giovedì, Settembre 24, 2020

Rassegna di Cinema Giapponese a Firenze dal 22 al 25 maggio al cinema Odeon

Arriva dopo un anno sabbatico la terza edizione della Rassegna di Cinema Giapponese a Firenze, uno degli appuntamenti più attesi dal pubblico Fiorentino che aveva decretato un ottimo successo alle due passate edizioni, costruite sulla base di un contenitore complesso che al Cinema univa percorsi collaterali tra musica, gastronomia e cultura per offrire una visione inedita del giappone contemporaneo, tra tradizione e innovazione. Dopo la suggestiva location della chiesa di Santo Stefano al Ponte, utilizzata per le prime due edizioni della kermesse, cambia la collocazione e per certi versi anche l’impostazione del festival, più simile al pacchetto di quelli già accolti sotto l’ala protettiva della Fondazione Sistema Toscana, con il nuovo marchio che assorbe tutte le attività della Casa Del Cinema con il nome di “Quelli della compagnia“. Parte dei festival della Primavera Orientale 2013, la terza edizione della Rassegna di Cinema Giapponese a Firenze, ideata dall’associazione culturale Tokaghe (Takaaki Matsumoto, Daniela Raddi, Ornella De Lullo) si terrà quindi a Firenze dal 22 al 25 maggio con il Cinema Odeon come fulcro centrale della selezione cinematografica; nella storica sala di Piazza Strozzi saranno presentati 19 titoli, tra cui alcune anteprime mondiali ed europee. Apre la rassegna Fruits of Faith (Kiseki No Ringo), nuovo titolo di Nakamura Yoshihiro (Route 255, Potechi, Minasan Sayonara). Il film, ancora dato in fase di post-produzione su IMDB, uscirà in giappone a Giugno ed è un’anteprima mondiale assoluta presentata in esclusiva per la Rassegna di Cinema Giapponese Fiorentina. Nakamura Yoshihiro sarà ospite del festival e presenterà al pubblico Fiorentino il suo nuovo film che è ispirato a una vicenda realmente accaduta; come da sinossi si tratta della “storia di un coltivatore di mele di Hirosaki, che a causa dell’allergia ai pesticidi della moglie deve trovare il modo di evitare l’utilizzo di sostanze chimiche nelle sue coltivazioni“.
Sempre al cinema Odeon saranno programmati   The Drudgery Train (Kueki Ressha) di Nobuhiro Yamashita in anteprima europea e alla presenza del regista; il nuovo film di Iguchi Noboru, uno dei maestri del nuovo gore Giapponese a basso costo, intitolato Dead Sushi. L’autore è lo stesso di RoboGeisha, The Machine Girl, Mutant Girls squad e di moltissimi altri splatter iperrealisti prodotti in giappone negli ultimi anni insieme a quelli di autori come Yoshihiro Nishimura, Tak Sakaguchi. Iguchi Noboru sarà presente al Festival Fiorentino per presentare il suo ultimo titolo, reduce dal Future Film Festival di Bologna dove ha raccolto ampi consensi.

La selezione della Rassegna prosegue con Flashback memories, ultimo film di Tetsuaki Matsue (autore del notevole Tokyo Drifter)ricognizione musicale su un suonatore di didgeridoo di fama internazionale, che ha perso la memoria dopo un incidente. Sarà invece presentato in anteprima europea The Kirishima thing film generazionale di di Daihachi Yoshida , mentre sul versante della commedia verrà proposto  Key of life di Kenji Uchida. Per quanto riguarda la relazione tra fumetto e cinema è in programma Rurouni Kenshin di Keishi Ōtomo, tratto dal manga Kenshin Samurai Vagabondo di Nobuhiro Watsuki, la nota saga dell’ex killer ora samurai vagabondo, nel suo percorso di espiazione da un passato di violenze, mentre per l’animazione tout court sono due gli anime presentati dal festival: The Wolf Children Ame and Yuki di Mamoru Hosoda e Hanasaku Iroha, Home sweet home di Masahiro Ando.
La terza Rassegna di Cinema Giapponese a Firenze presenta anche una selezione di quattro cortometraggi in partnership con  il Sapporo Short Film Fest.

Japan Lies è invece il documentario di Saburo Hasegawa, dedicato al fotografo Kikujiro Fukushima, uomo che ha sempre indagato sul Giappone postbellico e sulle questioni insabbiate dal governo del suo paese, fino ad arrivare ai recenti fatti di Fukushima. Il film di Saburo Hasegawa si collega in modo ideale al focus che la Rassegna di Cinema Giapponese dedica agli eventi di Fukushima e intitolato 11 marzo – per non dimenticare, progetto realizzato in collaborazione con il Festival Dei Popoli. Sono previsti quattro documentari realizzati da autori tutti presenti a Firenze, le proeizioni saranno tutte a ingresso libero dal 23 al 25 maggio presso il Gabinetto G.P. Vieusseux, Palazzo Strozzi – Sala Ferri (Piazza Strozzi). I titoli sono quasi tutti in anteprima italiana e sono Ishinomakishiritsu minato suogakkou hinanjo di Keizo Fujikawa; ima, tsutaetai koto (kari) fukushima iyoshikousei no sakebi di Murakami Masanobu, Mujo Sobyo di Koichi Omiya ed infinne Fukushima Hula Girls di Masaki Kobayashi già presentato a Nippon Connection 2012 di Francoforte sul Meno.

Per quanto riguarda le selezioni cinematografiche, chiuderà la Rassegna Di Cinema Giapponese a Firenze il film in anteprima europea diretto da Ishikawa Hiroshi (Su-ki-da, Tokyo so.ra) e intitolato Petal Dance, road movie tutto al femminile proposto con la presenza del regista.
Gli eventi collaterali proposti dalla Rassegna di Cinema Giapponese a Firenze 2013 includono un roundtable con Roberta Novielli dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, uno dei massimi esperti di Cinema Giapponese in Italia, che insieme ai registi presenti, ospiti della kermesse, proporrà un’incontro dal titolo “il cinema giapponese contemporaneo“, previsto per Sabato 25 maggio alle ore 15:30 presso la Sala Ferri del Gabinetto G.P. Vieusseux.

Si prosegue con l’alta cucina dello chef Toyokazu Takahashi, che a Firenze preparerà i piatti tradizionali del Giappone nelle sedi di Colle Bereto e Odeon Bistro, dove per tutta la durata del Festival si potranno assaggiare aperitivi, cene e tipici pranzi Giapponesi, i noti obento. È in programma anche un workshop per imparare a realizzare il tradizionale timbro di gomma giapponese con Tomiko Han celebre artista e illustratrice il cui sito web ufficiale è consultabile da questa parte, mentre direttamente in Piazza Strozzi, sarà allestito uno stand chiamato per l’occasione Japan Village dove con la collaborazione della prefettura di Fukushima, della Aizu Selection e di  Yae Selection, saranno presentati tutti i prodotti artigianali, novità, gadget e merchandising all’ultima moda rigorosamente made in japan.

La Rassegna di cinema Giapponese è organizzata dall’Associazione Culturale Giapponese Tokaghe con la direzione artistica di Takaaki Matsumoto, realizzata con il contributo della Regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana, Gabinetto Scientifico Letterario Viesseux, Daikin, Xebio Group, genten, Casio, Palazzo Strozzi e il patrocinio dell’Ambasciata del Giappone in Italia e del Comune di Firenze.

Per informazioni dettagliate sul programma, costo dei biglietti, calendario eventi e molto altro, questo il sito ufficiale della Rassegna di Cinema Giapponese a Firenze

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertisment

FESTIVAL

Careless Crime di Shahram Mokri: recensione

Dopo due film tanto simili sembrava che Mokri avesse trovato il proprio personalissimo sistema di fare cinema e che fosse intenzionato a portarlo ancora avanti. Careless Crime però è diverso, ma allontanandosene ricorre alla riflessione sul tempo e lo spazio per trasformarsi in una dichiarazione d’intenti. La recensione di Careless Crime

Ca’ Foscari Short Film Festival 2020: Un festival diffuso

Dario Argento, Pino Donaggio, Lorenzo Mattotti gli ospiti speciali del Ca' Foscari Short. Festival "diffuso" tra location fisiche e web

The Flood Won’t Come di Marat Sargsyan: recensione

The Flood Won't Come, una decostruzione dell'aura sacrale che circonda l'odore della guerra. Visto alla SIC di Venezia 77, la recensione

Lucca Film Festival 2020: un festival diffuso

Lucca Film Festival e Europa Cinema, dal 25 settembre al 4 ottobre a Lucca e Viareggio. I concorsi e gli eventi speciali. Tutti i dettagli

Amedeo Nazzari, ritratto d’attore: la mostra a Roma dal 21 Settembre

Amedeo Nazzari, ritratto d'attore. La mostra fotografica dedicata al grande interprete, dal 21 settembre al 18 ottobre alla Casa Del Cinema di Roma

ECONTENT AWARD 2015