Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

I Califone di Tim Rutili sono una delle band più importanti dell'alternative folk, anche se l'etichetta è davvero troppo stretta per la creatività di confine di un album come Roomsound, ormai al quindicesimo anniversario. Per celebrarlo, i Califone saranno a Firenze per la serie Glorytellers sul palco della Sala Vanni e con la line-up originale arricchita. Un evento da non perdere, per il quale Indie-eye offre due biglietti omaggio a suoi lettori con relativo contest 

Di

Nati dalle ceneri dei seminali Red Red Meat e dopo una serie di EP, i Califone cominciano a delinearsi come un vero e proprio supergruppo per arrivare alla pubblicazione del primo album nel lontano 2001.
Roomsound diventa in poco tempo un classico della musica americana e mostra la strada a molto dell’alternative folk che oggi ci capita di ascoltare. L’intuizione della band di Tim Rutili è quella di rielaborare il country-blues dei Red Red Meat in una forma che sia in grado di integrare sottili incursioni elettroniche, frammenti di musica dronica, strane interferenze che sembrano provenire da una vecchia emissione radio ad onde corte.

I suoni della tradizione vengono quindi rielaborati attraverso nuove strategie che avvicinano gli standard blues all’ambient di Brian Eno e alla sperimentazione di Psychic TV.

Diversamente da alcuni lavori della band più concentrati sui giochi chitarristici di Rutili, Roomsound rimane tutt’oggi l’episodio più conciso e brillante dei Califone. Registrato ai Clava Studios integra synths, sample, loops e drum machine in una dimensione più organica. Rutili trasforma il songtelling in un incubo quasi lynchiano, traghettando certi elementi del roots rock in un’area mistica e allo stesso tempo nonsense. I testi e il cantato sono un aspetto fondamentale di Roomsound e diventano essi stessi suono, rumore, sperimentazione metrica.

Califone, l’artwork di Roomsound

Sono ballate malinconiche quelle dei Califone sospese in un’atmosfera sognante che a tratti ricorda il folk composto ai margini del deserto dai Calexico, ma con una propensione maggiormente visionaria. 

I Califone celebrano quindici anni dalla pubblicazione di Roomsound, ristampato recentemente dall’ottima Dead Oceans, occasione per arricchire la line-up originale e condurla in tour: oltre a Rutili c’è Ben Massarella, Brian Deck, Michael Krassne, Wally Boudway, Ross Andrews che già dalla fine del 2016 hanno girato gli States per una serie di concerti davvero memorabili.

Il supergruppo sarà a Firenze il prossimo 31 maggio alle ore 21:15 in occasione di Glorytellers, l’appuntamento live di qualità del Musicus Concentus in Piazza del Carmine.

In occasione del concerto (per le prevendite, questa la pagina dell’evento) Indie-eye lancia un contest in collaborazione con Musicus Concentus mettendo a disposizione dei suoi lettori due titoli d’ingresso gratuiti.

Per partecipare è necessario scrivere una mail all’indirizzo cs@indie-eye.it specificando i seguenti dati

Nome | Cognome | Indirizzo Mail valido e attivo

Nel corpo della mail deve esserci la risposta a questa semplice domanda: 

Come si intitola l’ultimo album dei Califone pubblicato da Dead Oceans?

Ricordati di dare un titolo riconoscibile alla mail (come per esempio “Contest Califone“). Riceverai una nota automatica di ricezione comunicato stampa avvenuta; non prenderla in considerazione, è una nota automatica standard. I vincitori saranno annunciati Lunedi 29

 

Califone – Mittens

 

Michele Faggi

Michele Faggi

Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.