Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Valeria Golino, Claudio Santamaria, Diego Abantantuono e per la prima volta sullo schermo, Giulio Pranno nel nuovo film di Gabriele Salvatores fuori concorso a Venezia 76 

Di

“Rock and roll! Di nuovo in strada, dove a volte ho bisogno di tornare”
Lo descrive in questo modo Gabriele Salvatores il suo nuovo film “Tutto il mio folle amore“, incluso fuori concorso a Venezia 76 e interpretato da Valeria Golino, Claudio Santamaria, Diego Abantantuono e per la prima volta sullo schermo, Giulio Pranno.

“Come il Pifferaio Magico o un “fool” shakespeariano – dice Salvatores – un ragazzo di 16 anni si trascina dietro, per strade deserte, i tre adulti più importanti della sua vita. E li costringe a fare i conti con se stessi e con l’amore che ognuno di loro è riuscito a conservare dentro di sé. Visto da vicino, nessuno è normale. E si può scoprire che è possibile riuscire ad amare anche chi è diverso da noi. A patto di non aver paura di questa diversità.

Tutto il mio folle amore è una produzione Indiana Pictures in collaborazione con Rai Cinema ed EDI Effetti Digitali Italiani.