Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Archivio storico il cui obiettivo è la raccolta, il restauro e la digitalizzazione della memoria audiovisiva che riguarda il movimento per i diritti civili di Gay, lesbiche, bisessuali, trans e queer. Questo è Out-takes 

Di

Un archivio storico il cui obiettivo è la raccolta, il restauro e la digitalizzazione della memoria audiovisiva che riguarda il movimento per i diritti civili di Gay, lesbiche, bisessuali, trans e queer. Questo è Out-takes: materiale dal bassso, realizzato da video e cineamatori, conservato presso svariati centri di documentazione oppure collezioni private. In questo senso è la prima struttura europea che mira alla conservazione e alla promozione di tutti i materiali che riguardano l’attività del movimento. L’ideatore è Simone Cangelosi, regista bolognese le cui intenzioni sono quelle di rendere coeso e fruibile un arcipelago audiovisivo già esistente ma fatto di mille detriti sparsi; in termini quantitativi si superano le 400 ore di filmati.

Giovedi 5 novembre presso il Cassero in via Don Minzoni 18 a Bologna l’archivio Out Takes sarà presentato al pubblico con incontro e proiezione. Saranno ospiti Simone Cangelosi (Out-Takes), Daniele Del Pozzo (Gender Bender), Paolo Simoni (Home Movies), Sara De Giovanni (Centro di Documentazione Cassero), Porpora Marcasciano (MIT), Enzo Cucco (Fondazione FUORI! – Torino), Walter Pigino (Centro Documentazione CIG – Milano), E.G. Crichton (Archivi Migranti – University of California Santa Cruz). Tra i materiali raccolti si possono trovare i video del primo Gay Pride a Campo de’ Fiori nel 1994, una giovane Vladimir Luxuria vestita da torta, Sergio Lo Giudice non ancora senatore, ma Presidente del Cassero, oltre alle manifestazione del Sexy Shock, del collettivo Antagonismo Gay e molto altro.

L’evento è promosso da Gender Bender e Archivio Aperto.