mercoledì, Ottobre 21, 2020

Fino all’urdeme juorno di Vio.La: il video d’animazione di Kuba Jarnot, l’intervista

Vio.la è una band che nasce dall’incontro di due musicisti già conosciuti nel panorama della musica italiana, Daniela Vicale cantautrice e Antonio Russo, polistrumentista, cantante, arrangiatore e produttore esordisce con. Il loro singolo di esordio si chiama “Fino all’urdeme juorno”, brano cantato in napoletano che nel raccontare una storia d’amore si affida alla chitarra dello stesso Russo, alla fisarmonica di Antonio Apicella e alla ritmica di Nicola Balbi; il canto di Daniela Vicale si innesta su questo suggestivo tappeto sonoro.
Il video di “Fino all’urdeme juorno” è stato interamente realizzato dal videomaker e animatore polacco Kuba Jarnot, già a lavoro con diversi artisti, tra cui Magdalena Tul (rappresentante della Polonia, nel 2011, all’Eurovision Song Contest).
Per conoscere meglio il lavoro di Jarnot su questo piccolo gioiello d’animazione, tra disegno a mano e tecniche digitali, lo abbiamo intervistato.

L’intervista si legge dopo il video.

Fino all’urdeme juorno di Vio.La Dir: Kuba Jarnot

Come hai cominciato a lavorare nel campo dell’animazione?

Cartoni animati e film d’animazione sono stati la mia formazione principale. Da bambino amavo disegnare. Quando ho scoperto i programmi di montaggio non lineare, è stato come se qualcuno di avesse donato un paio d’ali per spiccare il volo. Mi sono innamorato della possibilità di allestire un set, giocare con le immagini, i personaggi, le luci, i suoni e la musica. La connessione tra suono e arti visuali offre moltissime possibilità di risvegliare e connettersi con il lato emozionale delle persone.

Che studi hai affrontato per perfezionare il tuo talento?

Ho iniziato a studiare design digitale all’Università Pedagogica di Cracovia. Sto imparando i lavoro sul video, sul design, il disegno e altre cose utili che mi aiutano a migliorare le mie capacità. Una delle mie fonti di ispirazioni è il fumetto italiano W.I.T.C.H. e il cartoon Winx Club e su quelli mi sto esercitando a perfezionare alcuni moduli video, come forma di esercizio. Ho un progetto ambizioso ed è quello di trasporre W.I.T.C.H. dal fumetto ad un breve film d’animazione. Nel frattempo, il lavoro sul videoclip è per me fondamentale perché mi aiuta ad arricchire il portfolio, come è accaduto per “Fino all’urdeme juorno”.

Come hai iniziato a collaborare con Vio.La?

Tutto è avvenuto grazie ad Antonio Apicella e Ewelina Łukaszyk. Avevamo già lavorato insieme ad altri progetti, tra questi, la clip di I’ll Be Fine, un lavoro difficile perché si trattava di un progetto concepito per l’Eurovision Song Contest. Nonostante fosse più di due anni fa, Antonio si è ricordato di me e mi ha chiesto di lavorare per Vio.La, di cui fa parte.

Come hai sviluppato l’idea per il video?

Normalmente cerco di capire di cosa parla la canzone e se ci sono delle influenze o ispirazioni visive. Studio la canzone e i testi approfonditamente in un secondo momento per capire il tono. Successivamente mi immagino una storia che possa andar bene con la canzone, creando un storyboard semplice. Se la bozza dell’idea piace ai musicisti, cerco uno stile per il disegno e per l’animazione che possa amplificare quel mood che ho percepito. Per quanto riguarda Vio.La ho deciso di utilizzare uno stile disegnato molto leggero, così da renderlo più dinamico con animazioni dove il tratto fosse in movimento perpetuo.

Quali tecniche di animazione hai usato?

Per me l’aspetto più importante è disegnato. Ogni immagine del video è stata disegnata tre volte per creare quell’effetto in perpetuo movimento di cui ti parlavo. Per ottenere l’effetto del movimento ho usato una versione digitale delle tecniche di animazione “cutout”. Questo per spostare oggetti statici e dargli l’impressione di movimento. Ho usato anche tecniche e modi tradizionali, ad esempio per la camminata di Antonio, il volo degli uccelli e i movimenti della bocca.

In che modo concepisci la combinazione tra tecniche digitali e tecniche di disegno tradizionale?

Combinare insieme “cutout” e flash animation, con alcuni aspetti tradizionali ed elementi 3D sia il modo più soddisfacente per creare qualcosa di bello. L’aspetto più importante rimane l’idea di partenza e il disegno. Oggi si può utilizzare qualsiasi software di montaggio per ottenere buoni risultati, anche senza particolari competenze. Ma l’idea e il talento ti consentono di fare qualcosa di speciale. Detto questo devo ancora imparare molto per migliorare i miei lavori, concedimi ancora un po’ di tempo

Progetti per il futuro?

Sto lavorando per una committenza molto speciale. Si tratta di un lavoro per Magdalena Tul (N.d.r. nota cantante Polacca che nel 2011 ha rappresentato il paese durante L’Eurovision). Con lei ho cominciato a lavorare come animatore. Non voglio rivelare i dettagli perché è un progetto davvero speciale. Sarà molto diverso da quello che ho fatto per lei nel 2017.

Michele Faggi
Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Beyoncé – The Visual Album: si guarda, si ascolta, video come esperienza

Il visual album di Beyoncé si guarda e si ascolta

Sharon Van Etten – Seventeen: il video newyorchese di Maureen Towey

Una New York svuotata e spettrale nel nuovo video di Sharon Van Etten diretto da Maureen Towey. Seventeen

Blonde Redhead – Dripping: elogio del culo nel video erotico di Eric Wareheim

Eric Wareheim torna a stupire con questo video "quasi ufficiale" per i Blonde Redhead. Dripping è una sarabanda di culi femminili dominanti ispirati all'arte dell'illustratore giapponese Namio Harukawa

Hermetic Delight il video di Void in esclusiva su indie-eye

Void è la nuova traccia inedita dei francesi Hermetic Delight registrata dal vivo al Hall des Chars di Strasbugo. Indie-eye presenta il videoclip in esclusiva

Fino all’urdeme juorno di Vio.La: il video d’animazione di Kuba Jarnot, l’intervista

La voce di Daniela Vicale e il polistrumentista Antonio Russo danno vita a Vio.La. Il brano d'esordio è la struggente "Fino all'urdeme juorno",cantata in napoletano. Il video d'animazione è diretto da un giovane e talentuoso artista polacco chiamato Kuba Jarnot. Il videoclip e l'intervista al regista

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015