martedì, Agosto 11, 2020

The River Wild di Maurice Jarre e Jerry Goldsmith: la recensione delle colonne sonore

the-river-wildThe River Wild, il film survivalista con Meryl Streep diretto nel 1994 da Curtis Hanson necessitava, per l’alta drammaticità della vicenda, di una colonna sonora di impianto orchestrale classico e dalla forma decisamente epica. Maurice Jarre fu ingaggiato inizialmente nel giugno dello stesso anno, e compose per l’occasione musiche di alta tensione drammatica, in sintonia con l’ambiente naturale del film e con una progressionea sempre più tetra, quasi a sottolineare il conflitto tra il potere degli elementi e la determinazione del personaggio interpretato dalla Streep di dominarli. La composizione non piace a Hanson e alla produzione e si ricorre allora a Jerry Goldsmith favorendo un approccio più lieve e meno oscuro ed evidenziando maggiormente la comunione della streep con gli aspetti più pacificanti della natura, basta pensare alla trasparenza del tema per solo flauto e tromba basata su un pezzo del folkore popolare come “The water is wide”. Jarre si era quindi concentrato sull’azione evidenziando gli aspetti the-river-wild-2dissonanti della lotta, potenziando gli ottoni in direzione stridente mentre Goldsmith si bilancia tra melodia e una concezione più concitata per le sequenze di rafting. Intrada Records, benemerita etichetta attenta maggiormente alla filologia, alla cultura invece che alle lusinghe del mercato (come troppo spesso accade dalle nostre parti) ripubblica entrambi i lavori nella loro interezza con un set di 2-CD.

Michele Faggi
Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. È un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Si è occupato di formazione. Ha pubblicato volumi su cinema e new media. Produce audiovisivi

Articoli Simili

Articoli Recenti

Twin Peaks le tre stagioni complete in 16 Blu Ray: il video unboxing del cofanetto Universal

Twin Peaks, la serie televisiva completa. 3 stagioni per 16 Blu Ray. Il cofanetto Universal visto per voi con un unboxing video

Hedy Lamarr – La donna più straordinaria del mondo di William Roy e Sylvain Dorange: la recensione del volume BD

Hedy Lamarr, una donna in fuga dalla rappresentazione imposta del desiderio. Per i francesi William Roy e Sylvain Dorange, l'attrice di origini austriache che trovò il successo ad Hollywood combatte con-tro la propria immagine alla ricerca di un'identità forte e negata. La recensione del bel volume a fumetti pubblicato da Edizioni BD

Control di Anton Corbijn: recensione

Grazie a Movies inspired Control, il film di Anton Corbijn dedicato a Ian Curtis, torna nelle sale e nelle arene estive. La recensione

Twin Peaks, la collezione televisiva completa in 16 Blu Ray: tutti i contenuti extra delle tre stagioni spiegati in dettaglio

Twin Peaks, le due serie originali 1990-1991 e la serie evento 2017 per la prima volta in un unico cofanetto. 20 DVD e 16 Blu Ray grazie a Universal Pictures Home Entertainment Italia. Lo abbiamo analizzato navigando tra tutti, ma proprio tutti, i contenuti speciali.

La moglie della spia (Spy no Tsuma) di Kiyoshi Kurosawa

Il grande Kiyoshi Kurosawa in concorso a Venezia 77

Molecole Di Andrea Segre

Molecole di Andrea Segre a Venezia 77 come film di pre-apertura

Nomadland di Chloé Zhao

Nomadland, il film prodotto da Frances McDormand e diretto da Chloé Zhao in contemporanea a Toronto, Telluride e Venezia