giovedì, Dicembre 8, 2022

Venezia 79, tutti i film della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Tutti i film di Venezia 79. In concorso Gianni Amelio, Emanuele Crialese, Koji Fukada, Luca Guadagnino. Fuori Concorso Lav Diaz, Kim Ki Duk, Walter Hill, Paul Schrader, enrico ghezzi e alessandro gagliardo, Sergei Loznitsa. Tutti i dettagli e alcune anticipazioni

Presentato stamani alle 11 in conferenza stampa il programma completo della 79/ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, che si svolgerà dal 31 Agosto al 10 settembre.

Il film d’apertura della mostra è “White Noise” di Noah Baumbach con Adam Driver e Greta Gerwig, un ritorno al lido per il regista americano dopo aver presentato nel 2019 Marriage Story.

È un grande onore aprire la 79. Mostra di Venezia con White Noise – dichiara il Direttore Alberto Barbera – Valeva la pena di aspettare per avere la certezza che il film fosse finito in tempo. Adattata dal grande romanzo di Don DeLillo, Baumbach ha realizzato un’opera originale, ambiziosa e avvincente, che gioca con misura su più registri: drammatico, ironico, satirico. Il risultato è un film che esamina le nostre ossessioni, i dubbi e le paure radicate negli anni ’80, ma con riferimenti molto chiari alla realtà contemporanea.

White Noise sarà proiettato mercoledì 31 agosto 2022 nella Sala Grande del Palazzo del Cinema (Lido di Venezia), nella serata di apertura della 79. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. White Noise è distribuito da Netflix.

White Noise di Noah Baumbach, foto stampa – press kit – Ufficio stampa Labiennale di Venezia

Tra i film presenti in concorso “Khers Nist“, di Jafar Panahi, recentemente condannato a sei anni di carcere dal regime fascista iraniano, ma che è riuscito ad ultimare il film in condizioni drammatiche. In concorso anche “Il signore delle formiche“, nuovo film di Gianni Amelio, interpretato da Luigi Lo Cascio, Elio Germano e Sara Serraiocco e ambientato nella Roma degli anni sessanta, intorno alle vicende del processo Braibanti e all’accusa di plagio che costò alla presunta vittima, uno studente del drammaturgo e poeta, le torture dell’ospedale psichiatrico. Amelio torna quindi a parlare della storia sociale e politica del nostro paese, con un’elegia tragica sulla diversità di ogni genere.

ampa Gianni Amelio sul set de “Il signore delle Formiche”, foto di Claudio Iannone, gentile concessione (press-kit) Ufficio Stampa Samanta della Longa / Quattrozeroquattro

Bones & All” è il nuovo film di Luca Guadagnino in concorso al festival. Scritto da David Kajganich, che ha collaborato con il regista in Suspiria e A Bigger Splash, è un adattamento del romanzo di Camille DeAngelis “Bones & All” (“Fino all’osso”), edito in Italia da Panini Books. Nel cast Taylor Russell, Timothée Chalamet, Michael Stuhlbarg, André Holland, Chloë Sevigny, David Gordon-Green, Jessica Harper, Jake Horowitz and Mark Rylance. Storia del primo amore tra Maren, una ragazza che sta imparando a sopravvivere ai margini della società, e Lee, un solitario dall’animo combattivo; è il viaggio on the road di due giovani che, alla continua ricerca di identità e bellezza, tentano di trovare il proprio posto in un mondo pieno di pericoli e che non riesce a tollerare la loro natura.

BONES AND ALL, directed by Luca Guadagnino, a Metro Goldwyn Mayer Pictures film. Foto Credit: Yannis Drakoulidis / Metro Goldwyn Mayer Pictures © 2022 Metro-Goldwyn-Mayer Pictures Inc. Concessione (press Kit – Ufficio Stampa Cristiana Caimmi & Co)

Torna in concorso al festival Darren Aronofsky con “The Whale“. Prodotto da A24 e dallo stesso Aronofsky con la sua Protozoa Pictures. Scritto da Samuel D. Hunter è la storia di Charlie, un professore d’inglese che soffre di grave obesità e tenta di riallacciare i rapporti con la figlia adolescente, che si è allontanata da lui, per cercare un’ultima possibilità di riscatto. Nei panni di Charlie il pluripremiato Brendan Fraser, al suo fianco Sadie Sink, amata protagonista della serie di culto Netflix Stranger Things.

Dopo Hannah, torna a Venezia in concorso anche Andrea Pallaoro, con un nuovo profilo femminile. “Monica” è il ritratto intimo di una donna che esplora i temi universali dell’abbandono e dell’accettazione, del riscatto e del perdono, film nato anche dal confronto di Pallaoro con la malattia della madre.

Trace Lysett in “Monica ” di Andrea Pallaoro. Concessione (press-kit) ufficio stampa Gabriele Barcaro

Ormai habituè del festival, Susanna Nicchiarelli porta in concorso la storia di Santa Chiara e quindi di Francesco D’Assisi attraverso quella lente politica e radicale che ha animato alcune temi del cattolicesimo del dissenso. “Chiara” è interpretato da Margherita Mazzucco, Andrea Carpenzano, Carlotta Natoli.

Chiara di Susanna Nicchiarelli – foto di Emanulea Scarpa © 2022 Vivo film, Tarantula – Concessione (press-kit) ufficio stampa Emanuele Barcaro

Emaniele Crialese presenta a Venezia il nuovo “L’immensità“, interpretato da Penélope Cruz, Luana Giuliani, Vincenzo Amato. Ambientato nella Roma degli anni settanta, racconta le trasformazioni sociali, politiche e identitarie legate ad una storia famigliare.

Penélope Cruz in “L’immensità” di Emanuele Crialese. Foto di Angelo Turretta. Concessione (press-kit) Gabriele Barcaro

Il nuovo film di Kōji Fukada intitolato “Love life” è tra quelli in concorso a Venezia 79. Nuovo film di quello che è considerato uno dei maggiori registi del cinema giapponese contemporaneo e già premiato a Cannes per lo straordinario Harmonium, Fukada firma un nuovo ritratto femminile, una riflessione sull’imprevedibilità della vita. Protagonista del film è Taeko (Fumino Kimura), la cui vita scorre tranquilla accanto al marito e al figlioletto Keita, finché un evento drammatico segna il ritorno del padre biologico del bambino, di cui la donna non aveva notizie da anni.

Love Life di Koji Fukada – (c) 2021, FILM PARTNERS & COMME DES CINEMAS – Concessione (Press Kit) – Teodora Film, ufficio stampa Stefano Finesi

Princess” di Roberto de Paolis è invece il film d’apertura della sezione Orizzonti del festival. Storia di una giovane clandestina nigeriana che vende il proprio corpo ai margini di una grande città. Come un’amazzone a caccia, si muove in una pineta che si estende fino al mare, un bosco incantato in cui rifugiarsi, nascondersi dalla vita, guadagnarsi il pane quotidiano. Per sopravvivere deve fiutare l’odore dei soldi, schivare pericoli e sentimenti, un cliente dopo l’altro, senza soluzione di continuità. Finché un giorno litiga con le amiche con cui condivide la strada e incontra un uomo che sembra volerla aiutare. Ma è soltanto da sola che Princess potrà salvarsi.

Princess di Roberto de Paolis, foto Concessione (press-kit) Ufficio Stampa Gabriele Barcaro

Tra i grandi autori fuori concorso segnaliamo Walter Hill con “Dead For a Dollar”, Paul Schrader, leone alla carriera, con “Master Gardener”, Lav Diaz con i 187 min. “When the Waves are gone”, Kim Ki Duk con il postumo Call of God, il ritorno di Lars Von Trier al formato “serie” con il terzo capitolo di “Kingdom”, intitolato The Kingdom Exodus, di cui a Venezia saranno presentati i primi cinque episodi.

Fuori concorso anche “Gli ultimi giorni dell’umanità“, film di enrico ghezzi e alessandro gagliardo. Con Aura Ghezzi e con le voci di Adelchi Ghezzi, enrico ghezzi, Toni Servillo. Prodotto da Matango in collaborazione con Rai Cinema e Luce Cinecittà e con le musiche originali di Iosonouncane. Dai 500 nastri registrati da enrico ghezzi, il panorama delle vicende umane incontra l’uomo con la macchina da presa. Il suo campo da gioco non ha confini, la sua curiosità non ha misura. Personaggi, situazioni e luoghi si accampano nel vissuto di un’umanità che è al contempo colei che vede e la cosa vista. Ma cosa sono gli ultimi giorni di questa umanità? Sono già trascorsi? Sono adesso o da venire?

Gli ultimi giorni dell’umanità di enrico ghezzi e alessandro gagliardo. Foto – press-kit fornito da Lucrezia Viti – boompr.

Tutti i film di Venezia 79 -CONCORSO

  • WHITE NOISE – FILM DI APERTURA di NOAH BAUMBACH, con Adam Driver, Greta Gerwig, Don Cheadle, Raffey Cassidy, Sam Nivola, May Nivola, Jodie Turner-Smith, André L. Benjamin e Lars Eidinger/ USA / 136’
  • IL SIGNORE DELLE FORMICHE di GIANNI AMELIO con Luigi Lo Cascio, Elio Germano, Leonardo Maltese, Sara Serraiocco / Italia / 134’
  • THE WHALE di DARREN ARONOFSKY con Brendan Fraser, Sadie Sink, Hong Chau, Samantha Morton, Ty Simpkins / USA / 117’
  • L’IMMENSITÀ di EMANUELE CRIALESE con Penélope Cruz, Luana Giuliani, Vincenzo Amato, Patrizio Francioni / Italia, Francia / 97’
  • SAINT OMER di ALICE DIOP con Kayije Kagame, Guslagie Malanda, Valérie Dréville, Aurélia Petit / Francia / 122’
  • BLONDE di ANDREW DOMINIK con Ana de Armas, Adrien Brody, Bobby Cannavale, Xavier Samuel, Julianne Nicholson, Lily Fisher / USA / 165’
  • TÁR di TODD FIELD con Cate Blanchett, Noémie Merlant, Nina Hoss, Sophie Kauer, Julian Glover, Allan Corduner, Mark Strong / USA / 158’
  • LOVE LIFE di KÔJI FUKADA con Fumino Kimura, Kento Nagayama, Atom Sunada / Giappone, Francia / 123’
  • BARDO, FALSA CRÓNICA DE UNAS CUANTAS VERDADES (BARDO, FALSE CHRONICLE OF A HANDFUL OF TRUTHS) di ALEJANDRO G. IÑÁRRITU con Daniel Giménez Cacho, Griselda Siciliani, Ximena Lamadrid, Iker Sanchez Solano, Andrés Almeida, Francisco Rubio / Messico
  • ATHENA di ROMAIN GAVRAS con Dali Benssalah, Sami Slimane, Anthony Bajon, Ouassini Embarek, Alexis Manenti / Francia / 97’
  • BONES AND ALL di LUCA GUADAGNINO con Taylor Russell, Timothée Chalamet, Mark Rylance, André Holland, Chloë Sevigny, Jessica Harper, David Gordon Green, Michael Stuhlbarg, Jake Horowitz / USA / 130’
  • THE ETERNAL DAUGHTER di JOANNA HOGG con Tilda Swinton, Joseph Mydell, Carly-Sophia Davies / UK, USA / 96’
  • SHAB, DAKHELI, DIVAR (BEYOND THE WALL) di VAHID JALILVAND con Navid Mohammadzadeh, Diana Habibi, Amir Aghaee / Iran / 126’
  • THE BANSHEES OF INISHERIN di MARTIN MCDONAGH con Colin Farrell, Brendan Gleeson, Kerry Condon, Barry Keoghan / Irlanda, UK, USA / 109’
  • ARGENTINA, 1985 di SANTIAGO MITRE con Ricardo Darín, Peter Lanzani, Alejandra Flechner, Norman Briski / Argentina, USA / 140’
  • CHIARA di SUSANNA NICCHIARELLI con Margherita Mazzucco, Andrea Carpenzano, Carlotta Natoli, Paola Tiziana Cruciani, Luigi Lo Cascio / Italia, Belgio / 106’
  • MONICA di ANDREA PALLAORO con Trace Lysette, Patricia Clarkson, Adriana Barraza, Emily Browning, Joshua Close / USA, Italia / 106’
  • KHERS NIST (NO BEARS) di JAFAR PANAHI con Jafar Panahi, Naser Hashemi, Vahid Mobaseri, Bakhtiar Panjeei, Mina Kavani, Reza Heydari / Iran / 106’
  • ALL THE BEAUTY AND THE BLOODSHED di LAURA POITRAS USA / 113’
  • UN COUPLE (A COUPLE) di FREDERICK WISEMAN con Nathalie Boutefeu / Francia, USA / 63’
  • THE SON di FLORIAN ZELLER con Hugh Jackman, Laura Dern, Vanessa Kirby, Zen McGrath, Anthony Hopkins, Hugh Quarshie / UK / 123’
  • LES MIENS (OUR TIES) di ROSCHDY ZEM con Sami Bouajila, Roschdy Zem, Meriem Serbah, Maïwenn, Rachid Bouchareb, Abel Jafrei, Nina Zem / Francia / 85’
  • LES ENFANTS DES AUTRES (OTHER PEOPLE’S CHILDREN) di REBECCA ZLOTOWSKI con Virginie Efira, Roschdy Zem, Chiara Mastroianni, Callie Ferreira / Francia / 104’

Venezia 79 – Fuori concorso

  • THE HANGING SUN – FILM DI CHIUSURA di FRANCESCO CARROZZINI con Alessandro Borghi, Jessica Brown Findlay, Sam Spruell, Frederick Schmidt, Raphael Vicas, Peter Mullan, Charles Dance / Italia, UK / 93’
  • KAPAG WALA NANG MGA ALON (WHEN THE WAVES ARE GONE) di LAV DIAZ con John Lloyd Cruz, Ronnie Lazaro, Shamaine Centenera-Buencamino, Dms Boongaling / Filippine, Francia, Portogallo, Danimarca / 187’
  • LIVING di OLIVER HERMANUS con Bill Nighy, Aimee Lou Wood, Alex Sharp, Tom Burke / UK / 102’
  • DEAD FOR A DOLLAR di WALTER HILL con Christoph Waltz, Willem Dafoe, Rachel Brosnahan, Warren Burke, Benjamin Bratt / USA ,Canada / 114’
  • KÕNE TAEVAST (CALL OF GOD) di KIM KI-DUK con Zhanel Sergazina, Abylai Maratov / Estonia, Kirghizistan, Lettonia / 81’
  • DREAMIN’ WILD di BILL POHLAD con Casey Affleck, Noah Jupe, Zooey Deschanel, Chris Messina, Jack Dylan Grazer, Walton Goggins, Beau Bridges / USA / 110’
  • MASTER GARDENER di PAUL SCHRADER con Joel Edgerton, Sigourney Weaver, Quintessa Swindell / USA / 107’
  • SICCITÁ di PAOLO VIRZÌ con Claudia Pandolfi , Silvio Orlando , Valerio Mastrandrea , Sara Serraiocco, Elena Lietti, Gabriel Montesi, Tommaso Ragno, Max Tortora, Monica Bellucci, Diego Ribon , Vinicio Marchioni, Emanuela Fanelli / Italia
  • PEARL di TI WEST con Mia Goth, David Corenswet, Tandi Wright, Matthew Sunderland, Emma Jenkins-Purro / USA / 102’
  • DON’T WORRY DARLING di OLIVIA WILDE con Florence Pugh, Harry Styles, Chris Pine, Olivia Wilde, KiKi Layne, Gemma Chan / USA / 122’

NON FICTION

  • FREEDOM ON FIRE: UKRAINE’S FIGHT FOR FREEDOM di EVGENY AFINEEVSKY Ucraina, UK, USA / 118’
  • THE MATCHMAKER di BENEDETTA ARGENTIERI Italia / 90’
  • GLI ULTIMI GIORNI DELL’UMANITÀ di ENRICO GHEZZI, ALESSANDRO GAGLIARDO Italia / 200’
  • A COMPASSIONATE SPY di STEVE JAMES USA / 101’
  • MUSIC FOR BLACK PIGEONS di JØRGEN LETH, ANDREAS KOEFOED Danimarca / 90’
  • THE KIEV TRIAL di SERGEI LOZNITSA Paesi Bassi, Ucraina / 106’
  • IN VIAGGIO di GIANFRANCO ROSI Italia / 80’
  • BOBI WINE GHETTO PRESIDENT di CHRISTOPHER SHARP, MOSES BWAYO Uganda, UK, USA / 121’
  • NUCLEAR di OLIVER STONE USA / 119’

FUORI CONCORSO – SERIES

  • RIGET EXODUS (THE KINGDOM EXODUS) (EPISODI 1-5) di LARS VON TRIER con Bodil Jørgensen, Mikael Persbrandt, Tuva Novotny, Lars Mikkelsen, Nikolaj Lie Kaas, Nicolas Bro, Alexander Skarsgård / Danimarca / 291’
  • COPENHAGEN COWBOY (EPISODI 1-6) di NICOLAS WINDING REFN con Angela Bundalovic, Andreas Lykke Jorgensen, Li li Zhang, Zlatko Buric, Ramadan Huseini, Dragana Milutinovic / Danimarca / 292’

FUORI CONCORSO – CORTOMETRAGGI

  • CAMARERA DE PISO (MAID) di LUCRECIA MARTEL con Jorgelina Contreras, Daniel Valenzuela, Anavelí Acero, Ariel Gigena / Argentina, Messico / 11’
  • A GUERRA FINITA di SIMONE MASSI voce di Gino Strada / animazione / Italia / 4’
  • IN QUANTO A NOI di SIMONE MASSI voce di Wim Wenders / animazione / Italia / 5’
  • LOOK AT ME di SALLY POTTER con Javier Bardem, Chris Rock / UK, USA / 16’

Venezia 79, ORIZZONTI

  • PRINCESS – FILM DI APERTURA di ROBERTO DE PAOLIS con Glory Kevin, Lino Musella, Sandra Osagie, Salvatore Striano, Maurizio Lombardi / Italia / 111’
  • OBET’ (VICTIM) di MICHAL BLAŠKO con Vita Smachelyuk, Gleb Kuchuk, Igor Chmela, Viktor Zavadil, Inna Zhulina, Alena Mihulová / Slovacchia, Repubblica Ceca, Germania / 91’
  • EN LOS MÁRGENES (ON THE FRINGE) di JUAN DIEGO BOTTO con Penélope Cruz, Luis Tosar / Spagna, UK / 105’
  • TRENQUE LAUQUEN di LAURA CITARELLA con Laura Paredes, Ezequiel Pierri, Rafael Spregelburd, Elisa Carricajo, Juliana Muras, Verónica Llinás, Cecilia Rainero / Argentina, Germania / Parte 1: 120′ / Parte 2: 120′
  • VERA di TIZZA COVI, RAINER FRIMMEL con Vera Gemma, Daniel De Palma, Sebastian Dascalu, Annamaria Ciancamerla, Walter Saabel / Austria / 115’
  • INNOCENCE di GUY DAVIDI Danimarca, Israele, Finlandia, Islanda / 100’
  • BLANQUITA di FERNANDO GUZZONI con Laura López, Alejandro Goic, Amparo Noguera, Marcelo Alonso, Daniela Ramírez, Ariel Grandón / Cile, Messico / 94’
  • POUR LA FRANCE (FOR MY COUNTRY) di RACHID HAMI con Karim Leklou, Shaïn Boumedine, Lubna Azabal, Samir Guesmi, Laurent Lafitte, Vivian Sung / Francia, Taipei / 113’
  • ARU OTOKO (A MAN) di KEI ISHIKAWA con Satoshi Tsumabuki, Sakura Andô, Masataka Kubota, Nana Seino / Giappone / 121’
  • CHLEB I SOL (BREAD AND SALT) di DAMIAN KOCUR con Tymoteusz Bies, Jacek Bies, Dawid Piejko,Nikola Raczko, Nadim Suleiman, Nadeem Shalave / Polonia / 100’
  • LUXEMBOURG, LUXEMBOURG di ANTONIO LUKICH con Amil Nasirov, Ramil Nasirov, Lyudmyla Sachenko / Ucraina / 105’
  • TI MANGIO IL CUORE di PIPPO MEZZAPESA con Elodie, Francesco Patanè, Francesco Di Leva, Lidia Vitale, Brenno Placido, Tommaso Ragno, Michele Placido / Italia / 115’
  • SPRE NORD (TO THE NORTH) di MIHAI MINCAN con Soliman Cruz, Nikolai Becker, Bartholome Guingona, Emmanuel Sto. Domingo, Olivier Ho Hio Heen, Alexandre NGuyen / Romania, Francia, Grecia, Bulgaria, Repubblica Ceca / 122’
  • AUTOBIOGRAPHY di MAKBUL MUBARAK con Kevin Ardilova, Arswendy Bening Swara, Haru Sandra, Rukman Rosadi / Indonesia, Francia, Germania, Polonia, Singapore, Filippine, Qatar/ 116’
  • LA SYNDICALISTE (THE SITTING DUCK) di JEAN-PAUL SALOMÉ con Isabelle Huppert, Grégory Gadebois, Marina Foïs, Yvan Attal, François-Xavier Demaison, Pierre Deladonchamps / Francia, Germania / 122’
  • JANG-E JAHANI SEVOM (WORLD WAR III) di HOUMAN SEYIEDI con Mohsen Tanabandeh, Neda Jebreili, Mahsa Hejazi, Navid Nosrati/ Iran / 117’
  • NAJSREЌNIOT ČOVEK NA SVETOT (THE HAPPIEST MAN IN THE WORLD) di TEONA STRUGAR MITEVSKA con Jelena Kordić Kuret, Adnan Omerović, Labina Mitevska, Ana Kostovska, Ksenija Marinković, Izudin Bajrović / Macedonia del Nord, Bosnia-Erzegovina, Belgio, Croazia, Danimarca, Slovenia / 95’
  • A NOIVA (THE BRIDE) di SÉRGIO TRÉFAUT con Joana Bernardo, Lola Dueñas, Hugo Bentes / Portogallo / 81’

ORIZZONTI – CORTOMETRAGGI

  • CHRISTOPHER AT SEA di TOM CJ BROWN Animazione / Francia, USA / 20’
  • MANUALE DI CINEMATOGRAFIA PER DILETTANTI – VOL. I di FEDERICO DI CORATO Italia / 20’
  • ALT PÅN EN GANG (EVERYTHING AT ONCE) di HENRIK DYB ZWART con Steinar Kloumann Hallert, Elisabeth Aschehoug, Sondre Larsen / Norvegia / 8’
  • TRIA – DEL SENTIMENTO DEL TRADIRE di GIULIA GRANDINETTI con Irene Casagrande, Anastasia Almo, Sofia Almo, Laura Giannatiempo / Italia / 17’
  • NOCOMODO di LOLA HALIFA-LEGRAND con Tissem Boukchem, Gaspard Caens, Bastien Bouillon, Esther Garrel / Francia / 13’
  • RUTUBET (THE MOISTURE) di TURAN HASTE con Mucahit Kocak, Okan Selvi, Muhammed Mayda, Baran Salman / Turchia / 20’
  • SNOW IN SEPTEMBER di LKHAGVADULAM PUREV-OCHIR con Sukhbat Munkhbaatar, Nomin Erdene Ariunbyamba, Enkhgerel Baasjanav, Odgerel Bat-Orshikh / Francia, Mongolia / 20’
  • QING BIE GUA DUAN (PLEASE HOLD THE LINE) di TAN CE DING con Kendra Sow, Puie Heng Chen, Billy Ng, Ruby Faye / Malesia / 19’
  • THE FRUIT TREE di ISABELLE TOLLENAERE con Sharleece Bourne, Alexis Bolden / Belgio / 14’
  • III di SALOMÉ VILLENEUVE con Anne Florence Lavigne-Desjardins, Eliott Desjardins Gauthier, Alexandre Dupras / Canada / 12’
  • LOVE FOREVER di CLARE YOUNG con Hannah McKenzie, Beau Cram / Australia / 12’
  • SAHBETY (MY GIRLFRIEND) di KAWTHAR YOUNIS con Marc Haggar, Elham Safieddine, Fadel El Garhy, Sonia Farid / Egitto / 16’

ORIZZONTI EXTRA

  • L’ORIGINE DU MAL (ORIGIN OF EVIL) – FILM DI APERTURA di SÉBASTIEN MARNIER con Laure Calamy, Doria Tillier, Jacques Weber, Dominique Blanc, Suzanne Clément, Céleste Brunnquell / Francia, Canada / 125’
  • HANGING GARDENS di AHMED YASSIN AL DARADJI con Wissam Diyaa, Jawad Al Shakarji, Hussain Muhammad Jalil, Akram Mazen Ali / Iraq, Palestina, Arabia Saudita, Egitto, UK / 117’
  • AMANDA di CAROLINA CAVALLI con Benedetta Porcaroli, Galatéa Bellugi, Giovanna Mezzogiorno, Michele Bravi / Italia / 93’
  • ZAPATOS ROJOS (RED SHOES) di CARLOS EICHELMANN KAISER con Eustacio Ascacio, Natalia Solián / Messico, Italia / 82’
  • NEZOUH di SOUDADE KAADAN con Hala Zein, Kinda Aloush, Nizar Alani, Samer Almasri / UK, Siria, Francia / 100’
  • NOTTE FANTASMA di FULVIO RISULE con Edoardo Pesce, Yothin Clavenzani / Italia / 83’
  • BI ROYA (WITHOUT HER) di ARIAN VAZIRDAFTARI con Tannaz Tabatabaei, Saber Abar, Shadi Karamroudi, Reza Davoudnezhad, Maedeh Tahmasbi, Faranak Kalantar / Iran / 110’
  • VALERIA MITHATENET (VALERIA IS GETTING MARRIED) di MICHAL VINIK con Lena Fraifeld, Dasha Tvoronovich, Yaakov Zada Daniel, Avraham Shalom Levi / Israele, Ucraina / 76’
  • GOLIATH di ADILKHAN YERZHANOV con Berik Aytzhanov, Daniyar Alshinov, Dmitrij Chebotarev, Alexandra Revenko, Rabiya Abish, Yerken Gubashev / Kazakistan, Russia / 92’
Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

CINEMA UCRAINO

Cinema Ucrainospot_img

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Indie-eye Su Youtubespot_img

FESTIVAL

ECONTENT AWARD 2015

spot_img