Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Forum Expanded nona edizione; la Berlinale pone attenzione ai medio metraggi 

Di

Il Cinema viene ripensato anche attraverso i formati del momento, e il medio metraggio in particolare sembra offrire nuove libertà espressive e la possibilità di un’uniforme concisione delle opere. Molti film della selezione Forum Expanded della Berlinale 64, a prescindere dal formato scelto (digitale, 16mm, 35mm, 70mm) hanno una durata che oscilla tra i 20 e i 60 minuti. I generi e le scelte sono tra le più disparate, dal film sperimentale al documentario, fino al film di finzione. Oltre all’Arsenal, Forum Expanded nella sua nona edizione sarà presentato anche in due nuove location in piena Kreuzberg. Lo spazio di St. Agnes sarà utilizzato per innovative installazioni cinematiche mentre la Berlinische Galerie – Museum of Modern Art, Photography and Architecture farà parte del progetto come partner per le proiezioni e gli eventi speciali.

The “Think:Film” è il workshop che avrà luogo in collaborazione con Allianz Cultural Foundation, dove la definizione di cinema sarà connessa direttamente a quella di location, ovvero la relazione tra diversi spazi di fruizione, pubblici e privati, ma anche la diffusione di opere altrimenti invisibili nei loro circuiti nativi, come per esempio un ampio numero di opere Arabe selezionate e che vengono inviate annualmente e che hanno una storia ancora tutta da scrivere.

La Berlinische Galerie programmerà una selezione del leggendario performer Americano, regista e icona queer Jack Smith, con alcune immagini inedite di Mario Montez, icona drag e superstar del cinema di Andy Wharol, evento curato da Jerry Tartaglia e Susanne Sachsse insieme a Marc Siegel.
Forum Expanded è curato da Stefanie Schulte Strathaus che è la responsabile, insieme a Anselm Franke, Nanna Heidenreich, Bettina Steinbrügge e Ulrich Ziemons.

Informazioni sul programma nello specifico saranno diffuse nei prossimi giorni, per il momento, nella selezione, ci sono i nomi di autori come Laura Mulvey, Marc Lewis e Faysal Abdullah, Omer Fast, Dani Gal e Amie Siegel.


 

Michele Faggi

Michele Faggi

Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. È un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Si è occupato di formazione. Ha pubblicato volumi su cinema e new media. Produce audiovisivi