Indie-eye – Cinema – Testata giornalistica di Cinema

Harrison Ford, parte del nuovo progetto di J.J. Abrams che porterà sugli schermi il VII capitolo di Star Wars non sarà Han Solo 

Di

Sembra che Harrison Ford non abbia alcuna intenzione di far parte del VII episodio di Star Wars come Han Solo. Appena un giorno fa la LucasFilm attraverso un teaser trailer ha praticamente annunciato il ritorno di Mark Hamil nella parte di Luke Skywalker e più o meno nello stesso momento Ford era su BBC One ospite del Graham Norton Show dove ha dichiarato che non interpreterà mai più Han Solo, ma che è quasi pronto per tornare nei panni di Indiana Jones: “non credo ci sia nessun tipo di barriera per interpretare Indiana Jones come un vecchiaccio; ho gli anni sufficienti per interpretare mio padre!”

Se quindi Harrison sembra del tutto ottimista rispetto alla possibilità di interpretare nuovamente Indy, non ci sono ancora notizie concrete a riguardo. Ford, che è tra i protagonisti di Ender’s Game, il film di fantascienza diretto da Gavin Hood e di imminente uscita e che a dicmbre uscirà con Anchorman 2: The Legend Continues, la commedia diretta da Adam McKay, ha inoltre dichiarato che i suoi figli se ne sono sempre fregati del suo passato mitologico; “in fondo non gliene frega un tubo, sono cresciuti nella fabbrica di salsicce” e sempre riguardo alla fama ha detto di non preoccuparsene più di tanto: “sono comunque felice; non è un grosso problema per me e se mi viene chiesto – “ma! sei Harrison Ford?!, io rispondo – ogni tanto mi capita- ”

Ford era ospite del Graham Norton Show insieme a Benedict Cumberbatch, il noto attore inglese protagonista della serie televisiva dedicata a Sherlock Holmes e messa in onda con gran successo proprio da BBC 1. L’episodio VII di Star Wars uscirà nei cinema nel 2015, sarà diretto da J.J. Abrams e tra gli interpeti, oltre a Ford (ovviamente non nella parte di Han Solo) ci saranno Mark Hamill, Carrie Fisher, Billy Dee Williams, Anthony Daniels.


 

Roberto Cerasuolo

Roberto Cerasuolo

Roberto Cerasuolo, classe 1973, laureato in filosofia e giornalista free lance, è un appassionato di cinema orientale.