mercoledì, Dicembre 7, 2022

Doris Wishman: tutto il cinema sexploitation restaurato in Blu Ray

Something Weird pubblica tre imperdibili cofanetti Blu Ray dedicati al cinema di Doris Wishman, che contengono tre dischi ciascuno. Dai Nudies, ai noir sexploitation più oltraggiosi.

Doris Wishman è una delle registe donne più prolifiche nella storia del cinema americano. La scrittrice, regista e montatrice ha creato collisioni, spesso involontarie, tra surrealismo ed exploitation, tanto da produrre un cinema atipico che sembra provenire da un universo alternativo e parallelo. La sua carriera comincia nei primi anni 60 e arriva fino al nuovo millennio. Morta durante l’agosto di venti anni fa, non ha mai rivelato la sua età anche se il suo principale biografo ne colloca la nascita nel 1920. Controparte femminile di Ed Wood almeno in termini produttivi, ha realizzato con modalità autarchiche più di 30 lungometraggi se includiamo quelli diretti dietro pseudonimo.

Nata Manhattan rimane orfana di madre sin dalla tenera età per seguire il padre e altri sei fratelli nella contea di Westchester. Farà la segretaria all’interno di un’attività di distribuzione cinematografica e sposerà un dirigente pubblicitario.

La sua attività come cineasta comincia quando capisce che poteva produrre e distribuire tutto da sola, cominciando dai cosiddetti Nudies, i film realizzati nei campi per nudisti, che anche Ed Wood realizzò all’inizio della sua carriera; il più noto di questi è ‘Blaze Starr Goes Nudist”, il cui titolo si riferisce alla nota regina del Burlesque, qui nel suo unico lungometraggio.

Sono circa otto i suoi Nudies, ma è più importante quello che realizzerà successivamente, privilegiando melodrammi a sfondo sessuale dove le donne sono figure dolenti sfruttate dal potere maschile. Nudità e violenza erano gli ingredienti principali, ma colpisce nel suo cinema uno stile incentrato sull’esaltazione estrema del dettaglio, l’attenzione quasi iperrealistica agli oggetti, interni di un mondo lanciato verso un’insensata postmodernità che sembra adesso totalmente alieno, ma anche strani intrecci tra melodramma e lesbismo.

Something Weird, benemerita label attiva sin dagli anni novanta, in collaborazione con AGFA pubblica una collezione Blu Ray dedicata ai lavori della Wishman, che include molti dei suoi film.

I tre dischi di The Films of Doris Wishman: THE DAYLIGHT YEARS passano in rassegna l’era nudies della sua carriera. Da Nude on the Moon, film censuratissimo a Hideout in the sun. Le edizioni proposte sono una standard edition al costo di 34,95 dollari più spese di spedizione e una edizione deluxe, con slipcase a 49,95 dollari più spese di spedizione.

Questo il contenuto dei dischi

Disco 1: NUDE ON THE MOON (1961), BLAZE STARR GOES NUDIST (1962)

• Restauro dai negativi originali 35mm
• NUDE ON THE MOON Commento audio con il regista Frank Henenlotter and il filmmaker Anthony Snead
• BLAZE STARR GOES NUDIST Commento audio con il biografo della Wishman Michael Bowen
• Theatrical Trailer
• “Daylight Years” galleria fotografica
• Booklet con l’introduzione di Lisa Petrucci di Something Weird’s e un’intervista d’epoca con
Doris Wishman

Disco 2: HIDEOUT IN THE SUN (1960), GENTLEMEN PREFER NATURE GRLS (1963)

• HIDEOUT IN THE SUN dalla stampa in 16 mm proveniente dall’archivio privato di Doris Wishman
• HIDEOUT IN THE SUN Commento audio con il biografo della Wishman Michael Bowen
• GENTLEMEN PREFER NATURE GIRLS restauro dai negativi 35mm originali
• Intervista inedita a Doris Wishman del 1974 (sottotitolata originariamente sulla pellicola 16mm, l’audio è andato perduto)
• Theatrical Trailers

Disco 3: DIARY OF A NUDIST (1961), THE PRINCE AND THE NATURE GIRL (1965)

• DIARY OF A NUDIST restauo dai negativi originali 35mm
• DIARY OF A NUDIST Commento audio con la storica del cinema queer Elizabeth Purchell
• THE PRINCE AND THE NATURE GIRL copia d’archivio 35mm, l’unica esistente, con frammenti in tedesco con sottotitoli inglesi

The Films of Doris Wishman: THE MOONLIGHT YEARS, è il secondo cofanetto della collezione e include i film noir e sexploitation che vanno da Da Bad Girls Go to Hell (l’iconica epopea poliziesca di Wishman) a Indecent Desires (sexploitation con sfumature horror). Il costo è identico al primo cofanetto, nelle versioni standard e deluxe.

Questo il contenuto del cofanetto

Disco 1: BAD GIRLS GO TO HELL (1965), INDECENT DESIRES (1968), and A TASTE OF FLESH (1967)

• restauro 2K dai negativi originali 35mm
• A TASTE OF FLESH restauro dal master VHS Something Weird
• BAD GIRLS GO TO HELL Commento audio con il regista Frank Henenlotter and il filmmaker Anthony Snead
• INDECENT DESIRES Commento audio con la storica del cinema queer Liz Purchell

Theatrical Trailers
• Booklet with introduzioone di Lisa Petrucci e intervista d’epoca a Doris Wishman Interview firmata da Mike Watt

Disco 2: ANOTHER DAY ANOTHER MAN (1966), MY BROTHER’S WIFE (1966) and PASSION FEVER (1969)

• restauro 2K dai negativi originali 35mm
• PASSION FEVER restauro dal master della VHS Something Weird
• MY BROTHER’S WIFE Commento audio con il biografo della Wishman Michael Bowen
• Theatrical Trailers
• “Moonlight Years” foto galleria

Disco 3: THE SEX PERILS OF PAULETTE (1964), THE HOT MONTH OF AUGUST (1966) and TOO MUCH TOO OFTEN (1968)

• restauro 2K dai negativi originali 35mm
• TOO MUCH TOO OFTEN restauro dal master VHS Something Weird
• Theatrical Trailers

Il terzo cofanetto dell’indispensabile raccolta Something Weird dedicata al cinema undergound e sexploitation di Doris Whishman si chiama THE TWILIGHT YEARS ed esamina l’ultima grande era della sua carriera. Da Deadly Weapons e Double Agent 73 (epopee del crimine con protagonista l’iconico Chesty Morgan) a Let Me Die a Woman (un semi-documentario sui transgender)

Questo il contenuto del cofanetto, venduto nelle due versioni standard e deluxe come gli altri due

Disco 1: DEADLY WEAPONS (1974) and DOUBLE AGENT 73 (1974)

• restauro 2Kdai negativi originali 35mm
• DEADLY WEAPONS Commento audio con il biografo di Doris Wishman Michael Bowen
• DEADLY WEAPONS Commento audio con Annie Choi e Joseph A. Ziemba di Bleeding Skull
• DOUBLE AGENT 73 Commento audio con il regista Frank Henenlotter
• Theatrical Trailers
• Booklet con intro di Lisa Petrucci and intervista vintage con Doris Wishman condotta dalla video artista Peggy Ahwesh

Disco 2: THE AMAZING TRANSPLANT (1970) and LET ME DIE A WOMAN (1977)

• restauro 2K dai negativi originali 35mm
• LET ME DIE A WOMAN commento audio con l’artista e porno performer Carta Monir
• Theatrical Trailers
• “Twilight Years” photo gallery

Disco 3: THE IMMORAL THREE (1975) and KEYHOLES ARE FOR PEEPING (1972), LOVE TOY (1971)

• restauro 2K dai negativi originali 35mm
• THE IMMORAL THREE commento audio – del selezionatore Lars Nilsen & di Bret Berg, di AGFA
• Theatrical Trailers

Ai tre cofanetti che passano in rassegna tutta la carriera di Doris Wishman, something weird aggiunge un LP 33 giri e un CD che contengono le tacce musicali originali utilizzate nei film, ma anche l’audio rarissimo dai trailer dell’epoca diffusi nei drive in, temi originali restaurati dai master in acetato. Le note di copertina sono curate da Michael Bowen e Lisa Petrucci, mentre il disco è prodotto insieme a Jimmy Maslon. (Nota: la versione LP di The Best of Doris Wishman è più corta del CD a causa dei limiti di stampa del vinile. Il CD ha versioni complete dei trailer cinematografici e delle tracce extra. Quindi conviene acquistarli entrambi)

IL CD viene venduto a 19 dollari, mentre il vinile costa 25 dollari.

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

CINEMA UCRAINO

Cinema Ucrainospot_img

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Indie-eye Su Youtubespot_img

FESTIVAL

ECONTENT AWARD 2015

spot_img