giovedì, Settembre 24, 2020

Billy Bragg live @ Teatro Dal Verme – Milano 20 luglio: la recensione

Le ultime note a risuonare nel Teatro Dal Verme, pieno solo per metà anche a causa del periodo vacanziero, sono quelle di Waiting For The Great Leap Forwards, il brano con cui Billy Bragg chiude da qualche anno i suoi concerti, la canzone che io considero un po’ come la sua Desolation Row, per la cripticità del testo e per la grande forza evocativa, spostata dall’era beat a quella moderna post-ideologica post-tutto.
Billy invece viene a dirci che la disillusione non deve vincere, che bisogna continuare a lottare per le nostre idee, che sono quelle giuste anche se sono state sistematicamente sconfitte e continuano ad esserlo, che il primo nemico da battere è il cinismo, il miglior alleato del Capitale.
E io gli credo, perché Billy canta la sua vita e quello in cui crede come pochi altri sanno fare, direttamente dal cuore e col sorriso sulle labbra, aiutandosi con abbondanti dosi di humour inglese.
Il concerto era iniziato un’ora e mezza prima con Ideology, affemando quindi fin dall’inizio quelle che sarebbero state le conclusioni, ed era poi proseguito vagando qui e là all’interno dell’ormai trentennale carriera del cantautore, passando dagli esordi, la bellissima A New England, al termine della quale ci si chiede se davvero l’autore voleva solo una nuova ragazza, all’ultimo Tooth & Nail, rappresentato degnamente da Handyman Blues, la risposta data da Billy alla moderna crisi della mascolinità, dando il giusto spazio anche all’avventura di Mermaid Avenue con Way Over Yonder In The Minor Key e con la stupenda California Stars.
Tra un pezzo e l’altro Bragg si è raccontato, narrando le sue strane esperienze durante gli ormai innumerevoli tour passati e lasciando anche spazio allo humour, per esempio quando ha affermato che l’Americana è nata in Inghilterra con lo skiffle (e può dirlo, dato che oggi ne è tra i migliori interpreti), e alla fantasia, quando ha descritto delle fantomatiche sessioni per Mermaid Avenue fatte con i Kraftwerk per dare una visione europea al mito americano, come richiesto da Nora Guthrie.
La sensazione all’uscita dal teatro è stata quindi quella di aver passato una serata con un amico, qualcuno con cui si condivide qualcosa di più che una semplice manciata di canzoni. Grazie Billy, sempre a pugno alzato!

Fabio Pozzi
Fabio Pozzi
Fabio Pozzi, classe 1984, sopravvive alla Brianza velenosa rifugiandosi nella musica. Già che c'è inizia pure a scrivere di concerti e dischi, dapprima in solitaria nella blogosfera, poi approdando a Indie-Eye e su un paio di altri siti.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Chains, il nuovo video di Usher racconta gli states dell’ingiustizia sociale

Nuovo video di Usher diretto dal giovane e talentuoso Ben Louis Nicholas. Chains è filmato in un bellissimo bianconero ed è in linea con...

XXXTENTACION – Bad: il videoclip d’animazione di Tristan Zammit

Tristan Zammit è un vero talento. Abbacinato dalla scena rap degli anni 90, ne traduce l'essenza in piccole opere di animazione che sfruttano l'evoluzione dalla flash animation alle motion graphics, traducendo suono e testi in un segno pulsante. Il video di "Bad" realizzato per XXXTENTACION

Scott Cudmore, l’arte del videoclip: l’intervista esclusiva

Scott Cudmore è uno dei più importanti registi di videoclip viventi. Ci è sufficiente citare "Queen of hearts" per i Fucked Up, "Lariat" per Stephen Malkmus, "Hot Dreams" per Timber Timbre, "Century" per Feist fino alle recenti collaborazioni con N.E.R.D. e Selena Gomez immersa in una fantasia godardiana. Dal 2007 combina in modo creativo linguaggi, formati e confini dello stesso video musicale. Lo abbiamo intervistato per una lunga conversazione sulla sua carriera dal 2007 fino ad oggi.

Russian Red – John Michael: il video di Alex Bergman

Nuovo video diretto da Alex Bergman per la bella Lourdes Hernández aka Russian Red: John Michael è ludicamente nostalgico ed erotico

David Lynch – The Big Dream: il video diretto da Moby

Nuovo video per David Lynch diretto da Moby: The Big Dream

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015