giovedì, Ottobre 1, 2020

Premio Felix – Festival del Cinema Russo: terza edizione online

Online su piattaforma dedicata la terza edizione del Premio Felix - Festival del Cinema Russo, fino al 17 settembre

Fino al 17 settembre ed eccezionalmente su piattaforma web si terrà la terza edizione del Premio Felix – Festival del Cinema Russo.

L’evento è curato dalla produttrice di cinema italo-russo Uliana Kovaleva, presidente dell’Associazione culturale Felix – Cinema, Moda, Design, Italia-Russia che dichiara: “Il rischio che non si potesse fare la terza edizione del Festival era molto alto. La scelta di mettere a disposizione una piattaforma web dedicata allo streaming dei film ne ha permesso la realizzazione con la possibilità di raggiungere e ampliare l’offerta e il target”.

Milano è cuore pulsante delle arti che ogni anno sono protagoniste assieme al Premio del mondo del cinema. Il primo anno, il Premio Felix è stato abbinato alla musica, il secondo alla moda e quest’anno ha individuato l’arte pittorica, scegliendo l’artista Marco G con la sua pittura metafisica che ha studiato a San Pietroburgo, innamorandosi della Russia alla quale si ispirato per realizzare un’esposizione dal titolo “Orizzonti di Luce”.

4 giorni, inseriti nella programmazione della Milano Movie Week, con una densa programmazione di 27 titoli di cui 10 lungometraggi, 5 cortometraggi e 12 documentari vedono il Patrocinio dell’Ambasciata Russa, la Regione Lombardia, in collaborazione con l’Associazione Italia Russia.

In partenza il Premio Felix era inserito nel Programma Ministeriale Russo “Le stagioni russe”, una delle più importanti rassegne su eventi internazionali.

Alcuni film sono doppiati, altri hanno i sottotitoli in italiano o inglese. L’intera programmazione potrà essere visionata, in forma gratuita, accedendo alla piattaforma www.premiofelix.com .

Tra i titoli presenti nell’edizione 2020 del Festival sono presenti nuove produzioni: Il Soldatino (2019), Salmone Rosso (2020). Coproduzioni: Pedralta (Spagna-Russia 2019), Amori Elementari (Italia-Russia, 2014). Prime Nazionali: La Fede (2019), Grand Cancan (2019), Abigail (2019). L’elenco completo è disponibile sul sito.

La Giuria 2020, composta da professionisti indiscussi del panorama cinematografico e artistico: Irene Muscara (Attrice), che ha studiato in Russia presso l’Academy Of Theatre Art; Sergio Basso, regista milanese che ha girato film coprodotti tra Italia-Russia, uno tra tutti Amori Elementari (2014); Renata Ercoli, costumista milanese; Elisabetta Bruscolini, Producer, direttrice del Centro Sperimentale di Cinematografia.

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertisment

FESTIVAL

Glocal Film Festival: call aperte

Come da tradizione, il lancio dei bandi delle sezioni competitive Panoramica Doc e Spazio Piemonte per la 20a edizione del Glocal Film Festival, che si terrà dall’11 al 15 marzo 2021 al Cinema Massimo-MNC, si sposa con una serata dal respiro internazionale: la tappa torinese del Manhattan Short Film Festival.

CinemAmbiente: l’anteprima di Rebuilding Paradise di Ron Howard

Spostato a causa dell’emergenza sanitaria dal tradizionale periodo tardo-primaverile a quello autunnale, il Festival, organizzato dal Museo Nazionale del Cinema e diretto da Gaetano Capizzi, si svolgerà a Torino dal 1° al 4 ottobre

Careless Crime di Shahram Mokri: recensione

Dopo due film tanto simili sembrava che Mokri avesse trovato il proprio personalissimo sistema di fare cinema e che fosse intenzionato a portarlo ancora avanti. Careless Crime però è diverso, ma allontanandosene ricorre alla riflessione sul tempo e lo spazio per trasformarsi in una dichiarazione d’intenti. La recensione di Careless Crime

Ca’ Foscari Short Film Festival 2020: Un festival diffuso

Dario Argento, Pino Donaggio, Lorenzo Mattotti gli ospiti speciali del Ca' Foscari Short. Festival "diffuso" tra location fisiche e web

The Flood Won’t Come di Marat Sargsyan: recensione

The Flood Won't Come, una decostruzione dell'aura sacrale che circonda l'odore della guerra. Visto alla SIC di Venezia 77, la recensione

ECONTENT AWARD 2015