Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Cristallo, al secolo Francesca Pizzo, ha appena pubblicato il terzo singolo tratto dall'imminente "Chiedimi se sono io", album sulla lunga distanza che uscirà per Black Candy Produzioni entro la fine del 2020. Il suo è un pop di altissima qualità, prodotto come si faceva una volta, ma assolutamente nuovo per sollecitazioni e racconto. Le tre canzoni che ha pubblicato, inclusa la recentissima "Casa di Vetro", storia di isolamento prima del lockdown, sono tre gemme inscritte nel dissidio tra intimità e identità pubblica, quello che tutti viviamo nelle società connettive. Per conoscere meglio la sua idea di musica, l'abbiamo intervistata e abbiamo prodotto un podcast. 

Di

Il Cristallo del pop. Da “Cosa c’è” a “Casa di Vetro”

Cristallo e le sue gemme pop. Ne ha pubblicate tre. Dopo “Cosa c’è” e “Falena“, l’ultima uscita in ordine di tempo si intitola “Casa di Vetro“, scritta prima della quarantena forzata, ma capace di intercettare lo spirito dei tempi, nella prova comune che ci siamo trovati a vivere tra isolamento e necessità di confronto con la collettività.

In rotazione radiofonica dallo scorso 5 giugno, il brano prodotto da Samuele Cangi e Lorenzo Buzzigoli per Black Candy Produzioni aggiunge un tassello all’identità di un’autrice dalla lunga esperienza, ma che ha intrapreso un nuovo corso dopo il progetto in duo, noto come Melampus.

Cristallo, al secolo Francesca Pizzo, scrive racconti d’amore e d’illusione a metà tra esperienza e figurazioni oniriche, ma non perde mai il filo di una narrazione pop diretta e comunicativa. Le sue sono canzoni apparentemente immediate, ma dalla qualità sfuggente, perché mettono in luce quel dissidio tra intimità e identità pubblica per come viene esperita nelle società connettive, dove alla ricerca di una via per l’unità, ne usciamo irrimediabilmente raccontati a pezzi. Del resto, il lavoro sui suoni e sulla sua immagine va in questa direzione. La dimensione confessionale della scrittura sembra arricchirsi di alcuni contrasti che la descrivono come energia erotica e allo stesso tempo creatura androgina in uno spazio asettico, pensiamo per esempio ai videoclip quasi sci-fi di “Cosa C’è” e “Falena”, diretti da The Factory Prd. Per contrasto, la voce di Francesca è capace di muovere profonde leve emozionali come una chanteuse o una songstress dall’indolente dolcezza, mentre l’ottima produzione Cangi/Buzzigoli stratifica suoni analogici ed elettronica entro un discorso che crea nuove derive.

A veicolare “Casa di Vetro”, un video diretto da Giuseppe Lanno, videomaker di talento, più volte ospite qui su indie-eye. La clip costruisce intorno alla relazione di Francesca con il suo spazio privato, una serie di maschere naturali, create con vestiti, alimenti, oggetti della vita quotidiana, interpretando al meglio le vitali contraddizioni tra intimità e rappresentazione.

Per conoscere meglio lo spirito e la creatività di Cristallo abbiamo raggiunto Francesca Pizzo via Skype e registrato una conversazione intorno alla sua musica.
Questo è il podcast che abbiamo prodotto, dove oltre ai brani che anticipano il suo album sulla lunga distanza intitolato “Chiedimi se sono io“, ne ha commentati altri cinque del panorama musicale internazionale, tra quelli che ama di più.

Cristallo su Facebook
Cristallo su Instagram
Cristallo su Spotify

Buon ascolto

Cristallo, il podcast. L’intervista con Francesca Pizzo

Cristallo – Casa di Vetro – Video ufficiale diretto da Giuseppe Lanno

 

Michele Faggi

Michele Faggi

Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.