domenica, Ottobre 25, 2020

Fedora Saura – La via della salute: la recensione

È un disco veramente impegnativo ma da cui non scappare quello dei Fedora Saura, pieno di riferimenti alti e portatore di una visione del mondo filosofica ancor prima che artistica e musicale, un manifesto ideologico per la rinascita dell’ Europa, vista come un’entità alla deriva non dal punto di vista economico e monetario, ma da quello ben più preoccupante dell’etica e delle idee.
Per farlo il collettivo svizzero di lingua italiana mette in scena una sorta di teatro-canzone ispirandosi senza paura al maestro Giorgio Gaber, spesso ricordato anche a livello vocale dal cantante/declamatore Marko Miladinovic, a volte in grado di giocare espressivamente con la voce come Carmelo Bene o di salmodiare ipnoticamente come Giovanni Lindo Ferretti.
Oltre a questi riferimenti “classici” ce ne sono però molti altri, specialmente per quanto riguarda lo spettro sonoro elaborato dalla band: all’interno dei sette brani che compongono La via della salute si può infatti ascoltare un po’ di tutto, grazie all’attitudine sperimentale e giocosa, oserei quasi dire progressiva o addirittura Rock In Opposition se non facesse venire in mente eccessiva seriosità e mancanza di prospettiva, dei musicisti. Tra le varie influenze le più evidenti sono quella della No Wave newyorkese, quella jazz-core, con un uso dei fiati molto particolare, quella post-punk in generale, con puntate nel reggae sulla scia dei Public Image Ltd e del basso di Jah Wobble, e quella della classica, vista però tramite la lente delle avanguardie di inizio Novecento.
La somma di tutti questi elementi dà risultati a volte stranianti, ma sempre accattivanti, con il suo acme nel lungo brano in tre movimenti Ex Europa Samba, 17 minuti in cui i Fedora Saura ballano sulle rovine del nostro continente tra ritmiche ipnotiche, chitarre grattugiate, passaggi teatrali accompagnati da un piano classico e un augurio di ritorno alla potenza e alla centralità ormai dimenticate da decenni. Gli altri brani, più diretti anche se comunque piuttosto elaborati, non sono da meno, ad esempio l’iniziale Peso/Mondo (Della civiltà civetta), che mescola benissimo Gaber e la sua critica alla civiltà dei consumi con ritmiche spezzate wobbliane, oppure la conclusiva Continentale (Artista visiva), che rilancia definitivamente l’Europa, o almeno ci prova, a passo di marcia post-punk.

Fabio Pozzi
Fabio Pozzi
Fabio Pozzi, classe 1984, sopravvive alla Brianza velenosa rifugiandosi nella musica. Già che c'è inizia pure a scrivere di concerti e dischi, dapprima in solitaria nella blogosfera, poi approdando a Indie-Eye e su un paio di altri siti.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

UZi: il video di Scene Girl

Nuovo video per UZi, il collettivo audiovisivo che si è stretto intorno a Gabe e Mike, tra pop, rap e video-ritratto ecco la clip di Scene Girl

Corinne Bailey Rae ‘Been To The Moon’ – il video di Favourite Colour Black

Il ritorno di Corinne Bailey Rae con 'Been To The Moon', videoclip diretto da Chris Turner, aka Favourite Colour Black

Sophie – Faceshopping: una nuova identità, digitale e autentica, nel video della producer losangelina

Il contrasto tra simulacro e autenticità sembra incorporare la flagrante contraddizione che ci trova, tutti quanti, al centro di un controllo spasmodico della propria immagine, dove la realtà identitaria è sottoposta ad un'inesorabile frammentazione dal bombardamento transmediale a cui siamo sottoposti ogni giorno. Sophie è lo stato dell'arte dell'immagine contemporanea. Brutta o bella che sia

Billie Eilish – When the party’s over, l’inquietante video di Carlos Lopez Estrada

Uno spazio bianco. Un bicchiere colmo di una bevanda scusa. Billie Eilish lo beve e non sarà più possibile tornare indietro. When the party's over, l'inquietante video diretto da Carlos Lopez Estrada

Benoit Pioulard, lasted il video diretto da Church & Steak

Church and Steak dirigono l'ultimo video per Benoit Pioulard, adattato liberamente dalla Jetee di Chris Marker

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015