Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Il grande Micah P. Hinson arriva a Firenze per un concerto imperdibile in scena al teatro puccini e per celebrare i dieci anni del suo primo album, ristampato un anno fa dalla Talitres 

Di

Micah P. Hinson and The Gospel of Progress” ha compiuto 10 anni l’anno scorso, l’esordio del musicista americano è stato ristampato dalla Talitres proprio nel 2014, l’etichetta che contemporaneamente ha fatto uscire “Micah P. Hinson and the Nothing“, l’ultimo lavoro del songwriter di Memphis.
Per celebrare l’anniversario del disco, Micah P. Hinson sarà ospite del Teatro Puccini di Firenze sabato 23 maggio alle ore 21:00, un concerto da non perdere per ritrovare l’autore di quelle canzoni che esaltarono la stampa internazionale, salutando il suo lavoro con grande entusiasmo.

Ascolta l’album “The Gospel of Progress”

Guarda il video Micah P Hinson – Beneath the Rose

MICAH P. HINSON
Sabato 23 maggio – ore 21
Teatro Puccini – via delle Cascine, 41 – Firenze
Biglietti: primo settore 20 euro; secondo settore 15 euro
Prevendite Box Office www.boxofficetoscana.it; (tel 055 210804); Ticket One www.ticketone.it (tel. 892 101)
Info tel 055.0460993 – 055.362067 – www.lndf.it – www.teatropuccini.it

La storia di Micah P. Hinson ha una sostanza quasi letteraria, fugge di casa minorenne per inseguire una modella di Vogue chiamata Melissa, per poi finire i soldi, venir sbattuto in carcere, subire uno sfratto e l’abbandonato da parte di Melissa. Eventi che lo porteranno dritto dritto nel tunnel della droga. Esperienza di depressione e solitudine che sarà il motore per la scrittura delle prime canzoni, attività che lo metterà in contatto con il tastierista dei The Earlies, mentore del suo primo contratto con la Sketchbook Records. “The Gospel of Progress” viene infatti registrato nel 2003 con tutti The Earlies al completo, il cui sound contribuirà non poco alla resa finale, aggiungendo molto dal punto di vista sonoro ai bozzetti dolenti e disperati di Micah P. Hinson.
Dal debutto fino al 2011 la sua carriera cresce, e include anche un omaggio ai musicisti che ha amato e che sono stati fonte di ispirazione per il suo folk disperato, “All Dressed Up And Smelling Of Strangers” esce nel 2009. Il 2011 è un nuovo spartiacque, Micah P. Hinson è vittima di un brutto incidente, perde l’uso delle braccia e segue un percorso lunghissimo di riabilitazione, un periodo tragico, di riflessione e che non gli consentirà di pubblicare fino al 2014, anno del suo ultimo album “Micah P. Hinson and The Nothing” che trae ispirazione dagli ultimi anni del musicista americano e che viene pubblicato dalla Talitres dopo il recupero completo delle braccia.

La ristampa di “Micah P Hinson And The Gospel Of Progress” uscita l’anno scorso, contiene tutte le tredici tracce originali e una bonus track “Can’t Change a Thing” originariamente pubblicata insieme al singolo di “The Day Texas Sank To The Bottom of the sea“. L’album, come si diceva, arriva dopo un viaggio di ritorno da una relazione fallita e descrive un senso di perdita e di solitudine.

Una voce, quella di Hinson mai perfetta, incline alla stortura e vicina a quel brutale realismo che brama verità, sostenuta da una strumentazione scabra, anche quando vengono introdotti i fiati e gli archi in formazione da camera. Il brano più crudo è in questo senso “Patience“, episodio dal forte impatto emotivo, dove nello spazio di tre minuti e sullo sfondo di una calma acustica, emergono rabbia e dolore, strappate dallo stomaco e dal cuore.

E il grande talento di Micah P. Hinson, lo si percepisce già da questo primo lavoro, dove la semplicità è la cornice entro lo quale tutta la gamma dei sentimenti viene descritta con una forza e un’intimità rarissime.

Una ragione in più per non perdersi il concerto fiorentino del musicista americano.

Le altre date di Micah P. Hinson

– 20 maggio – Bronson – Ravenna

– 21 maggio biko – milano

– 22 maggio – chiesa metodista evangelica, Roma

– 23 maggio – teatro puccini di Firenze

– 24 maggio , san salvario emporium, Torino

 

Michele Faggi

Michele Faggi

Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.