giovedì, Settembre 24, 2020

Youth Lagoon – The Year of Hibernation (Fat Possum, 2011)

In una cameretta di Boise, Idaho, il ventiduenne Trevor Powers ha vissuto un anno d’ibernazione, un tempo di riflessione e scrittura in cui si è liberato dai suoi fantasmi del passato trovando un modo delicato di esprimersi. Per una volta tanto le etichette riassumono bene lo stato dei fatti: definire questo disco bedroom pop è un po’ come dire: “è proprio andata così”. Un album breve e uniforme, The Year of Hibernation cerca per sé un ascoltatore malinconico, alla ricerca di un intimismo indulgente, un orecchio accostato alla parete che si lasci cullare da un suono ovattato, come quello dei pensieri che rimbalzano in testa. E poiché la solitudine non è mai troppo foriera di vibranti sensazioni, il piccolo Trevor vi canterà più di angosce e disillusioni che di eccitanti scoperte e amori spassionati. Gli otto pezzi sono semplici, attaccano con una flebile voce lamentosa, in genere accompagnata da un piano dissonante o da tastiere felpate, su cui si inerpicano timide trame elettroniche e chitarre soffocate dai riverberi. Pensare a Perfume Genius sentendo l’inizio di Montana è piuttosto immediato (da vedere lo splendido video di Tyler T. Williams). Eppure Powers dipinge il suo piccolo mondo autistico a modo proprio, movimentando qua e là la sua vocina instabile con qualche fischio e cinguettio o con un eccesso isterico da cui talvolta diparte, come nell’emozionante July, un iridescente sconfinamento nell’estasi. Afternoon, che apre il disco, è una marcia fischiettante di chitarra e drum machine verso il prossimo sogno ad occhi aperti, mentre la ripetitività elementare di Cannons si rannicchia sotto le lenzuola, astutamente controbilanciata dai più netti saliscendi elettronici di Daydream, che potrebbe essere un demo registrato dagli Yeasayer in stato di dormiveglia o un primo esperimento di bedroom disco, chi lo sa. Proprio quando il disco sta per finire sulla pioggia di “oh oh oh” di The Hunt vien voglia di alzare il volume e ricominciare da capo. Chiedere di più sembra quasi un’intrusione.

Redazione IE
Redazione IE
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it || per l'invio di comunicati stampa devi scrivere a cs@indie-eye.it

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

FKL – Violence, il videoclip di Jacob Rosen contro la violenza sulle donne

L'inno femminista di FKL diventa un bel video di Jacob Rosen: Violence

Arcade Fire – Money+love: il videoclip di 15 minuti diretto da David Wilson

Mony+love, David WIlson torna a collaborare con gli Arcade Fire con un videoclip di 15 minuti

The Killers – Land of the Free: Il video di Spike lee filmato al confine tra U.S.A. e Messico

Land of the Free è "a Spike Lee Joint". Il video diretto dal regista afroamericano per The Killers al confine tra Stati Uniti e Messico.

Big Audio Dynamite – E=MC2: Don Letts e l’omaggio a Nicolas Roeg

Nicolas Roeg, la teoria della relatività e i Big Audio Dynamite

Feist – Century, il nuovo capolavoro di Scott Cudmore: il video

Scott Cudmore realizza il nuovo, bellissimo, video per Feist: Century. Con un imperdibile cameo di Jarvis Cocker

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015