giovedì, Gennaio 27, 2022

Lola Montès e La signora di Tutti di Max Ophüls e Katzelmacher di Fassbinder, i nuovi DVD Viggo

A partire dal 2015 Viggo è il marchio che prosegue l’avventura della gloriosa Rypley’s Home Video cominciata nel lontano 2001. Tornano quindi titoli di altissima qualità corredati da booklet critici illustrati e dettagliatissimi.
Le nuove tre uscite riguardano due capolavori del regista preferito da Stanley Kubrick, il grande Max Ophüls. Il primo è Lola Montès, tratto dal romanzo di Cécil Saint-Laurent e prende le mosse dalla vita reale di Eliza Rosanna Gilbert, in arte Lola Montez, danzatrice, attrice, avventuriera irlandese nata a Grange nel 1821, morta a New York nel 1861. Proposto in versione restaurata il film fu il primo film a colori e il primo film girato nel formato widescreen di Max Ophüls. I “Cahiers du Cinema”, con in testa Francois Truffaut, furono i primi ammiratori e sostenitori del film e, nei primi anni Sessanta, il critico cinematografico americano Andrew Sarris definì Lola Montès “il più grande film mai realizzato”.

“La signora di tutti” è l’unico film in lingua italiana girato da Ophüls e prodotto da Angelo Rizzoli attraverso la sua Novella Film. Con una canzone dallo stesso titolo, intepretata da Nelly Corradi il film sancisce il successo internazionale di Isa Miranda nella parte di Gaby Doriot donna per la quale perdono la testa e anche la vita numerosi uomini. Sono presenti tutti i temi cari al regista, lo spettacolo visto e raccontato come mondo illusorio e crudele, la mercificazione della diva, il gusto della perdizione. Le tecniche di ripresa, l’intricata struttura di flashback, una diffusa e sospesa atmosfera onirica anticipano le opere successive di Ophüls e in particolare il suo ultimo capolavoro, Lola Montès.

Katzelmacher è il terzo DVD proposto tra le novità di Viggo, una delle opere più significative della fine degli anni sessanta nella filmografia di Rainer Werner Fassbinder, nata in quello scambio proficuo e spesso furibondo tra piece teatrale e adattamento cinematografico. Il titolo si riferisce ad un’espressione bavarese dispregiativa che indica gli immigrati dell’Europa meridionale, l’etimologia deriva da un’etimologia popolare chesi riferisce a qualsiasi straniero che proviene dal sud, che mette incinta una tedesca senza remore. Marie è la donna di Erich, Paul va a letto con Helga, Peter si fa mantenere da Elysabeth e Rosy si intrattiene con Franz per denaro. Questi rapporti che ognuno dei personaggi ha all’interno del gruppo – rapporti di sfruttamento e reciproca aggressività – diventano ancora più crudeli quando fa la sua apparizione l’immigrato Jorgos (un”Katzelmacher” ) , che diventa inquilino di Elisabeth e viene subito emarginato come “animale” e “comunista”. Freddo e lucidamente spietato, semplice nella messa in scena, profetico per le paure e le ansie collettive verso gli “immigrati invasori”.

Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertismentspot_img

FESTIVAL

ECONTENT AWARD 2015

spot_img