giovedì, Ottobre 1, 2020

La nuit des rois di Philippe Lacôte

Il primo film ivoriano a competere alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia dopo vent’anni

“La nuit des rois” sarà il primo film ivoriano a competere alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia dopo vent’anni, come parte della selezione Orizzonti. Il film è stato inoltre selezionato nella sezione Contemporary World Cinema al Toronto International Film Festival.

Nel secondo film di Lacôte – dopo RUN, selezionato a Un Certain Regard di Cannes (2014) –, un giovane viene mandato a “La Maca”, una prigione nel mezzo della foresta ivoriana governata dai suoi prigionieri. Secondo la tradizione del sorgere della luna rossa, il giovane viene designato dal Capo come il nuovo “Roman” e deve raccontare una storia agli altri prigionieri. Imparando quale destino lo attende, Roman inizia a raccontare la vita mistica del fuorilegge “Zama King”, e non ha altra scelta che far durare la sua storia fino all’alba.

“È sempre motivo di grande orgoglio per il Museo Nazionale del Cinema esser presente nei maggiori festival internazionali con le produzioni sostenute dal TFL. – sottolineano il presidente Enzo Ghigo e il direttore Domenico De Gaetano del Museo Nazionale del Cinema – In questo caso, si tratta del primo film ivoriano selezionato per il concorso nella sezione Orizzonti di uno dei festival più importanti al mondo. Il lungo lavoro ‘dietro le quinte’ che svolge abitualmente il team del TFL coordinato da Savina Neirotti e Mercedes Fernandez – necessariamente ‘a distanza’ in quest’ultimo periodo – per far crescere e per supportare i talenti emergenti di tutto il mondo trova così un giusto riconoscimento. Perché il futuro del cinema non può prescindere dall’attenzione nei confronti dei giovani creativi di tutto il mondo.”

Nell’ambito del TFL Audience Design Fund – un premio creato grazie al supporto finanziario del sottoprogramma Creative Europe – MEDIA dell’Unione Europea –, il progetto ha recentemente ricevuto una consulenza online su misura. Il team del film ha avuto la possibilità di discutere la propria strategia di distribuzione globale con gli audience designer formati all’interno del TFL, Greta Nordio e Riema Reybrouck, concentrandosi sui 3 paesi in cui verrà distribuito con il supporto del Fondo: Francia, Costa d’Avorio e Canada.

LA NUIT DES ROIS è una produzione tra Banshee Films (Francia), Wassakara Productions (Costa d’Avorio), Peripheria (Canada) e Yennenga Production (Senegal). Le vendite sono gestite da Memento Films International (Francia).

Il TorinoFilmLab è promosso dal Museo Nazionale del Cinema con il supporto di MIBACT – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Piemonte, Città di Torino e il sottoprogramma Creative Europe – MEDIA dell’Unione Europea.

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertisment

FESTIVAL

Glocal Film Festival: call aperte

Come da tradizione, il lancio dei bandi delle sezioni competitive Panoramica Doc e Spazio Piemonte per la 20a edizione del Glocal Film Festival, che si terrà dall’11 al 15 marzo 2021 al Cinema Massimo-MNC, si sposa con una serata dal respiro internazionale: la tappa torinese del Manhattan Short Film Festival.

CinemAmbiente: l’anteprima di Rebuilding Paradise di Ron Howard

Spostato a causa dell’emergenza sanitaria dal tradizionale periodo tardo-primaverile a quello autunnale, il Festival, organizzato dal Museo Nazionale del Cinema e diretto da Gaetano Capizzi, si svolgerà a Torino dal 1° al 4 ottobre

Careless Crime di Shahram Mokri: recensione

Dopo due film tanto simili sembrava che Mokri avesse trovato il proprio personalissimo sistema di fare cinema e che fosse intenzionato a portarlo ancora avanti. Careless Crime però è diverso, ma allontanandosene ricorre alla riflessione sul tempo e lo spazio per trasformarsi in una dichiarazione d’intenti. La recensione di Careless Crime

Ca’ Foscari Short Film Festival 2020: Un festival diffuso

Dario Argento, Pino Donaggio, Lorenzo Mattotti gli ospiti speciali del Ca' Foscari Short. Festival "diffuso" tra location fisiche e web

The Flood Won’t Come di Marat Sargsyan: recensione

The Flood Won't Come, una decostruzione dell'aura sacrale che circonda l'odore della guerra. Visto alla SIC di Venezia 77, la recensione

ECONTENT AWARD 2015