giovedì, Luglio 18, 2024

Phenomenal Handclap Band – Form & Control (Tummy Touch Records, 2012)

Al loro esordio la Phenomenal Handclap Band ci era piaciuta, in virtù di una buona freschezza compositiva unita ad una cazzonaggine molto Seventies nel proporre funk abbastanza torrido, spruzzatine di afrobeat, chitarre rock e discomusic da Tony Manero in assetto da monta. C’erano pure alcuni assoloni manco stessimo ascoltando Abraxas di quella cariatide del Santana. Insomma, i soliti Newyorkesi col gusto della retromania e del party neanche troppo politicamente corretto. Ma è già tempo di secondo album, e qui le cose cambiano per restare sostanzialmente le stesse. Ergo, una produzione più “moderna”, con robusti innesti di electro-dance alla LCD Soundsystem. La prima parte di Form & Control ci catapulta quindi in una festicciola da pubblicitari con pruderie freak e cocktail alla moda in mano, tutti belli abbronzati e con gli abitini sdruciti il giusto. C’è ritmo, ci sono buone idee melodiche, ci sono efficaci intrecci vocali maschio-femmina, ma tutto scorre senza colpo ferire. L’effetto sorpresa sembra proprio essere svanito. Nel finale i nostri rispolverano le chitarre per una manciata di pezzi dal taglio più rock (All Cliches, Mirrors, Afterglow) che conferiscono all’insieme un pochino di grinta in più, ma è quel tipo di grinta che uno si aspetterebbe dai vecchi dischi della Electric Light Orchestra: non proprio il massimo. Lavoro godibile, ma che scivola via con leggerezza. Troppa leggerezza.

Denis Prinzio
Denis Prinzio
Denis Prinzio è bassista di numerose band underground ora in congedo temporaneo, scribacchino di cose musicali per sincera passione, la sua missione è scoprire artisti che lo facciano star bene.

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img