Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Il film d'apertura del 33° Torino Film Festival è Suffragette, sulla storia di quelle donne che per i loro diritti appiccavano incendi, bombardavano edifici e non avevano paura di niente 

Di

Il film di apertura del 33° Torino Film Festival (20-28 novembre 2015) è Suffragette di Sarah Gavron. Ambientato nel 1912 e scritto da Abi Morgan (The Iron Lady, Shame e Brick Lane), descrive le condizioni di vita e di lavoro delle donne londinesi agli inizi del Novecento.

La vicende sono quelle della lavandaia Maud (interpretata da Carey Mulligan), giovane madre di famiglia dell’East End londinese, della farmacista Edith che fabbrica bombe in casa (Helena Bonham Carter) e della proletaria Violet (Anne-Marie Duff).

Meryl Streep interpreta Emmeline Pankhurst, l’attivista britannica che nel 1903 fondò l’Unione sociale e politica delle donne.

È la stessa Sarah Gavron che descrive il senso del film “Pochi ricordano quello che successe realmente in quegli anni. Le suffragette appiccavano incendi, bombardavano edifici e non avevano paura di niente. Voglio dire, oggi quante persone conoscete pronte ad affrontare uno sciopero della fame per una causa e, per la stessa causa, essere poi sottoposte alla nutrizione forzata?”

Il film sarà distribuito a Marzo 2016 in Italia grazie a Bim distribuzione.