martedì, Settembre 29, 2020

DM Stith – Curtain Speech (Asthmatic Kitty, 2008 )

David Stith ha una formazione molto vicina a quella di Shara Worden (My Brightest Diamond; intervistata qui su indie-eye e presente in un vecchio podcast scaricabile direttamente in formato MP3 da questo link) situata in quel crocevia che respira la cultura classica e quella popolare; a questa, negli anni, si è aggiunta la sua attività come illustratore e graphic designer, tanto che alcuni degli artwork per My Brightest Diamond sono suoi. E’ la stessa Worden che lo stimola a dedicarsi in modo più organico alla musica; se si escludono alcune partecipazioni all’interno di raccolte, Curtain Speech Ep è la prima release ufficiale come DM Stith ed esce a Dicembre per Asthmatic Kitty records, in un momento in cui viene pubblicata un’altra escursione nei modi e nei tempi del Gospel, quel Welcome to The Welcome Wagon di cui parliamo da questa parte. I primi di ottobre Pitchfork Magazine aveva già diffuso una traccia contenuta nell’album, probabilmente il brano nodale dell’intero Ep, dedicandogli una recensione dettagliata; Just Once, ascoltabile dalla pagina Asthmatic Kitty di DM Stith, è una composizione magmatica e scabra allo stesso tempo e delinea in modo molto chiaro le potenzialità di Stith, influenzato sicuramente da quelle suggestioni operistiche e teatrali che sono anche parte del sistema genetico-musicale della Worden, ma con una visione molto più lucida e tagliente del “gospel”; se dovessimo descriverlo in base al bagaglio di influenze che inevitabilmente si incrocia con gli ascolti di chi scrive, è abbastanza limpido come su di un lamento contemporaneo molto vicino a quello di Baby Dee si innesti l’ossessività del Jeff Buckley migliore e un amore verso Nick Drake sviluppato in modo strutturale e non imitativo. Nei Sette minuti e mezzo di durata il brano cresce ed esplode in un pieno orchestrale anti barocco e dall’incedere apocalittico, tanto da ricordare gli Smog più cupi, quelli di Burning Kingdom. Qualcuno storcerà il naso, ma Just Once è davvero uno dei brani più ricchi e belli degli ultimi anni, dove bello include ovviamente anche squilibri, imperfezioni, sbilanciamenti, anti-climax, ovvero tutto quello che rende l’ascolto un avvicinarsi e allontanarsi dalla forma emozionale. In una circostanza come questa il rischio è quello di assistere ad un assorbimento dell’intero EP, cosa che accade forse in parte e che sembra sottolineare la posizione centrale e riassuntiva di Just Once. Around The lion legs è una bellissima ballata in forma corale, sostenuta da chitarra e piano e dalla voce di Stith che sembra scrivere il brano mentre lo canta; la title track è un intermezzo strumentale tra voci e drones che fa il paio con Hoarse Sorrows and the whole blind Earth, mentre Abraham’s song (firebird) sembra un out-take (ispiratissima) da Roman Candle di Elliot Smith, arricchita dalla presenza discreta di cori, utilizzati come drones. L’idea che ci si trovi di fronte ad un piccolo assaggio è confermata dal sito ufficiale di DM Stith, dove sono presenti otto brani inediti, disponibili per l’ascolto in streaming direttamente dall’home page; sono demo registrati tra il 2004 e il 2008 che dimostrano una padronanza della scrittura e un talento assolutamente non comune. Tra tutte, sorprendono davvero Thanksgiving moon, la potentissima Pawny Me che suggerisce di nuovo una parentela infedele con il primo Bill Callahan, e Be My Baby, brano dall’anima dolorosissima.
Il sito ufficiale di DM Stith si trova da questa parte.
DM Stith su myspace è qui.
DM Stith su Asthmatic Kitty ha una pagina da questa parte.

Michele Faggi
Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Tobacco – Streaker: il nuovo video di Eric Wareheim

Torna il geniale Eric Wareheim, visto recentemente nel film di Quentin Dupiex "Wrong Cops", qui dirige uno dei suoi brutalissimi video, Streaker per Tobacco

Barriera – la città mi fa terrore: il videoclip e l’intervista in esclusiva su indie-eye

Il motivo per cui chi scrive canzoni ha cominciato a girarsi anche i videoclip è per trovare uno spazio in cui poter continuare a raccontare. Sono parole di Barriera, al secolo Valerio Casanova, di cui presentiamo in esclusiva lancio "La città mi fa terrore", terzo capitolo di una trilogia che si conclude qui su Indie-eye con un'intervista al suo autore. Tra paura e desiderio, indie-eye continua ad ospitare le uniche contaminazioni urbane possibili, chi non se ne è accorto non ci legge con attenzione oppure è un fascista

Letizia Fuochi, il video di “Dolceamaro” diretto da Blanket Studio

Lo studio toscano Blanket Studio realizza il nuovo video per Letizia Fuochi

Efterklang, Modern Drift il video di Kristian Leth

Il video ufficiale di Modern Drift degli Efterklang anticipa l'uscita di Magic Chairs, il nuovo album della band Danese in uscita il 22 Febbraio

Dumbo Gets Mad – Andromedian Girl: il nuovo video

"Andromedian Girl" nuovo videoclip per Dumbo Gets Mad

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015