Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Tra i mille progetti di Michael Bay anche un film di guerra 

Di

Michael Bay è inarrestabile. Il progetto Transformers 4: Age of Extinction sta procedendo, tra i dettagli conosciuti,  la diffusione delle prime indiscrezioni e di un teaser poster ufficiale, e il fatto che sarà girato interamente in 3D con tecnologia IMAX, per un accordo tra IMAX e Paramount costituito da cinque titoli di cui fa parte anche Interstellar di Christopher Nolan.

Tra le future intenzioni di Bay, quella di realizzare un film horror come regista, idea non del tutto inattesa considerata l’attività ormai decennale con la sua Platinum Dunes, la compagnia di produzione condivisa con Andrew Form e Brad Fuller e specializzata in veri e propri “reboot” Horror; tra le ultime produzioni in tal senso, The Purge, il film di James DeMonaco distribuito in italia con il titolo de “La notte del giudizio“.

Oltre a questo, l’adattamento di un noto videogame prodotto dalla Ubisoft, Ghost Recon, che Bay dovrebbe produrre e realizzare insieme alla Warner e sopratutto un thriller ambientato durante la Seconda Guerra mondiale intitolato Sabotage; quest’ultimo è basato sul libro inchiesta del giornalista Neal Bascomb intitolato “Sabotage: A Genius Scientist, His Band of Young Commandos and the Mission to Kill Hitler’s Super Bomb“.

Ambientato nel 1942, è la storia di uno scienziato sfuggito al controllo della Gestapo e messosi in contatto con gli alleati per avvertirli dei programmi nucleari progettati dai Nazisti. Per prevenire il disastro, verrà messo insieme un team di nove commandos norvegesi preparati per assaltare la location incriminata, situata in una zona montana completamente ghiacciata. La Paramount ha acquistato i diritti per sviluppare il progetto che almeno sulla carta dovrebbe essere prodotto e diretto da Michael Bay. Il tema di Sabotage non è ovviamente nuovo, basta pensare al film diretto nel 1965 da Anthony Mann e intitolato “Gli eroi di Telemark


 

Michele Faggi

Michele Faggi

Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. È un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Si è occupato di formazione. Ha pubblicato volumi su cinema e new media. Produce audiovisivi