martedì, Novembre 30, 2021

Airportman – Letters (Lizard Records – 2008)

Ma le anime che ci accolgono sono fragili, cristallo al sole, a riflettere la musica più autentica, a volte penso al mio egoismo e cerco di uscire, per un attimo, da questa stanza, e per un attimo amo davvero e ritrovo quel senso di appartenenza a lungo ricercato, ritrovo la strada.(Airportman, Letters)

Letters, uscito a fine 2008, è l’ultima raccolta di suggestioni immaginali dei cuneesi Airportman; rigorosi nella loro ricerca, dopo lo splendido Rainy Days recensito da questa parte su IE si spingono oltre azzerando la timbrica ventricolare e sotterranea che nel precedente lavoro si dibatteva tra bosse residuali e un oscuro incedere funereo. Letters è il lento aderire di un racconto intimo alle scorie di un folk deprivato dalle sue radici. Il country astrale di Apollo Soundtracks è un genoma che non è facile dimenticare quando l’erosione di un suono familiare punta verso l’essenza rivelandone il segno opposto, un’inquietante irriconoscibilità. Nove tracce senza titolo, drones strappati al ricordo, alla natura e al viaggio, alludono in misura sempre più forte alla zona delle immagini e a quella della memoria. Bozzetti di semplicità campestre si sbarazzano della voce affidando ai suoni, ai riverberi naturali, alle interferenze e all’innesto di un’impercettibile sinfonia industriale, il contrasto tra luce e ombra.

Airportman su myspace

Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img