Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Dicembre 7th, 2007
River To River Settima Edizione; Cinema Indiano a Firenze dal 7 al 13 Dicembre – Intervista a Selvaggia Velo.

Di

rivertoriver_logo1.jpgGiunto alla sua settima edizione, il festival del cinema Indiano indipendente e Off-Bollywood diretto da Selvaggia Velo si conferma come l’unica vera novità nel palinsesto complessivo dei 50 giorni di cinema Internazionale allestiti al Gambrinus di Firenze, unica vera novità in una festa sicuramente utile ma che sostanzialmente ha appiccicato i pezzi di un sistema endogeno resistente e diffidente a qualsiasi tipo di rinnovamento. Con River To River Selvaggia Velo ha costruito una piccola-grande realtà, che insieme al Korea Film Fest rappresenta una delle risorse cinematografiche più vitali e importanti della città. La selezione di quest’anno comprende sei lungometraggi tra cui Dosar, uno degli ultimi film di Rituparno Ghosh presente con un altro lungometraggio anche al recente Roma Film Fest; l’esordio di Bhavna Talwar con Dharm e l’ultimo film di Girish Kasaravalli, Naayi Neralu. Moltissimi i documentari e i cortometraggi selezionati, tra cui due d’animazione e assolutamente da non perdere la retrospettiva dedicata a Bimal Roy, uno dei registi più importanti del cinema Indiano, omaggiato con tre film tra cui la terza (1955) delle quattro versioni di Devdas realizzate in India; per l’occasione Joy Roy, figlio del maestro indiano, sarà a Firenze per presentare Remembering Bimal Roy, un documentario realizzato intorno alla figura e alle opere del padre presentato in prima mondiale al River To River Festival. Le occasioni, gli incontri e i motivi per esser presenti dal 7 al 13 dicembre alla settima edizione dei festival del cinema Indiano indipendente ce le racconta Selvaggia Velo in questo videodocumento registrato nei locali del Cinema Gambrinus a Firenze. Tra le risorse online, in programma dettagliato del festival consultabile da questo link del sito ufficiale e una presentazione di Stefania Ippoliti, Direttore della Mediateca Regionale Toscana/Film Commission.

[flv]https://www.indie-eye.it/video/uploads/rivertoriver_trailer.flv[/flv]

Il 15 novembre scorso il ciclone Sidr ha colpito duramente alcune zone del Bangladesh, terra natale di Bimal Roy, il regista al quale è dedicata la retrospettiva. River to River. Florence Indian Film Festival ha deciso di destinare alle vittime del ciclone una parte dell’incasso dei biglietti che verrà consegnato a Medici Senza Frontiere durante la serata finale. In quest’occasione, un rappresentante di MSF darà un aggiornamento sulla situazione nelle zone più colpite dal ciclone Sidr e sulle attività a favore delle vittime.