giovedì, Settembre 24, 2020

Closet Monster di Stephen Dunn: Racconto di formazione di un ragazzo omosessuale

Presentato allo scorso Toronto Film Festival, Closet Monster è stato appena acquisito dalla Strand Releasing per la distribuzione negli states. Premiato come miglior film canadese, è interpretato da Connor Jessup e vede Isabella Rossellini prestare la sua voce ad un criceto.

Il film, che comincerà a circolare negli Stati Uniti dall’estate 2016, racconta la storia del giovane Oscar Madly, interpretato negli anni dell’infanzia da Jack Fulton. La vita idilliaca, con al centro un padre creativo e divertente, sarà bruscamente interrotta dalla separazione dei genitori. Oscar diventerà sempre più malinconico, con il padre sempre più emotivamente distante. In preda ad un forte sconvolgimento emotivo, il giovane Oscar assisterà ad un atroce crimine perpetrato contro uno dei suoi compagni di classe, evento che lo spingerà a reprimere sempre di più l’emergere della sua vera identità sessuale. Essere gay, come gli è stato insegnato fin dalla giovane età, è una cosa da temere, proprio per questo interiorizzerà il crimine, venendoci a patti solo in seguito. Da adolescente, Oscar (interpretato da Connor Jessup) si fa assorbire dalle sue tendenze creative, realizzando fantasiosi effetti prostetici per la sua migliore amica Gemma (Sofia Banzhaf), scattando foto alle sue creazioni e inventando nuove modifiche per la gabbia del suo criceto Buffy, vero e proprio consigliere del ragazzo, la cui voce è quella di Isabella Rossellini. Ma quando entrerà in scena l’attraente Wilder (Aliocha Schneider), Oscar comincerà a vacillare e le regole dell’attrazione avranno la meglio, spingendolo verso reazioni violente ma anche a confondere la fantasia con la realtà.

Closet Monster è il primo lungometraggio di Stephen Dunn.

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertisment

FESTIVAL

Careless Crime di Shahram Mokri: recensione

Dopo due film tanto simili sembrava che Mokri avesse trovato il proprio personalissimo sistema di fare cinema e che fosse intenzionato a portarlo ancora avanti. Careless Crime però è diverso, ma allontanandosene ricorre alla riflessione sul tempo e lo spazio per trasformarsi in una dichiarazione d’intenti. La recensione di Careless Crime

Ca’ Foscari Short Film Festival 2020: Un festival diffuso

Dario Argento, Pino Donaggio, Lorenzo Mattotti gli ospiti speciali del Ca' Foscari Short. Festival "diffuso" tra location fisiche e web

The Flood Won’t Come di Marat Sargsyan: recensione

The Flood Won't Come, una decostruzione dell'aura sacrale che circonda l'odore della guerra. Visto alla SIC di Venezia 77, la recensione

Lucca Film Festival 2020: un festival diffuso

Lucca Film Festival e Europa Cinema, dal 25 settembre al 4 ottobre a Lucca e Viareggio. I concorsi e gli eventi speciali. Tutti i dettagli

Amedeo Nazzari, ritratto d’attore: la mostra a Roma dal 21 Settembre

Amedeo Nazzari, ritratto d'attore. La mostra fotografica dedicata al grande interprete, dal 21 settembre al 18 ottobre alla Casa Del Cinema di Roma

ECONTENT AWARD 2015