giovedì, Febbraio 25, 2021
Home Generi-ci Experimental

Experimental

Mark Stewart – Exorcism of Envy

Exorcism of Envy non è un semplice album di remix del recente Politics of Envy, ma un suo naturale completamente, per un Dancefloor che più Haunted non si può, la recensione di Federico Fragasso...

Mark Lanegan & Duke Garwood – Black Pudding

Mark Lanegan ritorna, questa volta in collaborazione con Duke Garwood, con un disco di blues scarnificato e sperimentale, in cui a volte la sua voce resta in secondo piano rispetto alla sperimentazione, con risultati comunque appaganti

Colin Stetson – New History Warfare Vol. 3: To See More Light (Constellation – 2013):

Una guerra vera, una fisicità virulenta, quietata però dai canti della tradizione afroamericana; balsamo gospel da applicare alle ferite interiori degli odierni musicisti di avanguardia in qualche misura collocabili nel mare magnum del jazz. Tra tentazioni colte, improvvisazione, radici, derive grind; questo è il nuovo capitolo della New History Warfare di Colin Stetson

Marnie Stern – The Chronicles of Marnia (Kill Rock Stars, 2013)

L'evoluzione del virtuoso è lei, Marnie Stern, classe '79 da New York, della chitarra fa quel che vuole con maestria e consapevolezza del fatto che il 95% dei solisti alla chitarra provoca sbadigli. La recensione di The Chronicles of Marnia a cura di Elia Billero.

Julia Kent – Character: la recensione

Con Character, prima uscita per la raffinata etichetta del West Yorkshire Leaf Label Julia Kent torna a scolpire la sua ambient statuaria, qui più emotiva e densa che in passato.

Incanto e squilibrio: No Elephants, il ritorno di Lisa Germano

Finalmente No Elephants di Lisa Germano vede la luce grazie alla Badman Records

Jerusalem in My Heart – Mo7it Al-Mo7it (Constellation – 2013)

Straordinario esordio su Constellation dei Jerusalem in My Heart, trio che comprende il libanese Radwan Ghazi Moumneh, il francese Jérémie Regnier e la filmaker cilena Malena Szlam Salazar, la recensione di Mo7it Al-Mo7it

Suuns – Images du Futur (Secretly Canadian, 2013)

I canadesi Suuns stupiscono con 10 tracce semplici ma psicotiche, esemplificando come del post-rock e dell'alternative siano rimaste solo macerie. Images du Futur è un disco impressionante, poliedrico e innovativo. La recensione di Elia Billero...

Femina Ridens – Femina Ridens

Il primo lavoro di Francesca Messina a nome Femina Ridens si rivela un album tagliente, beffardo, in grado di deturpare ogni idea collegata alla parola romanticismo fino a ridurla a brandelli. Chi non si sentirà attratto dalla sua voce, un misto tra Cristina Donà, Antonella Ruggiero e Petra Magoni, e ammaliato dai ritmi scarni e sensuali, non potrà apprezzare degnamente Femina Rides

The Howling Hex – The Best of The Howling Hex (Drag City 2013)

Impensabile, dunque, che un album così maldestro come il nuovo The Howling Hex possa metter d’accordo tutti, la recensione di The Best of the Howling hex curata da Francesco Cipriano...

Paolo Saporiti – L’ultimo Ricatto (Orange Home Records, 2012)

L'ultimo ricatto è il nuovo album di Paolo Saporiti pubblicato per Orange Home Records, la recensione di Giulia Bertuzzi...

Simona Gretchen – Post-Krieg

Post-Krieg è una silloge di rimandi filosofici e letterali; da Nietzsche a Artaud, oltrepassando l'oceano fino a Ellroy, è, nel senso stretto della parola, l'ultimo album di Simona Gretchen

videoclip news