Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Il più antico festival d'Europa e il terzo nel mondo, dedicato a temi lesbici, gay, bisessuali, trans, queer e intersessuali diretto da Vladimir Luxuria, converte l'edizione 2020 in un'occasione online di libero accesso. Dal 30 aprile al 4 marzo. I dettagli 

Di

Inizia domani la nuova edizione del Lovers Film Festival, nelle date destinate originariamente al Festival. Si sposta quindi online come la gran parte delle realtà italiane che hanno saputo rilanciarsi per far fronte alle misure emergenziali per contrastare l’epidemia COVID-19.
#cimanteniamoinlinea diventa quindi rassegna ad accesso gratuito, per continuare a sostenere autori, pubblico e tutta la comunità lgbtq+ che ogni anno si muove intorno al festival, i suoi ospiti e i suoi contenuti.

I quattro giorni della rassegna virtuale consentiranno la visione di due lungometraggi (fiction e documentari) e due corti italiani al giorno. Il più antico festival d’Europa e il terzo nel mondo, dedicato a temi lesbici, gay, bisessuali, trans, queer e intersessuali metterà quindi a disposizione link per la visione gratuita, visionabili per l’intero periodo e sdipanati lungo i quattro giorni di programmazione, a partire dalle ore 11:00 di giovedi 30 aprile fino alla mezzanotte del 4 maggio.

Vladimir Luxuria, la direttrice del festival, ha raccontato quanto l’organismo festival sia un sistema complesso: “E’ la sala piena e le luci che si spengono poco prima dell’inizio dei titoli di testa, è il pubblico che sfoglia un programma costruito con passione e competenza in mesi e mesi di ricerca, è la costruzione continua di un lessico culturale, è il lavoro imprescindibile di tutte le persone che compaiono nei titoli di coda, è la passione dei nostri volontari, è il pubblico, è un luogo dove essere comunità, è sentirsi plurali

La speranza è che questo realtà di scambio attivo e vivo possa tornare nel luogo più consono, quello della sala.