domenica, Luglio 14, 2024

This Town Needs Guns: 13.0.0.0.0, il nuovo album della math-rock band di oxford

Gli Oxfordiani This Town Needs Guns  rivelano molta più passionalità di quanto si potrebbe attribuirgli, tanto che, volendo fare una considerazione del tutto peregrina, si distanziano dalla compostezza della città natale con no slogan piuttosto anarchico, ben inserito nel nome scelto, perchè sarà bene ricordarlo, a Oxford i poliziotti non sono armati.

La band si è formata nel 2004 intorno al chitarrista Tim Collis per poi assestarsi su una lineup diversa nel 2006 quando la batteria di Matt Bennington è stata definitivamente sostituita da Chris Collis, il fratello di Tim. Animals, il primo full lenght della band, è stato realizzato con una formazione diversa da quella originaria, fino a trovare l’attuale e definitivo assestamento in forma power trio per la realizzazione di quest’ultimo  13.0.0.0.0 con la voce e il basso di Henry Tremain. Uno dei membri fondatori della band Stuart Smith, voce e seconda chitarra, uscito dalla band nel 2011, ha influito sul risultato in termini di scelte, perchè se si sente la mancanza di una seconda chitarra questa si risolve in un inquieto fluire della dinamica pianissimo-fortissimo, accompagnato da giochi ritmici senza soluzione di continuità.

La parte emo del gruppo è saldamente tenuta nelle mani di Tremain, con il suo cantare ancora più sofferente, su lunghi cori alla American Footballun accostamento tirato fuori da quasi tutta la stampa internazionale, in ogni recensione che è possibile trovare in rete, proprio perchè la somiglianza è davvero innegabile e impressionante. Ma l’idea di Math Rock sviluppata dai TTNG è inquietante, ricorda alcuni episodi del solista Yorke (I’ll Take the Minute Snake somiglia a certi passaggi di The Eraser)  specie quando la batteria elettronica prende il posto di quella acustica (Nice Riff, Clichard). Se vi siete mai domandati come gli American Football avrebbero potuto evolversi dal ’99 ad oggi, la risposta è forse nella musica dei TTNG. Da un’altra prospettiva, per chi è abituato a bazzicare la scena da molto tempo, potrebbe sembrare semplicemente “la solita zuppa”

[soundcloud url=”http://api.soundcloud.com/tracks/67192131″ params=”” width=” 100%” height=”166″ iframe=”true” /]

 

Elia Billero
Elia Billero
Elia Billero vive vicino Pisa, è laureato in Scienze Politiche (indirizzo Comunicazione Media e Giornalismo), scrive di dischi e concerti per Indie-eye e gestisce altri siti.

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img