venerdì, Dicembre 9, 2022

Dancing with Maria di Ivan Gergolet: la recensione

Maria Fux è una danzatrice sudamericana famosa in tutto il mondo per il suo stile innovativo e sopratutto per il modo in cui applica le sue conoscenze nell’ambito della danzaterapia; attraverso il suo metodo la danza diventa un’attività che aiuta le persone a trovare un equilibrio soddisfacente tra corpo e anima. L’esordiente Ivan Gergolet realizza un documentario che si muove intorno all’attività pluridecennale di Maria, sviscerando il percorso che l’ha portata ai risultati attuali e mostrando tutta la realtà umana che si muove intorno alle sue sessioni formative.

Maria Fux non fa distinzione, non è necessaria una preparazione fisica pregressa per avvicinarsi alla danza, e chiunque, dai ragazzi down fino alle persone colpite da handicap più o meno gravi, possono partecipare alle sue lezioni, esprimendo la propria interiorità attraverso il ballo. Gergolet ci mostra da vicino il metodo formativo di Maria e l’entusiasmo che riesce a trasmettere ai suoi allievi; Maria non  li conosce tutti per nome, ma riesce a sapere tutto di loro e delle loro esigenze interiori dal modo in cui si muovono.

La libertà dalle costrizioni, fisiche e mentali è l’obiettivo della Fux e Gergolet ce lo fa capire con le sequenze che ci mostrano le sessioni con due ragazzi portatori di handicap i cui volti diventano immagini della libertà e dell’armonia. La voce off di Maria è il collante di tutto il racconto, tra episodi della sua vita e il commento diretto ad alcuni momenti di danza.

Gergolet si serve di uno sguardo onesto, senza alcuna forzatura e cercando una vicinanza partecipata ai corpi danzanti, lasciandosi andare a qualche simbolismo poetico come quello della sequenza finale, dove tutti gli allievi si precipitano in una strada danzando come fossero parte di un unico organismo vivente, come a dire che unione e simbiosi con la musica sono gli ingredienti per superare i limiti del proprio corpo.

Federico Salvetti
Federico Salvetti
Federico Salvetti studia Cinema al DAMS di Firenze. Appassionato di videomaking, gira cortometraggi con un collettivo di Lucca

ARTICOLI SIMILI

CINEMA UCRAINO

Cinema Ucrainospot_img

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Indie-eye Su Youtubespot_img

FESTIVAL

ECONTENT AWARD 2015

spot_img