Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Generation 14plus e Generation Kplus, tutti i film della sezione a Berlino 65 

Di

Sono 65 titoli tra corti e film completi quelli che compongono il programma della sezione Generation 14plus e Generation Kplus; quest’anno, in diversi contesti socioculturali, si raccontano la storia di straordinari personaggi che devono sopportare sulle loro spalle un peso sin troppo grande per loro e per la loro età; così ha sintetizzato il senso della sezione la curatrice Maryanne Redpath, i temi sono quelli dell’autodeterminazione in un contesto difficile che è quello della vita quotidiana per questi questi bambini e adolescenti

Generation 14plus

14+ – Federazione Russa
di Andrey Zaytsev
Per Alex, la bellissima Vika è fuori portata. Vive in un territorio nemico dove niente è vietato quando è occupato dai combattimenti. Una storia d’amore tra i palazzi della suburbia in un contesto turbolento.
Prima mondiale

Cloro (Chlorine) – Italia
di Lamberto Sanfelice
Il sonno di Jenny è quello di partecipare al campionato di nuoto sincronizzato, ma viene meno quando la sua famiglia disfunzionale deve muoversi dal mare verso le montagne. Immagini oniriche e subacquee di corpi che si muovono ritmicamente a tempo di musica sono parte dell’atmosfera speciale di questo debutto.
Prima Europea

Coming of Age – Sud Africa / Germania
di Teboho Edkins
Due anni nelle vite di due teenager isolati nel villaggio montano di Lesotho. Un documentario che li segue da vicino tra la scuola, il villaggio e nei loro compiti legati alla pastorizia. Quando cresceranno si tratterà di capire se continuare a vivere in mezzo alle tradizioni.
Prima Mondiale

The Diary of a Teenage Girl – USA
di Marielle Heller
Minnie ha quindici anni e comincia a conoscere con grande curiosità la sua sessualità. Sperimenta molto, incluso cose che non si sarebbe mai aspettata di provare. Il film integra sequenze animate, una colonna sonora catchy e ci riporta indietro nella San Francisco degli anni ’70. Con Kristen Wiig, Alexander Skarsgård e Bel Powley.
Premiere internazionale

El Gurí (The Kid) – Argentina
di Sergio Mazza
Gonzalo ha dieci anni, ma su di lui gravano grandi responsabilità. Un film dai colori iperrealisti e dalla fotografia molto suggestiva.
Prima Mondiale

Mina Walking – Canada / Afghanistan
di Yosef Baraki
Il padre di Mina è un tossico senza speranza, il nonno è vecchio e senza più forse, la mamma uccisa dai Talebani. Ogni giorno la dodicenne va per le strade di Kabul e cerca di pensare a tutto. Un debutto interessantissimo con un personaggio femminile molto forte, nell’Afganistan dei giorni nostri.
Prima Mondiale

One & Two – USA
di Andrew Droz Palermo
Grandi e lussureggianti foreste. In questo contesto vive Eva con il fratello Zac, in un ambiente idilliaco ma totalmente isolato. Li controlla la severità del padre, mentre la madre è malata. Ma un muro misterioso separa tutti quanti dalla libertà.
Prima Mondiale

Prins (Prince) – Olanda
di Sam de Jong
Tra droga, sentimenti e spaccio, la storia del diciassettenne Ayoub e del suo amore per Laura.
Prima Mondiale

Wonderful World End – Japan
di Daigo Matsui
La 17enne Shiori è una Gothic Lolita e attraverso il suo video blog ha collezionato una serie di fan tra cui anche la timida Ayumi. Tenera e delirante storia di amicizia tra due ragazze, occasione per un viaggio nel colorato e artificiale mondo dell’adolescenza nipponica.
Premiere Internazionale

The Beat Beneath My Feet – GB
di John Williams
Tom (Nicholas Galitzine) è un ragazzo timido il cui sogno più grande è quello di diventare un chitarrista rock. Quando scopre che il suo irrascibile vicino di casa, interpretato da Luke Perry, è un’ex superstar, Tom cercherà di afferrare al volo la sua personale occasione. Un’atmosfera grintosa e blues attraversa questo avvincente debutto presentato alla Berlinale 2015 in anteprima internazionale.

Corbo – Canada
di Mathieu Denis

Il film del Quebechiano Mathieu Denis è ambientato nel Quebec del 1960 dove il giovane Jean sta cercando di scoprire le proprie radici. Non gli è d’aiuto la storia di immigrazione del padre e i tentativi di scalata sociale. Quando scoprirà la sua vocazione tra le file del FLQ un’organizzazione separatista di estrema sinistra, gradualmente comincerà a credere che l’unica via possibile per lui sia quella della violenza. Il film è presentato alla Berlinale 2015 in anteprima Europea

Flocken (Flocking) – Svezia
di Beata Gårdeler

La denuncia di Jannifer per aver subito uno stupro da un suo compagno di classe, mina dall’interno l’atmosfera idilliaca di un piccolo villaggio svedese. Attraverso immagini agghiaccianti il regista ritrae la sistematica esclusione della quattordicenne e della sua famiglia da parte della chiusa comunità del villaggio. Il film è presentato alla Berlinale 2015 in anteprima mondiale.

Nena – Oldanda – Germania
di Saskia Diesing
Estate del 1989, il mondo è in subbuglio, dentro e fuori: Nena (l’astro nascente Abbey Hoes) ha sedici anni. È innamorata e abbraccia la vita con gioia sfrenata. Al contrario, il padre che è paraplegico, interpretato da un brillante Uwe Ochsenknecht, considera la sua vita senza alcun significato. Presentato alla Berlinale come premiere internazionale.

Short Skin – Italia
di Duccio Chiarini
La storia di Edoardo e del suo personale percorso verso la consapevolezza; tra i drammi dell’adolescenza e le anomalie del prepuzio (leggi la recensione su indie-eye)

 Generation Kplus

A-wang (So Be It) – Tailandia
di Kongdej Jaturanrasmee

Due differenti racconti di formazione in un paese modellato sui principi del Buddismo. Kongdej Jaturanrasmee (Tang Wong, Generation 14plus 2014) realizza un documentario sulla relazione complessa tra la gioventù odierna e la tradizione spirituale in Tailandia.
Premiere Europea

Antboy: Den Røde Furies Hævn (Antboy: Revenge of the Red Fury) – Danimarca / Germania
di Ask Hasselbalch
Antboy è tornato con un sequel. E così il suo rivale Flea, i Terribili Gemelli e un nuovo invisibile nemico. Ma tutti i suoi superpoteri si riveleranno inutili di fronte all’amore.
Premiere Internazionale

Jia Zai Shui Cao Feng Mao De Di Fang (River Road) – Repubblica Popolare cinese
di Li Ruijun
La relazione tra due giovani fratelli che vivono tra i cammelli del deserto del Gobi, una terra che sconta il contatto e le conseguenze della civilizzazione moderna.
Premiere Europea

La casa más grande del mundo (The Greatest House in the World) – Guatemala / Messico
di Ana V. Bojórquez and Lucía Carreras
Rocío cresce al di là dei propri limiti. La mdp segue il viaggio di Rocío attraverso il paesaggio Guatemalteco.
Prima Mondiale

Nebesnyj Verbljud (Celestial Camel) – Federazione Russa
di Yury Feting
Il pastore dodicenne Bair deve trovare il cammello della madre. Cavalcando una moto si farà strada durante un viaggio pericoloso nella steppa senza fine del Kalmykian.
Prima Mondiale

Cykelmyggen og Minibillen (Mini and the Mozzies) – Danimarca

di Jannik Hastrup and Flemming Quist Møller
Una nuova avventura per Mini lo scarafaggio. Con il loro stile inimitabile, gli animatori danesi Jannik Hastrup e Flemming Quist Møller portano avanti questa saga sul micro-mondo degli insetti
Prima Europea

Dhanak (Rainbow) – India
di Nagesh Kukunoor
Pari decide di aiutare il tuo piccolo fratello cieco chiamato Chotu a recuperare la vista. Per questo si imbarca in un viaggio magico nel Rajastan dove incontrerà moltissimi personaggi variopinti e colorati. Ma più di tutti vuole incontrare la sta di Bollywood Shah Rukh Khan che attraverso un poster ha promesso agli spettatori “nuovi occhi”.
Prima Mondiale

Dorsvloer vol Confetti (Confetti Harvest) – Olanda
di Tallulah Schwab
Katelijne ha 12 anni e non viene presa troppo in considerazione dalla famiglia, essendo l’unica ragazza tra sette fratelli maschi. Mentre i suoi coetanei scoprono il gioco e il divertimento, i rigidissimi genitori della bambina, rigorosamente protestanti, sono capaci di vedere solamente le tentazioni del diavolo. Premiere internazionale

Golden Kingdom – USA
di Brian Perkins
La vita di quattro monaci del Myanmar catturata attraverso immagini elegiache. Quando improvvisamente saranno abbandonati a loro stessi, il loro mondo comincerà a perdere la cadenza ritmica quotidiana, dovendo così affrontare le prove più dure della loro vita, mentre a valle si comincia a sentire l’eco delle armi da fuoco… Presentato alla Berlinale in prima mondiale

Kar Korsanları (Snow Pirates) – Turchia
di Faruk Hacıhafızoğlu
Turchia 1981: durante la ricerca quotidiana di carbone tre amici sfidano il freddo e le intemperie, raccontandosi l’un l’altro le proprie aspirazioni e i propri sogni. La loro amicizia e il coraggio incrollabile saranno più forti di qualsiasi ostacolo. Prima mondiale

Min lilla syster (My Skinny Sister) – Svezia / Germania
di Sanna Lenken
Per Stella (Rebecka Josephson), la sorella maggiore Katja è una bellissima figura mitica che pratica lo skate. Ma quando si accorgerà che vomita ogni cosa che mangia, sarà costretta a scegliere tra la lealtà verso di lei e la sua salute. Allo stesso tempo, Stella deve pensare alle sue personali preoccupazioni. Premiere Internazionale

Paper Planes – Australia
di Robert Connolly
Il dodicenne Dylan fabbrica areoplani di carta capaci di volare più in alto degli altri, un talento straordinario che lo farà qualificare per competere ai campionati del mondo di Tokyo. Ma Dylan (Ed Oxenbould) deve combattere con la depressione del padre (Sam Worthington). Un bellissimo film famigliare; premiere europea.

You’re Ugly Too – Irlanda
di Mark Noonan
Dopo la morte della madre, Stacey (Lauren Kinsella) parte per le Midlands irlandesi insieme allo zio (Aiden Gillen) Sarà l’occasione per conoscersi meglio ma anche per far emergere le ombre oscure del passato. Uno studio sulla necessità di lasciarsi andare, affrontato con un po’ di sano umorismo irlandese. Prima mondiale