Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Smashing Pumpkins e Tool sul palco della Visarno Arena il prossimo 13 giugno per l'apertura di Firenze Rocks. Una vera e propria maratona elettrica che comincia alle 14 con le band collaterali. Tutti i dettagli del programma e le anticipazioni sulla setlist dei due concerti principali.  

Di

Smashing Pumpkins a Firenze Rocks il 13 giugno 2019 a Firenze, Visarno Arena

Se si fa fede agli show più recenti degli Smashing Pumpkins, riuniti per una serie di concerti celebrativi sotto il titolo di “Shiny And Oh So Bright“, anche quello in programma come evento di apertura per Firenze Rocks, dovrebbe avere una discreta durata. Se gli orari forniti da Live Nation e dall’organizzazione del festival sono precisi, non si tratterà delle tre ore del recente concerto bolognese, questo perché  il programma del 13 giugno alla Visarno è un programma ricchissimo e ha una precisa scansione. 
Prima di entrare nel vivo del concerto dei Pumpkins e di quello che possiamo prevedere, vediamo insieme come è organizzata la giornata del 13 giugno

Tool e Smashing Pumpkins, apertura biglietteria e cancelli

L’apertura delle casse per il ritiro delle buste Ticketmaster e Tickeone è prevista a partire dalle ore 10:00 presso la biglietteria del festival che si trova nel piazzale delle Cascine. Dalle ore 11:00 invece l’apertura per la vendita dei biglietti, mentre per quanto riguarda il servizio destinato alla stampa, la cassa accrediti aprirà alle ore 14:00. Importante ricordare che la cassa chiuderà all’inizio dell’ultima esibizione della giornata in corso.

Il programma del 13 giugno con Smashing Pumpkins e Tool come Headliner è così suddiviso

Fiend – 14:10
Badflower – 15:05
Skindred – 16:00
Dream Theater – 17:30
The Smashing Pumpkins – 19:30
Tool – 21:45

La durata del concerto dei Pumpkins dovrebbe quindi superare le due ore. Cosa ci aspetta alla Visarno Arena il prossimo 13 giugno

Dopo il tour celebrativo del 2018 si è aggiunto un nuovo capitolo alla fine di quell’anno, “Shiny And Oh So Bright Vol.1/LP: No Past. No Future. No Sun” a cui pare si aggiungerà un seguito a fine 2019. Sul palco della Visarno Arena, oltre a Billy Corgan, ci saranno il chitarrista James Iha e il potente Jimmy Chamberlin alle pelli, per quanto riguarda la formazione storica.

Insieme al tastierista/chitarrista Jeff Schroeder, al basso di Jack Bates e alle tastiere di Katie Cole recupereranno in modo fedele i suoni dei cinque album principali pubblicati  fino al “nuovo millennio”, a partire da “Gish” e collocando in una posizione centrale il fluviale “Mellon Collie And The Infinite Sadness“. Si arriva anche a “Machina – The Machines Of God“, passando da “Siamese Dreams” e da “Adore“. Più di 30 anni di carriera celebrati con un piccolo accenno al nuovo “Shiny And Oh So Bright

Durante i concerti del 2018 non sono mancate le cover, tra cui “Space Oddity” di David Bowie, autore amatissimo da Corgan, “Landslide” dei Fletwood Mac e il classico dei classici dei Led Zeppelin, “Stairway to Heaven“, ma le recenti date di giugno 2019  (Forum Karlin di Praga, Egeskov Castle di Kværndrup,  Zitadelle Spandau a Berlino) hanno rivelato scelte completamente diverse. Corgan e soci hanno infatti incluso in setlist la cover di “Friday i’m in love” dei The Cure e “Wish you were here” dei Pink Floyd.

La scelta relativa al repertorio dei Pumpkins rispetta in linea di massima quella dei concerti del 2018, limitando la presenza di “Shiny and oh so bright vol.1” a soli tre brani, tra cui il singolo “Solara”, “Knights of Malta” e “Alienation”.

Entusiasta la critica per quanto riguarda i concerti più recenti, che ha descritto intensità ed energia ai massimi livelli, con un Jimmy Chamberlin in forma perfetta e BIlly Corgan a dirigere le fila di tutto, garantendo una resa sonora fedele alle produzioni del tempo.

Tool, la band di Maynard James Keenan sul palco della Visarno Arena il prossimo 13 giugno 2019, alcune anticipazioni

Quella fiorentina è l’unica data italiana per la “cult” band di Maynard James Keenan, ad anticipare di un mese e mezzo l’atteso quinto album del combo californiano, annunciato a partire dal 2014. 
In termini di pubblicazioni, la band era ferma dal 2006, anno in cui era uscito “10,000 Days”.

La formazione attuale, costituita da Maynard James Keenan (voce, tastiera), Adam Jones (chitarra, sitar, tastiera), Justin Chancellor  (basso), Danny Carey  (batteria, tabla, percussioni, campionatore) salirà sul palco fiorentino per un set che dovrebbe includere alcuni classici da album come “Lateralus” e “Ænima“, una scelta di brani dall’ultimo “10,000 Days” e due tracce nuove che sono comparse durante i recenti concerti al Wiener Stadthalle di Vienna, all’arena 02 di Praga, e alla Mercedes Benz Arena di Berlino.

Tre date dove, bis inclusi, non ci sono state varianti, assestando il numero dei brani eseguiti intorno ai 14 titoli, inclusa una cover finale di “Dancing Queen” degli ABBA. 

Le due tracce nuove eseguite nei live si intitolano “Descending” e “Invincible/Warrior“. La prima, che è possibile ascoltare attraverso le registrazioni fatte dai fan durante i concerti europei più recenti e rintracciabili su youtube, rispetta la cifra dei Tool come li avevamo lasciati nel 2006, con un crescendo potentissimo e una serie di complesse poliritmie a sorreggere tutto l’impianto. “Invincible” è un brano che sfrutta il massimo della potenza per offrire a Maynard terreno per sbizzarrirsi. 

Ci aspetta un concerto granitico.

Tool alla Visarno arena 13 giugno 2019, la setlist probabile

Ænema
The Pot
Parabol
Parabola
Play Video
Descending (Nuovo Brano)
Schism
Invincible (Nuovo Brano)
Intolerance
Jambi
Forty Six & 2
CCTrip
Vicarious
(w/ extended Intro)
ENCORE
Stinkfist
Dancing Queen (Abba, Cover)