giovedì, Settembre 24, 2020

Gianni Morandi al Lucca Summer Festival 22-07-2018: il report del concerto

Gianni Morandi è un pezzo di storia italiana. Chi da bambina canticchiava le strofe seguendo in giro la propria mamma mentre in cucina girava un suo disco, chi l’ha visto in concerto quando ancora non sapeva neanche cosa fosse la musica perché era assolutamente vietato perderlo. Chi litigava con le amiche perché non era possibile preferire Bobby Solo. Morandi ha rassicurato intere generazioni, con la sua classe, con i suoi modi semplici, con le sue pop song.

È cresciuto insieme a quelle ragazze che negli anni Settanta cantavano a squarciagola appoggiate a una panchina nel parco le sue canzoni e sospiravano l’eternità dell’amore. Era l’uomo da cui ottenere un’incontenibile felicità. La malinconia (Al bar si Muore), il sogno (Chimera), la speranza (Non son degno di te), la delusione (Fisarmonica), tutti brani che iersera, in Piazza Napoleone, ha eseguito, mentre il cielo grigio si rischiarava con lampi e tuoni che non sono riusciti neanche per un attimo a preoccupare la platea.

Cambiando giacca di continuo, blu, rossa, oro ha concluso il suo tour estivo, senza mostrare stanchezza, quando riprendeva fiato era per divertire la folla con qualche aneddoto. Ha confidato che Tenerezza l’ha registrata nel bagno di un ristorante, quando ancora era un militare di leva, il fonico si era ritenuto soddisfatto dell’acustica, inutile opporsi dice prendendosi in giro. Il pubblico ride, applaude, Gianni Morandi è così, non puoi non stare dalla sua parte anche quando con qualche imbarazzo ironizza con la sua assistente sul fatto che ormai il tempo sia passato e lui oltre ad essersi abbassato di qualche centimetro è per forza invecchiato.

Dopo Vita, ricorda Lucio Dalla, spesso la cantavamo insieme, racconta, e commosso attacca Caruso, è un’interpretazione imperfetta ma estremamente emotiva, il pubblico gli va dietro a bassa voce, come se avesse paura di contaminare l’attimo, ma quando finisce esplode in un’ovazione.

Una scaletta lunga, trentotto i pezzi, ma quando va a scavare nel suo repertorio di classici gli schermi ai lati suggeriscono un periodo lontano, rimandano le immagini in bianco e nero e su Fatti mandare dalla mamma anche le coriste rientrano con abiti anni Sessanta. In un mondo d’amore e il palco si colora di verde come il prato, saluta, ringrazia e fa presagire che sia tutto finito, ma quando ancora la gente non sa se credergli o meno, la band torna al suo posto e attacca una rockeggiante versione di Banane e Lampone. Nessuno a quel punto può restare seduto, c’è chi balla, chi alza il pugno come quando Federer vince una lunga partita e chi anche in una porzione di spazio risicata fa fare il giro alla sua bella.

Fate bei sogni, raccomanda e augura la Buona Notte.

Una signora mi stringe, alzandosi e con gli occhi che ancora luccicano, cerca le parole per farmi capire quanto è contenta, entusiasta, come se per lei al mondo non ci fosse niente di meglio.

Tutto è bene quello che finisce bene, stasera niente è stato ordinario o banale, i sorrisi di coloro che cominciano ad allontanarsi la dicono lunga sul motivo per cui come molti altri deve continuare a cantare.

Francesca Fazioli
Francesca Fazioli
Laureata nelle discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo. Dopo una tesi sul teatro, sul cinema mai discussa e sull'ascolto per la conclusione del Master ho capito che la curiosità è diventata confusione. Adoro i concerti, la Signora del Venerdì e i libri di Jonathan Franzen.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Calexico – Falling from the sky: il video di Mikel Cee Karlsson

L'universo mostruoso di Mikel Cee Karlsson torna con il nuovo video girato per i Calexico e interpretato da Jose Gonzalez. Falling from the sky è il primo di due episodi, il secondo dei quali sarà realizzato proprio per Jose Gonzalez

Melody Gardot – Preacherman: il video diretto da Calum MacDiarmid

Nuovo video per Melody Gardot ispirato alla morte di Emmet Till avvenuta per motivi razziali negli anni cinquanta e diretto da Calum MacDiarmid

John Legend al Lucca Summer Festival, 5 Luglio 2020: In anticipo sul Bigger Love Tour

John Legend, unica data italiana al Lucca Summer Festival, il 5 luglio 2020, succosa anticipazione dell'atteso Bigger Love Tour. Prevendite online da oggi. Guarda il video di "Conversations in the dark", nuovo singolo dell'artista neo-soul

Glass Animals – Gooey: il video diretto da The Apiary

Saliva, sudore, secrezioni, nell'inno alla vita biologica diretto da The Apiary per Glass Animals: Gooey

One Camera man Band: Caveiras, Arabia Saudade, Elettrocapra e Il Cloro nel nuovo format video di Indie-eye

Caveiras, Arabia Saudade, Elettrocapra e Il Cloro inaugurano "One Camera Man Band dal 17-09-2018. Tutti i dettagli

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015