venerdì, Settembre 25, 2020

The Space Cinema Firenze inaugura la sala 4k da 500 posti

È stata inaugurata ieri, lunedi 17 giugno,  una delle tre nuove sale di cui si è recentemente dotata la sede Fiorentina del circuito  The Space Cinema, che da 5 passa ad 8. La numero 6, nella sua festa inaugurale, ha ospitato in anteprima l’ultimo film di Olivier Dahan intitolato Dream Team, recensito su indie-eye.it da questa parte, in una versione 4k; la sala è infatti un unicum, non solo per Firenze, sia dal punto di vista tecnologico che per quanto riguarda le sue dimensioni. Con una capienza di quasi 500 posti a sedere, uno schermo di oltre venti metri di larghezza per nove di altezza, audio Dolby Surround 7.1 e un sistema di proiezione ad altissima definizione 4k, che nella versione 3D diventa realD XL, la numero 6 del The Space Cinema Fiorentino potrebbe in effetti diventare un centro importante per la programmazione di eventi speciali.
La proiezione del film di Dahan è stata introdotta da Costanza Bugialli, responsabile di The Space Cinema Firenze, che dopo una breve presentazione ha passato la parola a Giuseppe Corrado, presidente e amministratore delegato del circuito The Space: “questo è un momento importantissimo per noi” ha detto Corrado “siamo riusciti a portare a termine la formazione delle sale che volevamo in una location come Firenze, Città che abbiamo sempre considerato come una punta di diamante della nostra organizzazione commerciale; la sala che oggi viene inaugurata è una delle più belle in assoluto del nostro circuito, è dotata di una tecnologia di avanguardia, e aggiunge il prestigio dei colori sociali della Fiorentina, che utilizza abitualmente questi spazi per conferenze stampa, riunioni, incontri e contatti con i tifosi
Ospite della serata anche Gianluca Baiesi, direttore esecutivo della Fiorentina, che ha confermato soddisfazione per il traguardo raggiunto dal circuito The Space Cinema a Firenze.
Corrado ha poi specificato come sia stato difficile completare la sala, per tutte le problematiche annesse alla richiesta dei permessi; “la missione di The Space Cinema“, ha aggiunto, “non è certo quella di dare fastidio a chi già opera nel territorio sottraendo terreno; per noi era fondamentale introdurre un discorso diverso, cosi che una sala come questa potesse offrire non solo cinema di qualità ma occasioni per eventi culturali diversificati in uno spazio di aggregazione diverso dal solito e tecnologicamente avanzato“.
Nel palinsesto del circuito sono previste infatti offerte che includono musica, teatro ed eventi sportivi; tra i titoli imminenti all’interno della sezione denominata The Space Extra, eventi unici come la proiezione de L’Esorcista a quarant’anni dalla sua uscita nel 1973, in una versione digitale presentata solo il 19 di Giugno, Munch 150, per festeggiare il centocinquantesimo anniversario della nascita di Edvard Munch con un film che ci porta dentro un’esposizione-evento direttamente via satellite, Springsteen and I, il documentario partecipativo prodotto dalla Scott Free e praticamente realizzato con il materiale raccolto dai fan del “Boss” e una serie di live speciali tra cui quello dei Doors all’hollywood bowl.

Michele Faggi
Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. È un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Si è occupato di formazione. Ha pubblicato volumi su cinema e new media. Produce audiovisivi

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertisment

FESTIVAL

Careless Crime di Shahram Mokri: recensione

Dopo due film tanto simili sembrava che Mokri avesse trovato il proprio personalissimo sistema di fare cinema e che fosse intenzionato a portarlo ancora avanti. Careless Crime però è diverso, ma allontanandosene ricorre alla riflessione sul tempo e lo spazio per trasformarsi in una dichiarazione d’intenti. La recensione di Careless Crime

Ca’ Foscari Short Film Festival 2020: Un festival diffuso

Dario Argento, Pino Donaggio, Lorenzo Mattotti gli ospiti speciali del Ca' Foscari Short. Festival "diffuso" tra location fisiche e web

The Flood Won’t Come di Marat Sargsyan: recensione

The Flood Won't Come, una decostruzione dell'aura sacrale che circonda l'odore della guerra. Visto alla SIC di Venezia 77, la recensione

Lucca Film Festival 2020: un festival diffuso

Lucca Film Festival e Europa Cinema, dal 25 settembre al 4 ottobre a Lucca e Viareggio. I concorsi e gli eventi speciali. Tutti i dettagli

Amedeo Nazzari, ritratto d’attore: la mostra a Roma dal 21 Settembre

Amedeo Nazzari, ritratto d'attore. La mostra fotografica dedicata al grande interprete, dal 21 settembre al 18 ottobre alla Casa Del Cinema di Roma

ECONTENT AWARD 2015