Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Il Museo Interattivo del Cinema propone una rassegna dedicata a Kenji Mizoguchi 

Di

Dal 7 al 14 gennaio il Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana propone un omaggio a Kenji Mizoguchi, una rassegna che includerà sei lungometraggi del maestro del cinema giapponese.

Questi i film in calendario:

Giovedì 7 gennaio
h 15.00 Il ritratto della signora Yuki (Kenji Mizoguchi, Giappone, 1950, 95’, v.o. sott.it. con Kogure Michiyo e Kuga Yoshiko)
La signora Yuki è la sposa infelice di un uomo che la offende portandole delle concubine in casa. Disperata, si trova un amante che però non la soddisfa sessualmente. Incapace di trovare una via d’uscita alla sua condizione esistenziale.

Venerdì 8 gennaio
h 15.00 L’intendente Sanshō (Kenji Mizoguchi, Giappone, 1954, b/n, 125’, v.o.sott.it. con Tanaka Kinuyo e Hanayagi Yoshiaki)
L’intendente Sansho fa schiavi due fanciulli, figli di nobili, che dopo qualche anno riescono a fuggire. Anju, la femmina, muore mentre Zushio riesce ad affrancarsi. Diventa potente, torna, destituisce l’intendente e abolisce la schiavitù. Quindi si mette in cerca della madre. La trova vecchissima e quasi pazza in un’isola.

h 17.15 I racconti della luna pallida d’agosto (Kenji Mizoguchi, Giappone, 1953, b/n, 96’, v.o.sott.it. con Tanaka Kinuyo e Mori Masayuki).
Durante le guerre civili del XVI secolo in Giappone, un vasaio di campagna, Genjuro, e suo fratello Tobei sognano tempi migliori e sono disposti a tutto per coronare i loro desideri.

h 19.00 Vita di O-Haru, donna galante (Kenji Mizoguchi, Giappone, 1952, b/n, 133’, v.o.sott.it. con Tanaka Kinuyo e Sugai Ichirô)
Nel Giappone del 1600, la storia della prostituta O-Haru che ricorda gli eventi che l’hanno condotta alla sua triste condizione.

Sabato 9 gennaio
h 16.00 La signora Oyū (Kenji Mizoguchi, Giappone, 1951, b/n, 95’, v.o. sott.it. con Tanaka Kinuyo, Otowa Nobuko)
Il film narra la storia di un amore impossibile tra la vedova Oyu e il marito della sorella. Oyu vive una situazione di lacerazione e di incolmabile solitudine di una esistenza non desiderata, ma accettata.

Domenica 10 gennaio
h 17.15 La strada della vergogna (Kenji Mizoguchi, Giappone, 1956, b/n, 85’, v.o. sott. it., Kyô Machiko e Wakao Ayako)
Tokyo, epoca contemporanea, in una casa di tolleranza si incrociano i destini di cinque prostitute.

Martedì 12 gennaio
h 15.00 Il ritratto della signora Yuki (Kenji Mizoguchi, Giappone, 1950, 95’, v.o. sott.it. con Kogure Michiyo e Kuga Yoshiko) Replica

h 17 La signora Oyū (Kenji Mizoguchi, Giappone, 1951, b/n, 95’, v.o. sott.it. con Tanaka Kinuyo, Otowa Nobuko) Replica

Mercoledì 13 gennaio
h 17.00 L’intendente Sanshō (Kenji Mizoguchi, Giappone, 1954, b/n, 125’, v.o.sott.it. con Tanaka Kinuyo e Hanayagi Yoshiaki) Replica

Giovedì 14 gennaio
h 17.00 Vita di O-Haru, donna galante (Kenji Mizoguchi, Giappone, 1952, b/n, 133’, v.o.sott.it. con Tanaka Kinuyo e Sugai Ichirô) Replica

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Biglietto d’ingresso intero: € 5,50
Biglietto ridotto: € 4,00
Biglietto d’ingresso adulto + bambino: € 6,00