Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Divisa tra Brooklyn e Calcutta, Bornila Chatterjee realizza un film sul Tito Andronico Shakespeariano, in salsa indiana 

Di

Bornila Chatterjee è una scrittrice e regista divisa tra Brooklyn e Calcutta. Il suo debutto,  i” Let’s Be Out, The Sun Is Shining ” è stato presentato al New York Indian Film Festival nel 2012. Fino al 2013 è stata coinvolta nel comitato direttivo dei Stonestreet Studios,, scuola di recitazione inserita del dipartimento di arti drammatiche alla New York University’s Tisch School of the Arts.

The Hungry, “Tito Andronico” di Shakespeare in chiave indiana, segue la storia di Tulsi, in procinto di sposare Sunny, figlio di un importante magnate aziendale. Durante la festa di Capodanno, quest’ultimo chiede ad Ankur, figlio minore di Tulsi, di entrare in un affare, ma durante l’incontro Ankur commette un grave errore: l’accordo salta e Ankur viene ucciso. Il delitto scatena un crescendo di violenze e omicidi, molti dei quali iniziati da Tulsi, in cerca di vendetta dopo l’efferato omicidio del figlio. Con l’avvicinarsi del suo matrimonio, la donna dovrà decidere quanto altro è disposta a perdere per vedere realizzati i suoi piani.

THE HUNGRY
di Bornila Chatterjee, India, Regno Unito, 2017, 100’
Cast: Naseeruddin Shah, Tisca Chopra, Neeraj Kabi, Arjun Gupta, Sayani, Antonio Aakeel, Suraj Sharma