martedì, Ottobre 26, 2021

Kraftwerk all’Auditorium di Roma unica data italiana

Nel corso della prossima estate Roma diventerà per un giorno la Capitale mondiale della musica elettronica. È questa la promessa che sta dietro all’annuncio dell’unica data italiana del nuovo tour dei “Kraftwerk”, in programma per l’appunto a Roma il prossimo 14 di Luglio nella straordinaria cornice della Cavea dell’Auditorium Parco della Musica.

Se dunque le stelle staranno a far da soffitto, le pareti dell’evento saranno invece inondate di musica e luce. Sì perché quando si parla dei Kraftwerk lo spettacolo non è solo il frutto di una elaborazione quasi “artigianale” delle sette note, ma diventa anche (e soprattutto) un coacervo di situazioni sceniche straordinarie.

Non a caso i Kraftwerk vengono unanimemente considerati come il gruppo che ha letteralmente insegnato, almeno in Europa, il concetto di musica moderna esasperando l’elettronica e le sue soluzioni in ambito musicale verso orizzonti sempre nuovi che in 40 anni di carriera non hanno mai dato nulla scontato, mettendosi sempre in discussione.

Andando un po’ indietro nel tempo, ed in particolare agli inizi della band, non ci si stupisce di quanta e quale sia stata la sua portata innovatrice, se si analizza la provenienza della stessa, Dusselforf. Chi ha avuto la possibilità di frequentare questa città si sarà reso conto che si tratta di una località davvero cosmopolita dove oltre alle varie contaminazioni culturali di provenienza europea, non è difficile trovarne anche altre di provenienza asiatica ed americana (Dusseldorf è infatti la sede di diverse compagnie internazionali).

Ecco quindi che in questo mix di culture, oltre 40 anni fa i Kraftwerk hanno per la prima volta elaborato non solo il loro stile tout court (perché questo verrà sempre reinterpretato in seguito album dopo album) quanto piuttosto il loro “approccio” alla produzione musicale.

Un approccio che prende come punto fondamentale della propria spinta l’innovazione, che è un credo con cui si vive giorno dopo giorno e non solo l’intenzione di una stagione. Innovazione che ha in diverse fasi riguardato anche il look della band; andando a cercare negli annali degli scatti fotografici in cui vengono immortalati i Kraftwerk non è difficile trovare le loro mise degli inizi, intorno al 76. Mentre in tutto il resto dell’Europa spopolavano i “capelloni”, i Kraftwerk si proponevano con un look da bravi ragazzi in giacca e cravatta, ma già con una peculiarità tecnologica tutta loro, ovvero le luci a neon che descrivevano i nomi dei componenti originali della band ovvero Ralf Hutter, Karl Bartos, Wolfgang Flur e Florian Schneider.

Di quello stile oggi è ancora possibile ritrovare alcuni segni nei total look in rosso o con tutte nere a righe squadrate che i Kraftwerk hanno proposto durante il corso dei concerti; un total look, inutile nasconderlo, che è stato più volte ripreso anche dai grandi marchi della moda che propongono soluzioni di stile ispirate alla musica tecno ed elettronica. “Ieri” queste soluzioni di abbigliamento le si trovava solo in qualche boutique di Londra, “oggi” le puoi acquistare anche online tramite i grandi portali di e-commerce di abbigliamento, forieri peraltro di proposte di stile e di consigli sul look (come ad esempio qui).

Per questo nuovo tour 2014, lo stile su cui i Kraftwerk hanno deciso di scommettere si ispira al concetto del 3D. Un concetto che la band ha deciso di elaborare secondo due filoni (quelli tradizionalmente a loro più congeniali); il primo è quello che passa attraverso la proposizioni di nuovi suoni sintetizzati che attraverso la loro diffusione sembrano voler quasi donare un senso “materiale” alla musica, che normalmente sarebbe invece qualcosa di etereo. A fianco a questo ci sarà poi uno spettacolo di luci che investirà il palco e non solo e che promette di lasciare a bocca aperta anche gli intenditori più smaliziati di questo genere di performance.

 

Michela Fiori
Michela Fiori si interessa di musica, cinema dal punto di vista del lifestyle

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img