mercoledì, Luglio 17, 2024

Claudio Cataldi – Homing season: malinconica memoria shoegaze.

Pervaso da una sottile malinconia sin dalla bella cover (curata dall’artista palermitano Federico Lupo) , il nuovo lavoro di Cataldi riconduce indietro nel tempo, laddove gli umori waves, le chitarre, le armonie vocali e non, parlano una lingua che grossomodo si potrebbe collocare nella metà dei ’90 e che il dislocamento temporale, fa percepire oggi come straniante reperto di un possibile, immaginifico, altrove.

Solipsistico nelle mosse ma legato ad una concezione innodica ed epica che conduce, di volta in volta, in ambienti divisi tra shoegaze e grunge, post-punk, brit pop ed indie propriamente detto; dove Cure e Nirvana cedono il passo ai Jesus And Mary Chain e l’atmosfera tende a saturarsi, senza però mai farsi impenetrabile coltre noise, dalle parti dei My Bloody Valentine. Il ché avvicina di parecchio la sua penna a quella di Adam Franklin, che partendo da queste stesse coordinate, ha vergato le pagine storiche di Swervedriver e Toshack Highway.

Un suono pulito e diretto, quindi, in costante ricerca della perfetta forma ‘pop’, sia quando si muove sulle vie della melodia harrisoniana, come nella conclusiva Cal, che quando imbastisce trame psichedeliche su base funk à la Loveless (A Magic For You, Final). In mezzo piccole potenziali hit come la suggestiva Song Of Hate e la tirata Let’s Go To The Secret Place (come direbbero i Sonic Youth,under the influences of Jesus And Mary Chain”, per l’appunto) o struggenti esercizi cantautoriali sul limitare del folk come Take Care e September Air.

Un disco in bianco e nero, sincero, tormentato, che riesce a toccare corde profonde, dicendo parecchio pur parlando una lingua tutt’altro che sconosciuta.

 

Alessio Bosco
Alessio Bosco
Alessio Bosco - Suona, studia storia dell'arte, scrive di musica e cinema.

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img