Bastian Contrario / Diverba – Split vol1 (Al-Kemi / Ala Bianca, 2012)

1325

Trattasi di un progetto bigamo, un sidecar musicale che ospita Bastian Contrario e Diverba. La Al-Kemi, la factory fucina di idee dietro cui si celano Gianni Maroccolo e Toni Verona, patrocina l’uscita di due band entrambi emergenti, veicolando il tutto su un supporto alquanto desueto ovvero attraverso il recupero nostalgico della tipologia dello split. Una decisione poco consueta e di certo coraggiosa che si prende carico del rischio, e della sfida, di presentare contestualmente due progetti non totalmente affini, accettando di fatto la scommessa di dare ai due gruppi in questione uguale visibilità.
Diverba
e Bastian Contrario, originari di Cuneo i primi e campani i secondi, sono due gruppi dai percorsi musicali differenti ma in grado d’essere interscambiabili nella globalità del progetto.
Dietro i Bastian Contrario, ovvero un duo campano originario di Aversa, si trovano i due musicisti Fausto Tarantino e Salvatore Prezioso che prendono spunto dal conterraneo Erri De Luca per dar voce alle nove tracce di Due Il Contrario Di Uno. Trasponendo in musica il tepore dei paesaggi partenopei, le sonorità dell’album risultano miste e variegate, una miscela di archi, fiati e tamburi mentre i testi suonano densi di emozioni e sono interpretati con altissimo pathos, talvolta eccessivo. Tracce che alludono alle sonorità già esperite in passato da alcuni dei nomi legati in modo più in meno diretto a Maroccolo e alla factory; dai Marlene Kuntz (Elogio all’arte della felicità, Ieri Oggi e Domani), ai PGR (Bella è la vita). Un album molto carico di emozioni e personale che raggiunge l’intento di creare un buon livello di coinvolgimento.
Su altre coordinate geografiche si muovo i Diverba, ovvero Federico Chiapello (voce e chitarra), Daniele Marrale(chitarra), Alberto Bottero(basso) e David Secci(batteria), Elia Pellegrino(tastiere e synt). Con Per chi Tace, i Diverbasi inventano cantastorie, organizzando le undici tracce in un potenziale unico racconto, undici pezzi il cui trait d’union si rifà ai temi del sociale senza correre il rischio di diventare eccessivamente colorito o petulante. Pur affrontando argomenti dedotti dal quotidiano, la modalità delle descrizioni è più affine alla narrazione piuttosto che alla declamazione da attivisti. L’album spazia alternando a ritmi sostenuti e gagliardi (Intra Nos, Tutti Quanti, Ilenia), melodie più morbide e soffuse (Solo come voi, Enfant terrible). Sfumature sull’intimità dell’anima e atmosfere rese eteree dall’uso degli echi e delle voci, contraddistinguono gran parte delle sonorità Diverba.

[box title=”Bastian Contrario / Diverba – Split vol1 (Al-Kemi / Ala Bianca, 2012)” color=”#5C0820″]

Bastian Contrario, Due Il Contrario Di Uno, (Al-Kemi / Ala Bianca, 2012)

Bastian Contrario in rete

Tracklist:

Amore Distratto | Elogio all’arte e alla felicità | Annina | Proprio Tempo | Oggi non è | Bella è la vita | Parlando Canta | Ieri Oggi e Domani | Parla tu per me

Diverba, Per Chi Tace, (Al-Kemi / Ala Bianca, 2012)

Tracklist:
Intra Nos | Solo Come Vuoi | Tutti Quanti | Ilenia | Il Desiderio di Domani | In Luminol | Eufonia | Enfant Terrible | Sono un Albero | Incautamente | Resto Perso | 31 Febbraio

 Diverba in rete

[/box]