martedì, Dicembre 1, 2020

Stolen Apple – Trenches: il video live e la video intervista

Prima della deriva attuale verso l’indistinto, gli anni novanta del rock avevano indicato una strada, pur nella varietà delle intuizioni. L’artigianato, spesso altissimo, evitava camuffamenti e perseguiva la verità del suono. Errori, approssimazioni, scarti e sopratutto improvvisazione, erano grandi propellenti creativi e consentivano una formidabile unicità.

Gli Stolen Apple hanno pubblicato con questo nome un primo album sulla lunga distanza intitolato “Trenches” alla fine dell’anno scorso, attualmente distribuito da Audioglobe per l’Italia e dalla prestigiosa Clear Spot per quanto riguarda il mercato internazionale.

Il loro non è un debutto, ma il nuovo capitolo di una delle storie più longeve nel panorama della musica alternativa italiana. Attiva dal 1992 con alcune variazioni nella formazione, la band fiorentina si è chiamata Malastrana, Buzz On, Nest.

Come Nest ha realizzato due album di altissima qualità pubblicati rispettivamente per Urtovox e Zhar/Black Candy oltre a prestare la propria musica ad Antonio Bellia per “Ore d’aria”, il suo documentario sulla vita di Silvia Baraldini dove figuravano tracce di PGR, CSI e GoodMorningboy. Da quell’esperienza, il nucleo originario costituito da Riccardo Dugini (Voce, chitarra) e Luca Petrarchi (voce, chitarra) si è arricchito della presenza di Massimiliano Zatini (basso), che aveva gravitato nelle numerose incarnazioni della band, ed Alessandro Pagani, batterista, già nei Malastrana, attivo negli storici Subterraneans e una delle menti dietro la seminale Valvola/Shado Records, etichetta indipendente attiva dal 1994 al 2005.

“Trenches” è un album che trova i suoi punti di riferimento nella prassi e non nell’imitazione della musica alternativa dei novanta. È una differenza sostanziale basata sulla profonda conoscenza del periodo, una questione di cultura, profondamente anti-nozionistica. Quello che gli Stolen Apple hanno assimilato naturalmente è il senso di libertà che alterna scrittura a Jam e che era comune rintracciare nelle produzioni di artisti come Karate, Sonic Youth, Low, Gun Club, Thin White Rope, Flying Saucer Attack, solo per citarne alcuni. 

Il loro contributo non è fuori tempo massimo, ma recupera strategie e libertà compositive tragicamente perdute nel panorama attuale, con una maestria che non riesce ai vintagisti contemporanei. Basta solo pensare che l’album è stato missato in “Mono” per ottenere un sound capace di rispettare la verità della presa diretta.

Le 12 tracce di “Trenches” sono tutte diverse, ma dimostrano una coesione miracolosa, trainata da un songtelling che alterna un secco documentarismo sociale a momenti onirici e visionari. Attitudinalmente punk e allo stesso tempo psichedelici, gli Stolen Apple attraversano venticinque anni di musica con una vitalità e una freschezza invidiabili. 

Il video prodotto da Indie-eye in collaborazione con KinoDv Produzioni video è stato registrato presso il Circus Club di Scandicci per quanto riguarda la parte live, mentre l’intervista è stata girata nel giardino antistante alla sala prove dove gli Stolen Apple danno vita alla loro musica.

Videocamere “Zoom Q4n” fornite da Zoom Italia

Stolen Apple su Bandcamp

Stolen Apple Su Facebook

Acquista Trenches degli Stolen Apple su Audioglobe

Acquista Trenches degli Stolen Apple su Clear Spot

 

Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Paul Weller – On Sunset è il videoclip diretto da Martin Kovalenko

"On sunset" è la title track del nuovo album di Paul Weller. Ed è anche uno splendido video diretto da Martin Kovalenko

Marco Parente, il videoclip di “Nella Giungla”

L'interno verso l'esterno. E viceversa. Nel nuovo video di Marco Parente, realizzato insieme a Samuell Calvisi: Nella Giungla

Little Daylight – Overdose: il video di Campbell Hooper

È musica visualizzata quella del Videasta Campbell Hooper; studio sul movimento, sui colori e sulla trasformazione; non fa eccezione il nuovo video diretto per Little Daylight, "overdose"

Alberto Nemo, Discanto: l’anteprima del Videoclip su indie-eye

"Discanto" è un commovente contatto d'amore. "Sentirsi" a distanza e trovare un luogo d'incontro. Una via possibile, nel secolo della comunicazione inter-relata. In anteprima lancio il videoclip di Alberto Nemo con il featuring di Sephine Llo

Dub Fx – Beaming light: il videoclip live diretto da Michele Faggi

Tra colori, bianconero ed esplosioni di luce, il geniale Dub Fx nel videoclip live di "Beaming Light" realizzato da Michele Faggi e registrato alla FDM 2017

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015