincia di Lucca con il patrocinio della Regione Toscana e il sostegno della fondazione Cassa di Risparmio della Fondazione Banca del Monte di Lucca. Cristina Scaletti, assessore alla cultura della Regione Toscana ha parlato del festival come di una realtà nata dalla creatività di “ragazzi bravi e motivati che sta crescendo e sta diventando un bel laboratorio culturale. La Toscana si conferma terra di cinema e di sperimentazione, in grado di dare spazio ai giovani talenti e di essere una bella vetrina per le produzioni che non passano dalla grande distribuzione e dal cinema di massa“.

E il percorso del Lucca Film Festival continua con un omaggio a Peter Greenaway con la programmazione di cinque film; Greenaway stesso inaugurerà il festival lunedi 23 settembre al cinema Centrale con la proiezione di “Goltzius and the Pelican Company” (2012). Oltre a questo saranno proiettati “Giochi nell’acqua” (1988); “Il Ventre dell’Architetto” (1987); “L’ultima Tempesta” (1991) e “Lo Zoo di Venere” (1985). Il regista Gallese sarà presente in città anche il 21 e il 22 settembre per presentare l’opera multimediale “The Towers/Lucca Hubris” con cui animerà la facciata della chiesa di San Francesco appena restaurata, progetto promosso e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, realizzato con la collaborazione del Lucca Film Festival e prodotto da Change Performing Arts Milano con la collaborazione di ALDES.

Si prosegue con l’omaggio al regista ungherese Benedek Fliegauf, astro nascente della cinematografia Ungherese e non solo, autore di una serie di lungometraggi rigorosi e sperimentali; sound designer oltre che Cineasta “tout court” è forse la figura più ec-centrica tra i registi contemporanei del suo paese; tra i suoi titoli più noti, Womb, co-produzione Europea interpretata da una splendida Eva Green premiata a Locarno e il recente Just the Wind, gran premio della Giuria al 62.mo Festival di Berlino. Fliegauf sarà presente a Lucca dal 24 per presentare alcuni film tra cui la proiezione pomeridiana di Milky Way, prevista alle ore 18:00 del 24 Settembre al Cinema Centrale in piazza Cittadella.

Tra gli altri eventi prvisti alla nona edizione del Festival, un omaggio a Stan Brakhage a dieci anni dalla morte del regista Americano con la proiezione del suo lungometraggio “Dog Star Man”, ed un breve ritratto realizzato da Pip Chodorov realizzato poco prima della morte dell’artista e ancora un Omaggio a Antonì Padros, uno degli ospiti del Festival,  maestro del cinema spagnolo sperimentale di cui saranno proiettati sette film tra corti e lunghi in prima nazionale

Sono previsti alcuni eventi speciali tra cui l’incontro con il regista Adolpho Arrietta, inclusa la proiezione dei suoi ultimi film, mentre AudioDoc, alla sua prima edizione, è una rassegna nella rassegna dedicata agli audiodocumentari realizzata in collaborazione tra lo staff del festival, l’’Associazione Culturale Officine Abaco, lo Studio QZR, Radio 3 Rai, Audiodoc, il Comune e la Provincia di Lucca. Si tratta di otto ascolti e altrettante tavole rotonde, inclusi due workshop orientati alla comprensione dell’audiodocumentario. I nomi coinvolti nella rassegna sono quelli di Jonathan Zenti con “Fuga dalla Vittoria”, Ornella Bellucci, Flavia Piccinni, Angelo Van Shaik.

Last but not least, il progetto Lucca Effetto Cinema, installazione che consterà di un blue screen allestito per tutta la durata del festival in via San Paolini, 5 dove ognuno  potrà declamare frasi celebri dei film; ai partecipanti verrà regalata la clip ottenuta e girata con lo sfondo “virtuale” insieme ad un pacchetto di sconti con i Locali aderenti al progetto; e ancora il concorso Internazionale di Cortometraggi, grande vetrina internazionale al Lucca Film Festival, 30 corti da tutto il mondo in una selezione effettuata attraverso festival tra i più importanti (Venezia, Cannes, Toronto…).

23-27 Settembre 2013
Lucca Film Festival
Cinema Centrale | Auditorium della Fondazione Bml | Cinema Italia -