venerdì, Settembre 25, 2020

La Piramide di Sangue – Tebe (Boring Machines / Sound Of Cobra – 2012)

Volete rigenerarvi dal logorio della vita moderna, magari esponendovi a brezze selvagge, non prive di graffianti granelli di sabbia? Ci si sono messi in sette per farvi felici. Tanti sono i componenti dei Piramide di Sangue, progetto di Stefano Isaia, cantante dei Movie Star Junkies, spalleggiato per l’occasione da altri sei musicisti, provenienti anche da King Suffy Generator e Love Boat. Quest’allegra brigata viene a ingrossare le nobili fila dei (numerosi, quantomai validi) gruppi dediti alla psichedelia operanti sull’italico suolo negli ultimi decenni. Tebe suona come un gruppo di krautrockers dei più spiritati, intento a svolgere un acid test – dalla Bay Area di San Francisco alle sponde del Nilo, sola andata – per stilare, in un colorato atto di etnomusicologia deviata, un reportage sonico dall’antico Egitto. L’immaginazione al potere, alla corte del Faraone. Sotto la maestosa ombra disegnata dalle piramidi, si agitano due chitarre, due bassi, un clarinetto, un synth, una batteria, effetti e percussioni di varia fatta. Aggiungeteci Sun Ra – nato su Saturno, ma egiziano per adozione (da parte di Ra, s’intende) – come nume tutelare, cosmicherie e visioni lisergiche assortite, No Wave in esotica gita di piacere lontano dalla Grande Mela. Così, Sangue schiera sinuosi fiati braxtoniani, strumenti grattugiati, percussioni metalliche. Tu getti sale sulle mie ferite insaporisce la pietanza con qualche spezia, volgendosi ancor più verso Est. In bici sulla strada della perdizione ci troviamo gli Amon Düül a pedalare. Io sono la tigre è il momento della danza invasata, con maggiori coloriture ritmiche e chitarre massacrate; affine Sandalo, ma quest’ultima approda in zona Agitation Free. Complotti a Tebe aggiunge un pizzico di tensione (sennò, che complotti sarebbero?), per poi espandersi in una fluida cavalcata freak alla Can. L’invasione delle locuste è anch’essa satura di elettricità, fra scudisciate soniche e reiterato impressionismo visionario da Bazaar. Jazzisti dediti al Free, vecchi hippies e adepti No Wave dagli occhiali scuri stanno già contrattando selvaggiamente. Vi conviene entrare, pare si facciano affari d’oro sotto le feste.

Jacopo Golisano
Jacopo Golisano
Jacopo Golisano, classe 1986. Studia Filosofia e consegue la laurea triennale con una tesi su Alexis de Tocqueville. Diventa pubblicista. Appassionato di cinema, musica, letteratura, sempre alla ricerca di nuovi stimoli.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Isaac Crutchley dirige il videoclip di “Little Ordinary” per Joe Connor

Isaac Crutchley legge gli incubi di Joe Connor e realizza un video d'animazione, elaborando 1000 lavori tra digital art e disegno a mano libera

Chrome Canyon, il video di Cosmic love prende in prestito immagini da “il tagliaerbe”

Ep di debutto per Chrome Canyon accompagnato da un video realizzato con alcuni footage da "il tagliaerbe"

Mae Muller – So Annoying – il videoclip di Sophie Muller

Sophie Muller, veterana del videoclip dal lontano 1987, torna con il coloratissimo "So Annoying" per Mae Muller

Mamavegas, il video di Wonder Tortilla

Mamavegas: Online il nuovo videoclip di "Wonder Tortilla", il quinto estratto dall'ultimo album "Arvo".

Verderame, il video di Fiore etilico diretto da Antonella Sabatino

“Fiore etilico” è il nuovo video dei Verderame

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015