giovedì, Settembre 24, 2020

Elbow – la recensione del concerto alla Cavea del Nuovo Teatro dell’opera di Firenze

È ‘this blue world’ a segnare l’ingresso degli Elbow sulla scena della cavea del nuovo Teatro dell’opera di Firenze, opener dell’ultimo ‘The Take Off and Landing of Everything’ il brano è il racconto intimo di Guy Garvey sulla conclusione di una lunga e importante storia, e rimane sullo sfondo, come introduzione lieve e malinconica che consente alla band di sistemarsi. È un’indicazione che in un certo senso orienta l’andamento della serata, legando quasi integralmente la setlist allo spirito dell’ultimo lavoro, quello più essenziale e intimo di tutta la carriera degli Elbow, con una selezione che arriverà indietro fino ad un recupero di ‘Asleep in The back’, ma scegliendo ‘scattered Black and whites’ il brano più minimale del loro esordio, così simile alla soulfulness crepuscolare di ‘New York morning’, con il piano che in entrambi i casi scandisce la circolarità del tempo. Ma il vero inizio è affidato a ‘Charge’ dove Garvey guarda se stesso come uomo fuori dal secolo corrente, e tra spleen e grande generositá sará proprio la sua incredibile capacitá di amare ad arrivare dritta al cuore di chi guarda; con la forza di una vecchia quercia e la capacitá di comunicare simile a quella di un predicatore piú vicino alla terra che al cielo, si siederá accanto agli spettatori, si preoccuperá di capire la provenienza di tutti quanti, ballerá in mezzo alla gente durante i momenti piú innodici, suonerá due rullanti nel momento piú elettrico di tutto il concerto, quello dove esplode ‘Ground for divorce’ da ‘The seldom seen kid’, l’album più omaggiato durante la serata insieme all’ultimo, e che segna probabilmente il momento apicale del concerto con una bellissima versione di ‘Mirrorball’ dove lo spazio della cavea si illumina come un dancefloor adatto ad un abbraccio intimo. È un’ipnosi alcolica e comunitaria del tutto speciale quella che si recepisce, lo stesso Garvey dice di aver eseguito un concerto senza bere solamente una volta, un disastro secondo lui, perché la sua voce aveva perso per un attimo il calore di sempre; e lo spirito che chiude il concerto è proprio questo, tra una sbornia malinconica e un forte attaccamento alla vita; il secondo brano dell’encore è ‘one day like this’, che Garvey canta per un bel pezzo in mezzo alla gente, facendosi abbracciare mentre ripete insieme alla folla ‘so throw those curtains wide! / One day like this a year would see me right’

Michele Faggi
Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Lucius – Turn it Around: il video di Mimi Cave

Optical Art, Nouvelle Vague, performing arts, danza, movimento; questo il mondo di Mimi Cave, la talentuosa videomaker che collabora anche con tUnE-yArDs. L'ultimo video si chiama Turn it Around ed è stato realizzato per "Lucius"

YOY – Believe – Il videoclip di Paolo Polacchini

"Believe" è il nuovo singolo di YOY, tratto dal primo album sulla lunga distanza della band di Lorenzo Borgatti, Massimo Borghi e Giacomo Malaguti. La regia del video è di Paolo Polacchini

Quinn Wilson dirige nuovamente un video per la star R&B Lizzo: il videoclip di Juice

Il corpo imponente di Lizzo nella videografia di Quinn Wilson. Il nuovo videoclip, "Juice"

Bobby Conn – il video di Hollow Men diretto da Bruce LaBruce

È un inno di protesta e di riscatto l'ultimo brano di Bobby Conn, accompagnato da un bellissimo video ideato insieme all'amico Jonathan Johnson e diretto da Bruce LaBruce. Bentornato

patten – Winter Strobing: il video “liquido” e urbano di Jane Eastlight

La visual artist Jane Eastlight, torna a lavorare con patten per un video girato in un solo take nell'east end londinese

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015