martedì, Gennaio 26, 2021

Cocteau Twins – Heaven or Las Vegas: i videoclip di Howard Greenhalgh

Prima ancora che i visualizer diventassero una norma capace di sostituire i lyrics video, il lavoro di Howard Greenhalgh era già vicino a quello spirito. 30 anni fa, i videoclip per Heaven or Las Vegas, per i Cocteau Twins.

Nel 1990 Howard Greenhalgh ha appena esordito con la videomusica e ne dovranno passare due prima di vedersi aprire le porte del successo internazional, con il video di Rhytm is a Dancer realizzato per gli Snap. Eppure quella caratteristica aura visuale desunta dalla grafica videoludica e sviluppata in seguito, durante la lunga e proficua collaborazione con i Pet Shop Boys, era già il segno distintivo del suo approccio alla videomusica: la creazione di uno spazio virtuale, separato in egual misura dalla realtà e dalla performance in studio, grazie all’impiego massivo di green screen e di un astrattismo visuale predominante. L’immaginario digitale comincia a contaminare quello videografico e a modificarne i parametri. In questo senso, il progetto più riuscito di Greenhalgh rimane il video di Black Hole Sun realizzato per i Soundgarden e basato sulla distorsione dell’iconografia famigliare, che in qualche modo riassumeva un ventennio di artwork hard rock.


La relazione con gli artwork per Greenhalgh rimane fortissima e il suo lavoro per promuovere “Heaven or Las Vegas“, sesto album dei Cocteau Twins pubblicato il 17 Settembre del 1990, promana da quello grafico ideato da Paul West insieme al fotografo Andy Rumball per la copertina del disco. Lo sfarfallio delle luci esposte con un tempo di posa lunghissimo, è quello di un albero di Natale, una scelta che in qualche modo sintetizza la genesi complessa del disco, sospesa tra i problemi con la cocaina di Robin Guthrie, la nascita della figlia condivisa con Elizabeth Fraser ed infine la morte di Ivor Raymonde, padre di Simon, bassista dei Cocteau Twins.

Heaven or Las Vegas – l’artwork originale del disco dei Cocteau Twins

Greenhalgh espande lo spirito della foto di Rumball e realizza due clip, immergendo la band in un continuo gioco di sovrimpressioni luminose, dove i corpi e gli strumenti dei performer calati nel limbo “green screen”, vengono avvolti dalle luci, da improvvise rifrazioni cromatiche e dallo spazio possibile creato dai flares.

Cocteau Twins – Heaven or Las Vegas – Dir: Howard Greenhalgh

Più minimale e a nostro avviso riuscita la seconda clip realizzata dal regista britannico per la promozione dell’album dei Cocteau Twins. “Iceblink Luck“,  il cui titolo si riferisce in parte ad un effetto di rifrazione ottica generato da una massa consistente di ghiaccio, sembra far fede a questo fenomeno, costruendo un gioco di luce che promana direttamente dai corpi degli artisti, dagli strumenti e dai gesti, creando così un’aura luminosa cangiante intorno alla loro performance. 

Se pensiamo alla massiva diffusione odierna di pattern visuali che stanno in parte sostituendo l’ondata dei Lyrics video con i cosiddetti “visualizer”, questi provengono anche dal lavoro in studio ideato da registi come Howard Greenhalgh. Rispetto alla completa e odierna digitalizzazione del processo, nei video del regista inglese, resiste ancora un approccio fotografico e ottico, che combina lo spirito degli anni 60/70 sopravvissuto lungo tutti gli anni ottanta della rivoluzione elettronica, con la fascinazione per il mondo videoludico.

Cocteau Twins – Iceblink Luck – Dir: Howard Greenhalgh

Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Cosimo Bianciardi & Intima PsicoTensione – Il Candore – il nuovo videoclip di Alice Cortella in anteprima esclusiva

La ballad di Cosimo Bianciardi & Intima PsicoTensione richiama in qualche modo il folk britannico nella sua lunga parabola creativa, fino alle struggenti torch songs di Glen Hansard. Alice Cortella dirige per la seconda volta la band toscana ne il video de "Il Candore", gioco di bambini e stupore infantile che sollecita la ricerca delle origini. In anteprima esclusiva su Indie-eye VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

ECONTENT AWARD 2015